Risultati della ricerca per "cantine"

Impronte d'Eccellenza 2014: premiate le cantine greeen

Impronte d'Eccellenza 2014: premiate le cantine greeen

Il premio “Impronte d’eccellenza. Tecniche agronomiche sostenibili per una viticoltura di valore” ha assegnato i premi alle aziende vitivinicole che adottano pratiche amiche dell’ambiente nella loro attività produttiva in vigna ed in cantina. Si rinnova anche per il 2014 la collaborazione tra Città del Vino e Cifo: Impronte d’eccellenza. Il premio "Tecniche agronomiche sostenibili per una viticoltura di valore" fa parte del Concorso La Selezione del Sindaco. L'iniziativa è promossa da Città del Vino insieme a Cifo, azienda italiana leader nella produzione di preparati naturali per la nutrizione delle piante. Il premio Cifo è assegnato alle aziende che hanno conquistato almeno una Medaglia d’Oro a La Selezione del Sindaco e hanno dimostrato di praticare le migliori tecniche agronomiche sostenibili. Impronte d'Eccellenza 2014: le cantine premiate Nel 2014 il premio è stato assegnato a tre aziende che hanno conquistato almeno una Medaglia d’Oro a “La Selezione del Sindaco” e che praticano le migliori tecniche sostenibili secondo le valutazioni del Comitato scientifico presieduto dal prof. Mario Fregoni e composto dal prof. Alberto Vercesi (Università Cattolica di Piacenza, Facoltà di Agraria), prof. Luigi Bavaresco (direttore Centro Ricerca Viticoltura di Conegliano, Tv), Paolo Benvenuti direttore dell’Associazione Città del Vino. 1. AZIENDA AGRICOLA "LE CARLINE" del Comune di Pramaggiore (Venezia) Medaglia d’Oro: Verduzzo Dogale Passito Igt Veneto Orientale 2. AZIENDA AGRICOLA "LA CURA" del Comune di Massa Marittima (Grosseto) Medaglie d’Oro: Brecce Rosse 2012 Doc - Monteregio di Massa Marittima - Cabernet 2010 Maremma Toscana Igt 3. AZIENDA AGRICOLA BELLUSSI AGOSTINO E LAMBERTO del Comune di Vazzola (Treviso) Medaglia d’Oro: Traminer Aromatico Le Vare Igt Veneto 2013 Ecco cosa hanno vinto le cantine sul podio: Primo premio Speciale TV "Con i Piedi per Terra" (trasmissione a diffusione nazionale via satellite e digitale terrestre); + € 1.000,00 di prodotti in omaggio; + 2 analisi terreno; + 1 analisi fogliare; consulenza gratuita tecnico Cifo per l'impiego dei prodotti. Secondo premio € 2.000,00 di prodotti omaggio; + 2 analisi terreno; + 1 analisi fogliare; + consulenza gratuita tecnico Cifo per impiego prodotti. Terzo premio € 1.000,00 di prodotti omaggio; consulenza gratuita tecnico Cifo per impiego prodotti. Inoltre le cantine vincitrici per due anni possono utilizzare gratuitamente un collarino con il marchio (registrato) di “Impronte d’eccellenza” sulle loro bottiglie premiate. Potranno applicare il collarino speciale anche le cantine che hanno partecipato al premio dimostrando di essere indirizzate verso pratiche ambientali e sostenibili nella loro attività vitivinicola. Le aziende potranno utilizzare il logo di Impronte di Eccellenza su tutti i loro prodotti perchè è l’operato dell’azienda a venir premiato.

Guida vini Veronelli: tutti i super Tre Stelle 2015

Guida vini Veronelli: tutti i super Tre Stelle 2015

Il Seminario Permanente Luigi Veronelli ha reso noti i suoi Super Tre Stelle 2015, i migliori vini italiani della Guida Oro I Vini di Veronelli. Sono Ben 549 le Super Tre Stelle attribuite nel 2015. In vetta Piemonte e Toscana “Le Super Tre Stelle 2015 sono state assegnate esclusivamente ai vini che, già ai vertici nelle precedenti edizioni, hanno conseguito una valutazione uguale o superiore a 93 centesimi nelle degustazioni di Gigi Brozzoni e Daniel Thomases, curatori della nostra guida. Un riconoscimento assegnato solo ai migliori vini d’Italia e un punto di riferimento per professionisti e appassionati alla ricerca di eccellenze enologiche” - ha affermato Andrea Bonini, direttore del Seminario Permanente Luigi Veronelli. Piemonte Barbaresco 2011 Gaja Barbaresco Albesani Vigna Santo Stefano 2011 Giacosa Bruno Barbaresco Asili 2011 Ceretto Barbaresco Basarin 2011 Moccagatta Barbaresco Cole 2011 Moccagatta Barbaresco Cottà 2011 Sottimano Barbaresco Froi 2011 Rivetti Massimo Barbaresco Maria Adelaide 2009 Rocca Bruno – Rabajà Barbaresco Martinenga Gaiun 2010 Marchesi di Grésy Barbaresco Ovello 2011 Morassino Barbaresco Pajoré 2011 Sottimano Barbaresco Rabajà 2011 Cortese Giuseppe Barbaresco Rabajà 2011 Rocca Bruno – Rabajà Barbaresco Riserva Asili 2009 Produttori del Barbaresco Barbaresco Riserva Basarin 2009 Negro Angelo & Figli Barbaresco Riserva Fausoni 2008 Prinsi Barbaresco Riserva Muncagota 2009 Produttori del Barbaresco Barbaresco Riserva Pora 2009 Produttori del Barbaresco Barbaresco Vigneto Bordini 2011 La Spinetta Barbaresco Vigneto Starderi Vursù 2011 La Spinetta Barbaresco Vigneto Valeriano Vursù 2011 La Spinetta Barbera d’Alba Vigna dei Romani 2010 Boglietti Enzo Barbera d’Asti Ai Suma 2012 Braida di Giacomo Bologna Barbera d’Asti Bricco dell’Uccellone 2012 Braida di Giacomo Bologna Barbera d’Asti San Antonio Vieilles Vignes 2009 Bertelli Barbera d’Asti Superiore San Si Selezione 2011 Scagliola – Sansi Barolo Altenasso 2010 Cavalier Bartolomeo Barolo Arborina 2010 Bovio Gianfranco Barolo Arborina 2010 Corino Renato Barolo Arborina 2010 Veglio Mauro Barolo Arione 2010 Boglietti Enzo Barolo Badarina 2010 Grimaldi Bruna Barolo Baudana 2010 Vajra & Baudana Barolo Big ‘d Big 2010 Rocche dei Manzoni Barolo Boscareto 2008 Principiano Ferdinando Barolo Brea Vigna Cà Mia 2010 Brovia Barolo Bric del Fiasc 2010 Scavino Barolo Bricco Ambrogio 2010 Scavino Barolo Bricco delle Viole 2010 Vajra Barolo Bricco Pernice 2009 Elvio Cogno Barolo Bricco Rocche 2010 Ceretto Barolo Bricco Viole 2010 Marengo Mario Barolo Briccotto 2010 Clerico Domenico Barolo Broglio 2010 Schiavenza Barolo Brunate 2010 Boglietti Enzo Barolo Brunate 2010 Vietti Barolo Brunate Le Coste 2010 Rinaldi Giuseppe Barolo Bussia 2010 Parusso Armando Barolo Bussia Cicala 2010 Conterno Aldo Barolo Bussia Colonnello 2010 Conterno Aldo Barolo Bussia Romirasco 2010 Conterno Aldo Barolo Bussia Vigne dei Fantini 2010 Bolmida Silvano Barolo Cannubi 2010 Brezza Giacomo & Figli Barolo Cannubi 2010 Damilano Barolo Cannubi 2010 Einaudi Luigi Barolo Cannubi 2010 Marchesi di Barolo Barolo Cannubi 2010 Scavino Barolo Cannubi Boschis 2010 Sandrone Luciano Barolo Cannubi Riserva 2008 Borgogno Serio e Battista Barolo Cannubi Riserva 2006 Borgogno Serio e Battista Barolo Castelletto 2010 Veglio Mauro Barolo Cerequio 2010 Damilano Barolo Cerrati 2010 Cascina Cucco Barolo Cerrati Vigna Cucco 2010 Cascina Cucco Barolo Cerretta 2010 Germano Ettore Barolo Cerretta 2010 Rosso Giovanni Barolo Cerretta 2010 Schiavenza Barolo Cerretta 2010 Vajra & Baudana Barolo Cerretta Vigna Bricco 2010 Altare Elio Barolo Cerviano 2009 Abbona Marziano Barolo Ciabot Mentin 2010 Clerico Domenico Barolo Fontanafredda Vigna La Rosa 2010 Fontanafredda Barolo Fossati 2010 Boglietti Enzo Barolo Garblet Suè 2010 Brovia Barolo Garretti 2010 La Spinetta Barolo Gattera 2010 Veglio Mauro Barolo Ginestra 2010 Conterno Paolo Barolo Ginestra Casa Matè 2010 Grasso Elio Barolo Gramolere 2010 Alessandria Fratelli Barolo La Serra 2010 Rosso Giovanni Barolo Lazzairasco 2010 Porro Guido Barolo Lazzarito 2010 Vietti Barolo Le Coste 2010 Grimaldi Giacomo Barolo Le Vigne 2010 Sandrone Luciano Barolo Liste 2009 Damilano Barolo Marenca 2010 Pira Luigi Barolo Margheria 2010 Gabutti Boasso Franco Barolo Margheria 2010 Pira Luigi Barolo Margherìa 2010 Massolino – Vigna Rionda Barolo Mariondino 2010 Parusso Armando Barolo Meriame 2010 Manzone Barolo Monprivato 2010 Mascarello Giuseppe e Figlio Barolo Mosconi 2010 Conterno Fantino Barolo Mosconi 2010 Rocca Giovanni Barolo Ornato 2010 Palladino Barolo Ornato 2010 Pio Cesare Barolo Parafada 2010 Palladino Barolo Parussi 2010 Sordo Giovanni Barolo Persiera 2010 Saffirio Josetta Barolo Prapò 2010 Ceretto Barolo Prapò 2010 Germano Ettore Barolo Prapò 2010 Schiavenza Barolo Pressenda 2010 Abbona Marziano Barolo Ravera di Monforte 2010 Rocca Giovanni Barolo Riserva 2008 Costa di Bussia – Tenuta Arnulfo Barolo Riserva 2008 Gagliasso Mario Barolo Riserva 2006 Marchesi di Barolo Barolo Riserva Audace 2008 Sarotto Roberto Barolo Riserva Bricco Boschis Vigna San Giuseppe 2008 Cavallotto – Tenuta Bricco Boschis Barolo Riserva Bricco Cogni 2008 Reverdito Michele Barolo Riserva Broglio 2008 Schiavenza Barolo Riserva Bussia 2008 Barale Barolo Riserva Bussia 2007 Barale Barolo Riserva Bussia 2008 Bolmida Silvano Barolo Riserva Bussia 2008 Conterno Franco – Cascina Sciulun Barolo Riserva Bussia 2008 Fenocchio Giacomo Barolo Riserva Bussia Granbussia 2006 Conterno Aldo Barolo Riserva Bussia Soprana Vigna Mondoca 2008 Oddero Barolo Riserva Ceretta di Perno 2008 Sordo Giovanni Barolo Riserva Gabutti 2008 Sordo Giovanni Barolo Riserva Ginestra 2007 Conterno Paolo Barolo Riserva Lazzarito 2008 Germano Ettore Barolo Riserva Millenovecento48 2008 Saffirio Josetta Barolo Riserva Prapò 2008 Schiavenza Barolo Riserva Rocche dell’Annunziata 2008 Scavino Barolo Riserva San Bernardo 2008 Palladino Barolo Riserva Sette Anni 2006 Conterno Franco – Cascina Sciulun Barolo Riserva Vigna d’Vai 2004 Cà Brusà Barolo Riserva Vigna Rionda 2008 Massolino – Vigna Rionda Barolo Riserva Vignolo 2008 Cavallotto – Tenuta Bricco Boschis Barolo Riserva Villero 2007 Vietti Barolo Rocche dell’Annunziata 2010 Corino Renato Barolo Rocche dell’Annunziata 2010 Oberto Barolo Rocche dell’Annunziata 2010 Renato Ratti Barolo Rocche dell’Annunziata 2010 Veglio Mauro Barolo Rocche di Castiglione 2010 Roccheviberti Barolo Rocche di Castiglione 2010 Vietti Barolo San Rocco 2010 Azelia Barolo Sarmassa 2010 Brezza Giacomo & Figli Barolo Sarmassa 2010 Marchesi di Barolo Barolo Sorano 2010 Alario Claudio Barolo Sorì Ginestra 2010 Conterno Fantino Barolo Sotto Castello 2010 Ca’ Viola Barolo Vigna Colonnello 2010 Bussia Soprana Barolo Vigna Rionda 2010 Pira Luigi Barolo Vigneto Campè Vursù 2010 La Spinetta Barolo Villero 2010 Boroli Barolo Villero 2010 Brovia Barolo Villero 2010 Fenocchio Giacomo Barolo Villero 2010 Oddero Boca 2010 Le Piane Derthona Costa del Vento 2012 Vigneti Massa Langhe Arborina 2011 Altare Elio Langhe Merlot Vigna Talpone 2010 Boglietti Enzo Langhe Nebbiolo Conteisa 2010 Gaja Langhe Nebbiolo Costa Russi 2011 Gaja Langhe Nebbiolo Sorì San Lorenzo 2011 Gaja Langhe Nebbiolo Sorì Tildin 2011 Gaja Langhe Nebbiolo Sperss 2010 Gaja Loazzolo Vendemmia Tardiva Forteto della Luja Piasa Rischei 2010 Forteto della Luja Monferrato Rosso Pin 2011 La Spinetta Stransì Passito 2007 Ioppa Gianpiero e Giorgio Liguria nessun riconoscimento assegnato Lombardia Curtefranca Bianco Uccellanda 2011 Bellavista Franciacorta Brut Millesimato Vintage Collection 2009 Ca’ del Bosco Franciacorta Brut Satèn Vintage Collection Millesimato 2009 Ca’ del Bosco Franciacorta Dosage Zero Riserva DØM 2006 Mirabella Franciacorta Dosaggio Zero Riserva Villa Crespia Francesco Iacono 2005 Villa Crespia – Fratelli Muratori Franciacorta Extra Brut Comarì del Salem 2008 Uberti Franciacorta Extra Brut Millesimato Extra Blu 2008 Villa Franciacorta Extra Brut Millesimato Museum Release 2006 Ricci Curbastro Franciacorta Extra Brut Pas Operé 2007 Bellavista Franciacorta Extra Brut Rosé Riserva Cuvée Annamaria Clementi 2006 Ca’ del Bosco Franciacorta Pas Dosé Riserva Millesimato Bagnadore 2008 Barone Pizzini Franciacorta Rosé Brut 2009 Bellavista Luigi Mensi Riserva Sebino Rosso 2008 Le Due Querce Maurizio Zanella Rosso del Sebino 2008 Ca’ del Bosco Numero Uno Terrazze Retiche di Sondrio 2011 Plozza Sforzato di Valtellina Fruttaio Cà Rizzieri 2010 Rainoldi Sforzato di Valtellina San Domenico 2010 Triacca Sfursat di Valtellina 5 Stelle 2011 Nino Negri Sfursat di Valtellina Vin da Cà 2010 Plozza Sulif Passito Sebino 2011 Il Mosnel Valtellina Superiore Prestigio 2011 Triacca Valtellina Superiore Riserva Dirupi 2011 Dirupi Alto Adige Alto Adige Cabernet Sauvignon Lafoa 2011 Cantina Produttori Colterenzio Alto Adige Chardonnay Cornell Formigar 2012 Cantina Produttori Colterenzio Alto Adige Chardonnay Löwengang Tenutae Lageder 2011 Alois Lageder Alto Adige Gewürztraminer Nussbaumer 2013 Tramin Alto Adige Gewürztraminer Passito Cashmere 2012 Elena Walch – Castel Ringberg e Kastelaz Alto Adige Gewürztraminer Vendemmia Tardiva Pasithea Oro 2012 Girlan Alto Adige Gewürztraminer Vendemmia Tardiva Roen 2012 Tramin Alto Adige Lagrein Gries Riserva 2011 Niedermayr Josef Alto Adige Lagrein Riserva Porphyr 2011 Cantina Terlano Alto Adige Lagrein Riserva Taber 2012 Cantina Produttori Bolzano Alto Adige Lagrein Riserva Waldgries 2012 Plattner Waldgries Alto Adige Moscato Giallo Passito Baron Salvadori Baronesse 2011 Cantina Nals Margreid Alto Adige Pinot Nero Schweizer 2011 Haas Alto Adige Terlano Pinot Bianco Riserva Vorberg 2011 Cantina Terlano Alto Adige Terlano Sauvignon Lieben Aich 2012 Manincor Alto Adige Terlano Sauvignon Quarz 2012 Cantina Terlano Aruna Bianco Passito Mitterberg Bianco 2012 Cantina Cortaccia Col de Rey Vigneti delle Dolomiti Rosso 2009 Laimburg Trentino Merlino 10/96 Rosso Fortificato s.a. Pojer & Sandri San Leonardo Rosso Vigneti delle Dolomiti 2008 San Leonardo Trento Brut Riserva del Fondatore Giulio Ferrari 2004 Ferrari – Fratelli Lunelli Veneto Acininobili Veneto Bianco Passito 2009 Maculan Società Agricola Amarone della Valpolicella Campo dei Gigli 2010 Sant’Antonio Amarone della Valpolicella Classico 2010 Allegrini Amarone della Valpolicella Classico 2009 Corte Lenguin Amarone della Valpolicella Classico 2009 Monteci Amarone della Valpolicella Classico 2008 Nicolis Amarone della Valpolicella Classico 2009 Secondo Marco Amarone della Valpolicella Classico Acinatico 2010 Accordini Stefano Amarone della Valpolicella Classico Espressioni Domini Veneti Mazzurega 2008 Cantina Valpolicella Negrar Amarone della Valpolicella Classico Espressioni Domini Veneti Monte 2008 Cantina Valpolicella Negrar Amarone della Valpolicella Classico Espressioni Domini Veneti San Rocco 2008 Cantina Valpolicella Negrar Amarone della Valpolicella Classico Espressioni Domini Veneti Villa 2008 Cantina Valpolicella Negrar Amarone della Valpolicella Classico L’Amarone 2009 Buglioni Amarone della Valpolicella Classico Mazzano 2007 Masi Agricola Amarone della Valpolicella Classico Pergole Vece 2010 Le Salette Amarone della Valpolicella Classico Punta di Villa 2009 Mazzi Roberto e Figli Amarone della Valpolicella Classico Riserva Campo del Titari 2009 Brunelli Amarone della Valpolicella Classico Riserva Capitel Monte Olmi 2009 Tedeschi Amarone della Valpolicella Classico Riserva Caterina Zardini 2009 Campagnola Amarone della Valpolicella Classico Riserva La Mattonara 2003 Zymè Amarone della Valpolicella Classico Riserva Sergio Zenato 2008 Zenato Amarone della Valpolicella Classico Serego Alighieri Vaio Armaron 2008 Masi Agricola Amarone della Valpolicella Classico TB 2008 Bussola Tommaso Amarone della Valpolicella Classico TB Vigneto Alto 2003 Bussola Tommaso Amarone della Valpolicella Classico Terre di Cariano 2010 Beretta Amarone della Valpolicella Classico Vigneti di Osan 2006 Corteforte Amarone della Valpolicella Classico Vigneti Vallata di Marano 2010 Campagnola Amarone della Valpolicella Classico Vigneto Castel 2008 Mazzi Roberto e Figli Amarone della Valpolicella Riserva Cent’Anni 2006 Trabucchi d’Illasi Amarone della Valpolicella Riserva Plenum 1888 2007 Villa Canestrari Amarone della Valpolicella Valpantena 2009 Tezza Amarone della Valpolicella Vigneto di Monte Lodoletta 2008 Dal Forno Romano Breganze Torcolato Riserva San Biagio 2011 Villa Angarano Colli Euganei Fior d’Arancio Passito Alpianae 2011 Vignalta Corpore Marca Trevigiana Rosso 2011 Villa Sandi Fratta Rosso del Veneto 2012 Maculan Società Agricola La Poja Corvina Veronese 2010 Allegrini Olmèra Veneto Bianco 2013 De Stefani Recioto della Valpolicella Classico 2011 Le Ragose Recioto della Valpolicella Classico Acinatico 2011 Accordini Stefano Recioto della Valpolicella Classico Giovanni Allegrini 2011 Allegrini Recioto della Valpolicella Classico TB 2006 Bussola Tommaso Recioto della Valpolicella Classico Vigneto Le Calcarole 2011 Mazzi Roberto e Figli Valpolicella Superiore Monte Lodoletta 2009 Dal Forno Romano Friuli Venezia Giulia Arbis Blanc Venezia Giulia Bianco 2012 Borgo San Daniele Aur Traminer Passito delle Venezie 2012 Ronco del Gelso Colli Orientali del Friuli Pignolo 2011 Dorigo Alessio Colli Orientali del Friuli Pignolo 2009 Moschioni Colli Orientali del Friuli Rosso Celtico 2009 Moschioni Colli Orientali del Friuli Schioppettino 2009 Moschioni Collio Bianco Riserva Beli Grici 2010 Keber Renato Collio Bianco Riserva Zuani Zuani 2011 Zuani Confini Venezia Giulia Bianco 2012 Lis Neris Dut’un Venezia Giulia Bianco 2011 Vie di Romans Friuli Colli Orientali Bianco Incò 2013 La Viarte Friuli Colli Orientali Sauvignon Peri 2013 Ronco del Gnemiz Isonzo Chardonnay Vie di Romans Rive Alte 2012 Vie di Romans Isonzo Sauvignon Vieris Rive Alte 2012 Vie di Romans Lis Venezia Giulia Bianco 2011 Lis Neris Pensiero Venezia Giulia Bianco 2011 Petrussa Plus Bianco Venezia Giulia 2011 Bastianich Vino degli Orti Venezia Giulia Bianco 2012 Tercic Matjaz Emilia Romagna Sangiovese di Romagna Superiore Riserva Pietramora 2011 Zerbina Toscana 50 & 50 Toscana 2009 Avignonesi Anagallis Colli della Toscana Centrale 2011 Lilliano Argante Toscana Rosso 2011 Vallorsi Avvoltore Maremma Toscana 2011 Morisfarms Babone Maremma Toscana 2010 Muralia Barlettaio Merlot Toscana 2011 Il Barlettaio Bolgheri Rosso Camarcanda 2011 Cà Marcanda Bolgheri Rosso Superiore Baia al Vento 2011 Campo al Mare Bolgheri Rosso Superiore Castello di Bolgheri 2011 Castello di Bolgheri Bolgheri Rosso Superiore Dedicato a Walter 2011 Poggio al Tesoro Bolgheri Rosso Superiore Sondraia 2011 Poggio al Tesoro Bolgheri Rosso Superiore Sonoro 2011 Ceralti Bolgheri Sassicaia 2011 San Guido Bolgheri Superiore Argentiera 2011 Argentiera Bolgheri Superiore Arnione 2011 Campo alla Sughera Bolgheri Superiore Grattamacco 2011 Grattamacco Bolgheri Superiore Guado al Tasso 2011 Guado al Tasso Bolgheri Superiore Guado De’ Gemoli 2011 Chiappini Bolgheri Superiore Guardione 2011 Micheletti Bolgheri Superiore Impronte 2011 Meletti Cavallari Giorgio Bolgheri Superiore Ornellaia 2011 Ornellaia e Masseto Bolgheri Superiore Sapaio 2011 Sapaio Bolgheri Superiore Vignarè Le Pavoniere 2009 Guicciardini Strozzi Brancaia Il Blu Rosso Toscana 2011 Brancaia Brunello di Montalcino 2009 Castiglion del Bosco Brunello di Montalcino 2009 Fanti Brunello di Montalcino 2009 Fossacolle Brunello di Montalcino 2009 La Cerbaiola Brunello di Montalcino 2009 La Fiorita Brunello di Montalcino 2009 La Rasina Brunello di Montalcino 2009 Oliveto Brunello di Montalcino 2009 Valdicava Brunello di Montalcino Altero 2009 Poggio Antico Brunello di Montalcino Campo del Drago 2009 Castiglion del Bosco Brunello di Montalcino Cerretalto 2008 Casanova di Neri Brunello di Montalcino Le Potazzine 2009 Le Potazzine Brunello di Montalcino Madonna delle Grazie 2009 Il Marroneto Brunello di Montalcino Poggio Doria 2009 Nardi Brunello di Montalcino Riserva 2008 Oliveto Brunello di Montalcino Riserva 2008 Uccelliera Brunello di Montalcino Riserva gli Angeli 2008 La Gerla Brunello di Montalcino Riserva Poggio Abate 2008 La Poderina – Saiagricola Brunello di Montalcino Riserva Poggio al Vento 2007 Col d’Orcia Brunello di Montalcino Riserva Poggio alle Mura 2008 Banfi Brunello di Montalcino Tenuta Nuova 2009 Casanova di Neri Brunello di Montalcino Vigna La Casa 2008 Caparzo Brunello di Montalcino Vigna Loreto 2009 Mastrojanni Brunello di Montalcino Vigna Spuntali 2009 Val di Suga Cabraia Cabernet Franc Toscana 2011 Gualdo del Re Caiarossa Toscana Rosso 2011 Caiarossa Camalaione Toscana Rosso 2008 Le Cinciole Cantico 2007 La Cappella Capogatto Alta Valle della Greve 2011 Poggio Scalette Carmignano Riserva Piaggia 2011 Piaggia Carmignano Riserva Trefiano 2009 Tenuta di Capezzana Carmignano Vin Santo Riserva 2007 Tenuta di Capezzana Carmione Toscana Rosso 2012 Pratesi Castello del Terriccio Toscana 2009 Castello del Terriccio Cavalli Tenuta degli Dei Toscana 2011 Degli Dei Cerviolo Rosso Toscana 2010 San Fabiano Calcinaia Chianti Classico Gran Selezione Colledilà 2011 Ricasoli Chianti Classico Gran Selezione Colonia 2009 Felsina Chianti Classico Riserva Coltassala 2011 Castello di Volpaia Chianti Classico Riserva Marchese Antinori 2011 Antinori Chianti Classico Vigneto San Marcellino 2010 Rocca di Montegrossi Circe Toscana 2010 Candialle Azienda Agricola Colore Toscana Rosso 2009 Testamatta di Bibi Graetz Coniale di Castellare Toscana Rosso 2010 Castellare di Castellina Corbezzolo 2010 La Cappella Cortona Syrah Cuculaia 2010 Dionisio Fabrizio Cortona Syrah Il Bosco 2010 Luigi d’Alessandro Cortona Syrah Migliara 2010 Luigi d’Alessandro Degeres Bianco Toscana 2011 Montepepe Diadema Rosso Toscano 2012 Diadema Diorè Toscana 2010 Renicci Do ut Des Toscana Rosso 2011 Carpineta Fontalpino Docet Toscana 2011 Conti di San Bonifacio Duemani Costa Toscana Rosso 2011 Duemani Dulcamara Toscana Rosso 2011 I Giusti & Zanza Vigneti Etrusco Sangiovese di Toscana 2011 Cennatoio Inter Vineas Federico Primo Rosso Toscana 2011 Gualdo del Re Fidenzio Toscana 2009 San Luigi Flaccianello della Pieve Colli della Toscana Centrale 2011 Fontodi Fontalloro Sangiovese di Toscana 2011 Felsina Gabbro Toscana 2011 Montepeloso Galatrona Rosso Toscana 2011 Petrolo Geremia Toscana Rosso 2010 Rocca di Montegrossi Ghiaie della Furba Toscana Rosso 2009 Tenuta di Capezzana Giorgio Bartholomäus Toscana Rosso 2011 Argentiera Girolamo Toscana Rosso 2011 Castello di Bossi Guardiavigna Toscana 2011 Podere Forte I Balzini Black Label Colli della Toscana Centrale Rosso 2011 I Balzini I Fiori Blu Cabernet Sauvignon Toscana 2009 Sant’Agnese I Sodi di San Niccolò Toscana 2010 Castellare di Castellina Il Borro Toscana Rosso 2010 Il Borro Il Caberlot di Carnasciale Rosso Toscana 2011 Il Carnasciale Il Carbonaione Alta Valle della Greve 2011 Poggio Scalette Il Passito di Corzano 2001 Corzano e Paterno Il Sole di Alessandro Colli della Toscana Centrale 2010 Castello di Querceto La Corte Colli della Toscana Centrale 2010 Castello di Querceto La Ricolma Merlot di Toscana 2011 San Giusto a Rentennano Le Barche di Bacchereto Toscana Merlot 2012 Pratesi Lienà Cabernet Franc Toscana 2011 Chiappini Luia Merlot Toscana 2011 Tenuta della Luia Magnacosta Toscana 2012 Trinoro Maremma Toscana Merlot Baffonero 2012 Rocca di Frassinello Masseto Toscana 2011 Ornellaia e Masseto Matarocchio Maremma Toscana 2011 Guado al Tasso Mega Toscana Rosso 2011 Renieri Messorio Rosso Toscana 2011 Le Macchiole Monteregio di Massa Marittima Rosso Riserva Fabula 2011 Montebelli Montesodi del Castello di Nipozzano Toscana 2011 Frescobaldi Monteverro Chardonnay Toscana 2011 Monteverro Monteverro Tinata Toscana Rosso 2011 Monteverro Monteverro Toscana Rosso 2011 Monteverro Muralia Maremma Toscana 2010 Muralia Nardo Toscana 2011 Montepeloso Orcia Rosso Frasi 2010 Capitoni Marco Azienda Agraria Orcia Rosso Petrucci 2011 Podere Forte Oreno Toscana Rosso 2011 Sette Ponti Orma Rosso Toscana 2011 Orma Palazzi Toscana Rosso 2012 Trinoro Paléo Rosso Toscana 2011 Le Macchiole Paterno II Toscana 2010 Paradiso Percarlo Sangiovese di Toscana 2011 San Giusto a Rentennano Pitis Toscana Syrah 2011 La Fralluca Poggio ai Chiari Toscana Sangiovese 2007 Colle Santa Mustiola Poggio de’ Colli Toscana Cabernet Franc 2012 Piaggia Poggio Granoni Toscana 2011 Castello di Farnetella Renicci Toscana 2008 Renicci Rossombroso Toscana Merlot 2011 Solatione Saxa Calida Toscana 2011 Paradiso Scrio 11 Rosso Toscana 2011 Le Macchiole Selezione Toscana Cabernet Franc 2011 La Fralluca Sòdole Toscana 2010 Guicciardini Strozzi Soffocone di Vincigliata Toscana Rosso 2012 Testamatta di Bibi Graetz Solaia Toscana 2011 Antinori Sondrete Passito Toscana 2005 La Regola Sorpasso Rosso di Toscana 2010 Fortulla Suisassi Costa Toscana Rosso 2011 Duemani Taffetà Toscana Rosso 2010 Poggiopiano Tenuta di Trinoro Toscano Rosso 2012 Trinoro Terre di Pisa Rosso Nambrot 2011 Ghizzano Testamatta Toscana Rosso 2011 Testamatta di Bibi Graetz Tignanello Toscana 2011 Antinori Val di Cornia Aleatico Sciatà 2012 Banti Jacopo Val di Cornia Cabernet Il Peccato 2011 Banti Jacopo Val di Cornia Cabernet Sauvignon Okenio 2009 Terradonnà Val di Cornia Ciliegiolo Trafui 2011 Banti Jacopo Val di Cornia Ciliegiolo Trafui 60 2009 Banti Jacopo Val di Cornia Suvereto Merlot I’Rennero 2011 Gualdo del Re Vin San Giusto 2006 San Giusto a Rentennano Vin San Laurentino Toscana 2005 Castello di Bossi Vin Santo del Chianti Classico 2005 Isole e Olena Vin Santo di Montepulciano 2005 Villa S. Anna Vino Nobile di Montepulciano Antica Chiusina 2009 Fattoria del Cerro – Saiagricola Vino Nobile di Montepulciano Asinone 2011 Poliziano Vino Nobile di Montepulciano Riserva 2010 Boscarelli Vino Nobile di Montepulciano Riserva Vallocaia 2010 Bindella Vino Nobile di Montepulciano Riserva Vitaroccia 2010 Icario Vox Loci Syrah Toscana Rosso 2010 Batzella Marche Chaos Marche Rosso 2009 Le Terrazze Conero Riserva Nerone 2011 Terre Cortesi Moncaro I2 Marche Rosso 2012 Veneranda Vite Il Pollenza Marche Rosso 2011 Il Pollenza Khorakhané Pharus Marche Rosso 2007 Colli Ripani Kupra Marche Rosso 2011 Oasi degli Angeli Lu Kont Marche Rosso 2011 Il Conte – Villa Prandone Offida Rosso Leo Ripanus Pharus 2008 Colli Ripani Offida Rosso Ludi 2011 Velenosi Pregio del Conte Marche Rosso 2012 Saladini Pilastri Rosso Piceno Superiore Laudi 2010 Cherri d’Acquaviva Rosso Piceno Superiore Roggio del Filare 2011 Velenosi Umbria Campoleone Umbria Rosso 2011 Lamborghini Cervaro della Sala Umbria Bianco 2012 Castello della Sala Crovèllo Merlot Cabernet Umbria 2010 Poggio Bertaio Marciliano Umbria 2011 Falesco Montefalco Rosso Riserva 2010 Arnaldo Caprai Montefalco Rosso Vigna Flaminia Maremmana 2011 Arnaldo Caprai Montefalco Sagrantino 2011 Bocale Montefalco Sagrantino 2010 Perticaia Montefalco Sagrantino 2009 Scacciadiavoli Montefalco Sagrantino 25 Anni 2010 Arnaldo Caprai Montefalco Sagrantino Campo alla Cerqua 2010 Tabarrini Montefalco Sagrantino Carapace 2009 Castelbuono Montefalco Sagrantino Colle alle Macchie 2010 Tabarrini Montefalco Sagrantino Collepiano 2010 Arnaldo Caprai Montefalco Sagrantino della Cima 2010 Villa Mongalli Montefalco Sagrantino Passito Semèle 2010 Signae di Cesarini Sartori Fiorella Montefalco Sagrantino RC2 2010 Falesco Montiano Lazio 2012 Falesco Muffato della Sala Umbria 2009 Castello della Sala Pinot Nero Umbria 2012 Castello della Sala Villa Monticelli Moscato Passito dell’Umbria 2009 Barberani Lazio Perseide Lazio Rosso 2011 Lupo Abruzzo Edizione Cinque Autoctoni 2011 Farnese Vini Liburnio Cabernet Colli Aprutini 2010 Orlandi Contucci Ponno Marina Cvetic Cabernet Sauvignon Colline Teatine 2006 Masciarelli Tenute Agricole Montepulciano d’Abruzzo Colline Teramane 2010 Farnese Vini Montepulciano d’Abruzzo Colline Teramane La Regia Specula 2011 Orlandi Contucci Ponno Montepulciano d’Abruzzo Colline Teramane Oinos 2010 San Lorenzo Montepulciano d’Abruzzo Colline Teramane Riserva Escol 2009 San Lorenzo Montepulciano d’Abruzzo Colline Teramane Vizzarro 2010 Cornacchia Montepulciano d’Abruzzo Harimann 2008 Pasetti Montepulciano d’Abruzzo Riserva Pan 2010 Bosco Nestore Montepulciano d’Abruzzo Terre di Casauria Riserva San Clemente 2011 Zaccagnini Ciccio Montepulciano d’Abruzzo Villa Gemma 2008 Masciarelli Tenute Agricole Montepulciano d’Abruzzo Yume 2010 Caldora Vini Molise Molise Aglianico Riserva Contado 2012 Di Majo Norante Campania Aglianico del Taburno Riserva Terra di Rivolta 2011 La Rivolta Costa d’Amalfi Furore Rosso Riserva 2011 Cuomo Marisa Fiano di Avellino Exultet 2012 Quintodecimo Guardiolo Aglianico Riserva Cantari 2011 La Guardiense Irpinia Aglianico Sesto a Quinconce 2009 Vinosia Irpinia Aglianico Terra d’Eclano 2011 Quintodecimo Montevetrano Colli di Salerno Rosso 2012 Montevetrano Omaggio a Gillo Dorfles Paestum Aglianico 2011 San Salvatore Piancastelli Terre del Volturno 2011 Terre del Principe Suavemente Campania Bianco 2013 Sanpaolo Taurasi 2010 Villa Raiano Taurasi Coste 2009 Contrade di Taurasi Taurasi Riserva Piano di Montevergine 2009 Feudi di San Gregorio Taurasi Riserva Radici 2008 Mastroberardino Taurasi Riserva Terzotratto Etichetta Bianca 2008 I Favati Taurasi Vigna Macchia dei Goti 2010 Caggiano Antonio Taurasi Vigna Quattro Confini 2010 Ferrara Benito Taurasi Vigne d’Alto 2009 Contrade di Taurasi Terra di Lavoro Campania 2012 Galardi Basilicata Aglianico del Vulture Basilisco 2011 Basilisco Aglianico del Vulture La Firma 2011 Cantine del Notaio Aglianico del Vulture Piano del Cerro 2009 Vigneti del Vulture Aglianico del Vulture Riserva Don Anselmo 2010 Paternoster Puglia Castel del Monte Aglianico Bocca di Lupo 2011 Tormaresca Gioia del Colle Primitivo Muro Sant’Angelo Contrada Barbatto 2011 Chiaromonte Gioia del Colle Primitivo Polvanera 17 2011 Polvanera Graticciaia Salento Rosso 2010 Vallone Nigredo Primitivo Puglia 2012 Chiaromonte Pier delle Vigne Rosso Murgia 2010 Botromagno Vigneti & Cantine Primitivo di Manduria ES 2012 Fino Gianfranco Primitivo di Manduria Sessantanni 2011 San Marzano Primitivo di Manduria Tretarante 2010 Mille Una Rasciatano Nero di Troia Puglia 2011 Rasciatano Shahrazad Primitivo Salento 2011 Mille Una Torcicoda Primitivo Salento 2012 Tormaresca Calabria Doro Bè Val di Neto Passito 2008 Ceraudo Roberto Sicilia Capofaro Salina Passito 2013 Tasca d’Almerita Contea di Sclafani Rosso del Conte 2010 Tasca d’Almerita Contessa Entellina Rosso Mille e Una Notte 2009 Donnafugata Contrada C (Chiappemacine) Terre Siciliane Rosso 2012 Passopisciaro Contrada G (Guardiola) Terre Siciliane Rosso 2012 Passopisciaro Contrada P (Porcaria) Terre Siciliane Rosso 2012 Passopisciaro Contrada S (Sciaranuova) Terre Siciliane Rosso 2012 Passopisciaro Etna Bianco Cuvée delle Vigne Niche 2012 Terre Nere Etna Rosso 2011 Enò – Trio Etna Rosso 1815 2011 Scilio Etna Rosso Arcuria 2012 Graci Etna Rosso Calderara Sottana 2012 Terre Nere Etna Rosso Cirneco Terrazze dell’Etna 2011 Terrazze dell’Etna Etna Rosso Feudo di Mezzo 2012 Russo Girolamo Etna Rosso Feudo di Mezzo Il Quadro delle Rose 2012 Terre Nere Etna Rosso Guardiola 2012 Terre Nere Etna Rosso Prephilloxera Vigneto di Don Peppino 2012 Terre Nere Etna Rosso San Lorenzo 2012 Russo Girolamo Etna Rosso Santo Spirito 2012 Terre Nere Etna Rosso Vigna Barbagalli 2011 Pietradolce Faro Palari 2011 Palari Franchetti Rosso Terre Siciliane 2012 Passopisciaro Marsala Vergine Oro Riserva Baglio Florio 2001 Florio Moscato dello Zucco Sicilia 2010 Cusumano Passito di Noto 2012 Planeta Passito di Pantelleria Ben Ryé 2012 Donnafugata Sicilia Rosso Mahâris 2012 Feudo Maccari Sicilia Rosso Ribeca 2012 Firriato Sicilia Rosso Sàgana 2012 Cusumano Tascante Nerello Mascalese Sicilia 2011 Tasca d’Almerita Sardegna Carignano del Sulcis Superiore Terre Brune 2010 Cantina Santadi Latinia 2008 Cantina Santadi Mantènghja Isola dei Nuraghi Rosso 2009 Capichera Santigaini Isola dei Nuraghi Bianco 2010 Capichera Turriga Isola dei Nuraghi 2010 Argiolas Vernaccia di Oristano Antico Gregori s.a. Còntini Attilio

Tutti i Tre bicchieri 2015 e i Premi Speciali del Gambero Rosso

Tutti i Tre bicchieri 2015 e i Premi Speciali del Gambero Rosso

Tutti i vini che hanno ottenuto il massimo riconoscimento di eccellenza sulla nuova guida Vini d’Italia 2015. I Tre bicchieri 2015 sono 423. L'edizione numero 28 della diffusissima pubblicazione sul vino italiano è frutto di 45mila campioni assaggiati da un team di oltre sessanta esperti, 2.402 aziende recensite, oltre 20mila vini recensiti e un volume di 328 pagine. Il Piemonte ha il maggior numero di Tre bicchieri 2015. Seconda posizione la Toscana seconda con 72 eccellenze e terza per il Veneto con 36 Tre Bicchieri 2015. Premi Speciali I MIGLIORI VINI DELL’ANNO Rosso dell'anno: Barolo Villero Ris. ’07 - Vietti Bianco dell'anno: Trebbiano d’Abruzzo V. Di Capestrano ’12 - Valle Reale Bollicine dell'anno: Brut Cl. Nature - Monsupello Dolce dell'anno: Vin Santo di Carmignano Ris. ’07 - Tenuta di Capezzana CANTINA DELL’ANNO Tenuta Sette Ponti MIGLIOR RAPPORTO QUALITA’/PREZZO Custoza Sup. Ca’ del Magro ’12 – Monte del Frà VITICOLTORE DELL’ANNO Giuseppe Gabbas CANTINA EMERGENTE Tiare - Roberto Snidarcig PREMIO PER LA VITIVINICOLTURA SOSTENIBILE Barone Pizzini “Tre bicchieri” Gambero Rosso 2015 Tre Bicchieri 2015 Sicilia (19) Molti i vini premiati d’eccellenza (erano 19 anche sull’edizione 2014 della guida) e il buono stato di salute della sua vitivinicoltura, complice anche l’introduzione della Doc Sicilia che ha reso la Trinacria ancora più forte e riconoscibile come brand. L’enologia siciliana riserva molta attenzione al grande patrimonio dei vitigni autoctoni con l’Etna protagonista. Etna Rosso 2011 Cottanera Sàgana 2012 Cusumano Moscato dello Zucco 2010 Cusumano Passito di Pantelleria Ben Ryé 2012 Donnafugata Etna Bianco A’ Puddara 2012 Fessina Nero d’Avola Versace 2012 Feudi del Pisciotto Saia 2012 Feudo Maccari Deliella 2012 Feudo Principi di Butera Santagostino Rosso Baglio Sorìa 2012 Firriato Etna Rosso Arcurìa 2012 Graci Malvasia delle Lipari Ris. 2011 Hauner Il Frappato 2012 Occhipinti Faro Palari 2011 Palari Etna Rosso V. Barbagalli 2011 Pietradolce Cerasuolo di Vittoria Cl. Dorilli 2012 Planeta Alcamo Beleda 2013 Rallo Etna Rosso ‘A Rina 2012 Russo Contea di Sclafani Rosso del Conte 2010 Tasca d’Almerita Etna Rosso Santo Spirito 2012 Tenuta delle Terre Nere Tre Bicchieri 2015 Alto Adige (28) L' Alto Adige è una regione dinamica in continuo movimento, inoltre arrivano in commercio i primi supervini, testimonianza del coraggio ritrovato dal mondo produttivo atesino. A. A. Anthos Bianco Passito 2010 Erste+Neue A. A. Cabernet Löwengang 2010 Lageder + Tenute Lageder A. A. Cabernet Sauvignon Lafòa 2011 Colterenzio A. A. Gewürztraminer Auratus Crescendo 2013 Ritterhof A. A. Gewürztraminer Kastelaz 2013 Walch A. A. Gewürztraminer Nussbaumer 2013 Tramin A. A. Lago di Caldaro Scelto Cl. Sup. Pfarrhof 2013 Caldaro A. A. Lagrein Abtei Muri Ris. 2011 Muri-Gries A. A. Lagrein Ris. 2011 Erbhof Unterganzner - Josephus Mayr A. A. Lagrein Taber Ris. 2012 Bolzano A. A. Moscato Rosa 2012 Haas A. A. Müller Thurgau Feldmarschall von Fenner zu Fennberg 2012 Tiefenbrunner A. A. Pinot Bianco Sirmian 2013 Nals Margreid A. A. Pinot Nero Trattmann Mazzon Ris. 2011 Girlan A. A. Santa Maddalena Cl. Antheos 2013 Waldgries A. A. Sauvignon Praesulis 2013 Gumphof - Markus Prackwieser A. A. Sauvignon St. Valentin 2013 San Michele Appiano A. A. Terlano Nova Domus Ris. 2011 Terlano A. A. Terlano Pinot Bianco Eichhorn 2013 Manincor A. A. Terlano Pinot Bianco Vorberg Ris. 2011 Terlano A. A. Val Venosta Pinot Bianco Sonnenberg 2013 Meran Burggräfler A. A. Val Venosta Riesling 2013 Falkenstein - Franz Pratzner A. A. Valle Isarco Pinot Grigio 2013 Köfererhof - Günther Kershbaumer A. A. Valle Isarco Sylvaner 2013 Kuenhof - Peter Pliger A. A. Valle Isarco Sylvaner 2013 Pacherhof - Andreas Huber A. A. Valle Isarco Veltliner Praepositus 2012 Abbazia di Novacella A. A. Valle Venosta Pinot Bianco 2013 Stachlburg - Baron von Kripp A. A. Valle Venosta Pinot Bianco Castel Juval 2013 Unterortl - Castel Juval Tre Bicchieri 2015 Puglia (12) L’enologia pugliese è in continua crescita, come testimoniano i riconoscimenti ricevuti dai vini di varie aree vinicole della regione. Castel del Monte Rosso Bolonero 2012 Torrevento Castel del Monte Rosso Trentangeli 2011 Tormaresca Gioia del Colle Primitivo 17 Vign. Montevella 2011 Polvanera Gioia del Colle Primitivo Et. Nera C.da San Pietro 2012 Plantamura Gioia del Colle Primitivo Marpione Ris. 2010 Viglione Gioia del Colle Primitivo Muro Sant'Angelo Contrada Barbatto 2011 Chiaromonte Negroamaro 2011 Carvinea Primitivo di Manduria Es 2012 Fino Primitivo di Manduria Giravolta 2012 Racemi Salice Salentino Rosso Per Lui Ris. 2012 Leone de Castris Salice Salentino Rosso Selvarossa Ris. 2011 Due Palme Torre Testa 2012 Rubino Tre Bicchieri 2015 Molise (2) e Calabria (4) Il territorio inizia a diventare protagonista. In Calabria ci sono viticoltori che hanno sulla ricerca, nei vigneti e in cantina e che oggi riscontrano un netto miglioramento della qualità e della continuità produttiva. Tre Bicchieri 2015 Molise Aglianico 2010 Borgo di Colloredo Molise Rosso Don Luigi Ris. 2011 Di Majo Norante Tre Bicchieri 2015 Calabria Grisara 2013 Ceraudo Magno Megonio 2012 Librandi Masino 2012 iGreco Moscato Passito 2013 Viola Tre Bicchieri 2015 Lombardia (23) In Lombardia spiccano il Franciacorta e l'Oltrepò Pavese. Poi ci sono Valtellina e bresciano e molto altro da scoprire. Un quadro d’insieme positivo. Brut 'More 2010 Castello di Cigognola Brut Cl. Nature Monsupello Franciacorta Brut Cuvée Alma Bellavista Franciacorta Brut Nature Barone Pizzini Franciacorta Collezione Grandi Cru 2008 Cavalleri Franciacorta Extra Brut 2008 Lo Sparviere Franciacorta Extra Brut Cuvée Annamaria Clementi Rosé Ris. 2006 Ca' del Bosco Franciacorta Extra Brut EBB 2009 Il Mosnel Franciacorta Extra Brut Lucrezia Et. Nera 2004 Castello Bonomi Franciacorta Pas Dosé 33 Ris. 2007 Ferghettina Franciacorta Satèn Palazzo Lana 2006 Berlucchi & C. Lugana Brolettino 2012 Ca' dei Frati Lugana Molin 2013 Provenza - Cà Maiol OP Cruasé Oltrenero Tenuta Il Bosco OP Pinot Nero Brut Cl. 1870 2010 F.lli Giorgi OP Pinot Nero Brut Cl. Conti Vistarino 1865 2008 Conte Vistarino OP Pinot Nero Giorgio Odero 2011 Frecciarossa OP Rosso Cavariola Ris. 2010 Bruno Verdi Valtellina Sforzato Ronco del Picchio 2010 Sandro Fay Valtellina Sfursat C. Negri 2011 Nino Negri Valtellina Sfursat Fruttaio Ca' Rizzieri 2010 Aldo Rainoldi Valtellina Sup. Dirupi Ris. 2011 Dirupi Valtellina Sup. Sassella Stella Retica Ris. 2010 Ar.Pe.Pe. Tre Bicchieri 2015 Valle d'Aosta (5) Valle d'Aosta presenta un panorama vivace, con la nascita costante di nuove aziende e nuovi investimenti. Valle d'Aosta Chambave Moscato Passito Prieuré 2012 Crotta di Vegneron Valle d'Aosta Chambave Muscat 2012 Vrille Valle d'Aosta Fumin 2012 Ottin Valle d'Aosta Petite Arvine 2013 Le Crêtes Valle d'Aosta Pinot Gris 2013 Lo Triolet Tre Bicchieri 2015 Basilicata (4) La star campana è ancora l'Aglianico del Vulture, ma le denominazioni crescono, con loro i produttori determinati a fare qualità e sfruttare le potenzialità della regione Aglianico del Vulture Il Repertorio 2012 Cantine del Notaio Aglianico del Vulture Re Manfredi 2011 Terre degli Svevi Aglianico del Vulture Rotondo 2011 Paternoster Aglianico del Vulture Titolo 2012 Fucci Tre Bicchieri 2015 Liguria (7) La Liguria del vino cresce con vini unici che racchiudono i tanti sapori del Mediterraneo. Cinque Terre 2013 Bonanini Colli di Luni Vermentino Et. Nera 2013 Lunae Bosoni Colli di Luni Vermentino Il Maggiore 2013 Lambruschi Dolceacqua Bricco Arcagna 2012 Terre Bianche Dolceacqua Galeae 2013 Ka' Manciné Riviera Ligure di Ponente Pigato Cycnus 2013 Poggio dei Gorleri Riviera Ligure di Ponente Pigato U Baccan 2012 Bruna Tre Bicchieri 2015 Sardegna (13) La qualità media della Sardegna del vino è ormai alta. Eccellenti i bianchi come il vermentino di Gallura e Ottima prestazione anche per i rossi come il Cannonau di Sardegna d’annata. Alghero Marchese di Villamarina 2009 Sella & Mosca Barrile 2011 Contini Cannonau di Sardegna Barrosu Franzisca Ris. 2011 Montisci Cannonau di Sardegna Cl. Dule 2011 Gabbas Cannonau di Sardegna Ris. 2012 Pala Capichera 2012 Capichera Carignano del Sulcis 2010 6Mura - Cantina Giba Carignano del Sulcis Sup. Arruga 2009 Sardus Pater Carignano del Sulcis Sup. Terre Brune 2010 Santadi Mandrolisai Sup. Antiogu 2011 Fradiles Turriga 2010 Argiolas Vermentino di Gallura Sup. Sciala 2013 Surrau Vermentino di Gallura Sup. Sienda 2013 Mura Tre Bicchieri 2015 Lazio (7) In Lazio sono emerse nuove realtà e situazioni che promettono bene per il futuro: la valorizzazione del Grechetto, la crescita in senso qualitativo del Frascati, la rinascita della produzione di valore nell’isola di Ponza. Biancolella Faro della Guardia 2013 Casale del Giglio Cesanese del Piglio Sup. Hernicus 2012 Coletti Conti Fiorano Bianco 2012 Tenuta di Fiorano Frascati Sup. Epos 2013 Poggio Le Volpi Frascati Sup. Poggio Verde 2013 Pallavicini Grechetto Latour a Civitella 2011 Mottura Montiano2012 Falesco Tre Bicchieri 2015 Trentino (10) In Trentino ci sono grandi cooperative e i marchi internazionali che si meritano un posto nel mercato internazionale e piccole medie aziende votate all'espressione più pura e naturale possibile delle loro uve da vigne di montagna. La lingua è la stessa: qualità e ricerca della tipicità e dell’eleganza. San Leonardo 2008 San Leonardo Teroldego Rotaliano Vigilius 2012 De Vescovi Ulzbach Trentino Müller Thurgau V. delle Forche 2013 La Vis/Valle di Cembra Trento Brut Giulio Ferrari Riserva del Fondatore 2004 Ferrari Trento Brut Letrari Ris. 2009 Letrari Trento Brut Methius Ris. 2008 F.lli Dorigati Trento Domìni Nero 2009 Abate Nero Trento Mach Riserva del Fondatore 2009 San Michele all'Adige Trento Pas Dosé Balter Ris. 2009 Nicola Balter Trento Rotari Flavio Ris. 2007 MezzaCorona Tre Bicchieri 2015 Abruzzo (15) I vini d'Abruzzo sono molto eterogenei per provenienza, ma simili per qualità. Il Montepulciano d’Abruzzo è un rosso sempre più ritmico e tradizionale, il Trebbiano torna a essere davvero d’Abruzzo, con vini eleganti, capaci di invecchiamenti strepitosi. Il Pecorino dimostra di essere un grande vitigno. Abruzzo Pecorino 2013 I Fauri Abruzzo Pecorino Nativae 2013 Tenuta Ulisse Amorino 2010 Castorani Montepulciano d'Abruzzo Montepulciano d'Abruzzo Cocciapazza 2011 Torre dei Beati Montepulciano d'Abruzzo Colline Teramane Zanna Ris. 2010 Dino Illuminati Montepulciano d'Abruzzo Malandrino 2012 Luigi Cataldi Madonna Montepulciano d'Abruzzo Marina Cvetic 2011 Masciarelli Montepulciano d'Abruzzo Prologo 2012 Nicoletta De Fermo Montepulciano d'Abruzzo Rosso del Duca 2012 Villa Medoro Montepulciano d'Abruzzo S. Clemente Ris. 2011 Ciccio Zaccagnini Montepulciano d'Abruzzo Spelt Ris. 2010 La Valentina Pecorino 2013 Tiberio Trebbiano d'Abruzzo 2010 Valentini Trebbiano d'Abruzzo C'Incanta 2011 Cantina Tollo Trebbiano d'Abruzzo V. di Capestrano 2012 Valle Reale Tre Bicchieri 2015 Umbria (11) L’Umbria cresce con un percorso qualitativo costante con una rinnovata capacità di realizzare bottiglie originali. La regione ha imboccato la via dei vitigni autoctoni: i Grechetto, i Trebbiano (specie Spoletino), le Malvasia, il Ciliegiolo, i Trasimeno Gamay, forse i Grero di domani. Cervaro della Sala 2012 Castello della Sala Colle Ozio Grechetto 2012 Leonardo Bussoletti Montefalco Sagrantino 2010 Perticaia Montefalco Sagrantino 2009 Antonelli - San Marco Montefalco Sagrantino 2010 Romanelli Montefalco Sagrantino 25 Anni 2010 Arnaldo Caprai Montefalco Sagrantino Campo alla Cerqua 2010 Giampaolo Tabarrini Montefalco Sagrantino Collenottolo 2010 Tenuta Bellafonte Montefalco Sagrantino Della Cima 2010 Villa Mongalli Orvieto Cl. Sup. Luigi e Giovanna Villa Monticelli 2011 Barberani Torgiano Rosso V. Monticchio Ris. 2009 Lungarotti Tre Bicchieri 2015 Marche (17) Nelle Marche sembrano spiccare a nord il bianco, al sud quasi esclusivamente rosso. Castelli di Jesi Verdicchio Cl. Crisio Ris. 2012 CasalFarneto Castelli di Jesi Verdicchio Cl. Il Cantico della Figura Ris. 2011 Andrea Felici Castelli di Jesi Verdicchio Cl. Villa Bucci Ris. 2012 Bucci Il Pollenza 2011 Il Pollenza Offida Pecorino Artemisia 2013 Tenuta Spinelli Offida Rosso Barricadiero 2011 Aurora Offida Rosso Grifola 2011 Poderi San Lazzaro Piceno Morellone 2008 Le Caniette Rosso Piceno Sup. Roggio del Filare 2011 Velenosi Verdicchio dei Castelli di Jesi Cl. Sup. Capovolto 2013 La Marca di San Michele Verdicchio dei Castelli di Jesi Cl. Sup. Il Priore 2012 Sparapani - Frati Bianchi Verdicchio dei Castelli di Jesi Cl. Sup. Misco 2013 Tenuta di Tavignano Verdicchio dei Castelli di Jesi Cl. Sup. Podium 2012 Gioacchino Garofoli Verdicchio dei Castelli di Jesi Cl. Sup. Vecchie Vigne 2012 Umani Ronchi Verdicchio di Matelica Collestefano 2013 Collestefano Verdicchio di Matelica Jera Ris. 2010 Borgo Paglianetto Verdicchio di Matelica Mirum Ris. 2012 La Monacesca Tre Bicchieri 2015 Emilia Romagna (12) È il Lambrusco il protagonista della regione. Un successo crescente anche per il Sorbara. Il Sangiovese resta l’indiscusso cardine della Romagna . Il Pignoletto è un altro caso di successo. Lambrusco di Sorbara Radice 2013 Gianfranco Paltrinieri Lambrusco di Sorbara Rimosso 2013 Cantina della Volta Lambrusco di Sorbara Secco Omaggio a Gino Friedmann 2013 Cantina Sociale di Carpi e Sorbara Lambrusco di Sorbara V. del Cristo 2013 Cavicchioli U. & Figli Lambrusco di Sorbara Vecchia Modena Premium 2013 Chiarli 1860 Poggio Tura 2010 Vigne dei Boschi Reggiano Lambrusco Concerto 2013 Ermete Medici & Figli Sangiovese di Romagna I Probi di Papiano Ris. 2011 Villa Papiano Sangiovese di Romagna Predappio di Predappio V. del Generale 2011 Fattoria Nicolucci Sangiovese di Romagna San Vicinio Monte Sasso 2012 Braschi Sangiovese di Romagna Sup. Pietramora Ris. 2011 Fattoria Zerbina Sangiovese di Romagna V. 1922 Ris. 2011 Torre San Martino Tre Bicchieri 2015 Campania (20) La Campania è caratterizzata dalla frammentazione di territori con culture produttive, esposizioni e formazioni geologiche diverse. Un potenziale ancora inesplorato, come la loro diffusa capacità di sfidare il tempo. Campi Flegrei Falanghina 2013 La Sibilla Cilento Fiano Pietraincatenata 2012 Luigi Maffini Costa d'Amalfi Bianco Puntacroce 2013 Raffaele Palma Fiano di Avellino 2013 Colli di Lapio Fiano di Avellino 2012 Rocca del Principe Fiano di Avellino 2013 Pietracupa Fiano di Avellino Béchar 2013 Antonio Caggiano Fiano di Avellino Pietramara 2013 I Favati Greco di Tufo Claudio Quarta 2012 Sanpaolo - Magistravini Greco di Tufo V. Cicogna 2013 Benito Ferrara Grecomusc' 2012 Contrade di Taurasi Montevetrano 2012 Montevetrano Pian di Stio 2013 San Salvatore Sabbie di Sopra il Bosco 2012 Nanni Copè Sannio Falanghina Fois 2013 Cautiero Sannio Falanghina Janare 2013 La Guardiense Sannio Falanghina Svelato 2013 Terre Stregate Taburno Falanghina 2013 Fontanavecchia Taurasi 2010 Urciuolo Taurasi Ris. 2006 Perillo Tre Bicchieri 2015 Friuli Venezia Giulia (27) È una regione di grandi bianchi e uno straordinario laboratorio che, ha esplorato nuove strade ed elaborato tendenze poi raccolte in altri angoli d'Italia. Carso Vitovska V. Collezione 2009 Zidarich COF Ellegri 2013 Ronchi di Manzano COF Pinot Grigio 2013 Torre Rosazza COF Rosso Sacrisassi 2012 Le Due Terre COF Sauvignon Zuc di Volpe 2013 Volpe Pasini Collio 2013 Ronco Blanchis Collio Bianco Broy 2013 Collavini Collio Chardonnay Gmajne 2011 Primosic Collio Friulano 2013 Schiopetto Collio Friulano Manditocai 2012 Livon Collio Malvasia 2013 Doro Princic Collio Malvasia 2013 Ronco dei Tassi Collio Pinot Bianco 2013 Franco Toros Collio Pinot Bianco 2013 Castello di Spessa Collio Pinot Bianco 2013 Picéch Collio Sauvignon 2013 Tiare - Roberto Snidarcig Collio Sauvignon Ronco delle Mele 2013 Venica & Venica Friuli Grave Pinot Bianco 2013 Le Monde Friuli Isonzo Friulano Dolée 2012 Vie di Romans Friuli Isonzo Pinot Grigio Gris 2012 Lis Neris Malvasia 2010 Damijan Podversic Noans 2012 Tunella Ograde 2012 Skerk Rosazzo Bianco Terre Alte 2012 Livio Felluga Severo Bianco 2012 Ronco Severo Vintage Tunina 2012 Jermann W.... Dreams.... 2012 Jermann Tre Bicchieri 2015 Veneto (36) Amarone, Valpolicella Superiore , Custoza, Soave, Prosecco: I Tre Bicchieri del Veneto premiano vini di 10 annate diverse. L'Amarone è sempre il più premiato, la Valpolicella Superiore trova espressioni più identitarie. Il Custoza è ormai uno dei grandi bianchi della regione, insieme al Soave. Molte aziende sanno esaltare la delicata ed effervescente aromaticità del Prosecco. Amarone della Valpolicella 2010 Corte Sant'Alda Amarone della Valpolicella Campo dei Gigli 2010 Tenuta Sant'Antonio Amarone della Valpolicella Cl. 2010 Allegrini Amarone della Valpolicella Cl. 2010 Brigaldara Amarone della Valpolicella Cl. Caloetto 2006 Le Ragose Amarone della Valpolicella Cl. Casa dei Bepi 2009 Viviani Amarone della Valpolicella Cl. Costasera Ris. 2009 Masi Amarone della Valpolicella Cl. La Mattonara Ris. 2003 Zymè Amarone della Valpolicella Cl. S. Rocco Domini Veneti 2008 Cantina Valpolicella Negrar Amarone della Valpolicella Cl. Vign. Monte Ca' Bianca 2009 Lorenzo Begali Bardolino Cl. Brol Grande 2012 Le Fraghe Brut Grave di Stecca 2011 Nino Franco Cartizze V. La Rivetta Villa Sandi Colli Euganei Cabernet Borgo delle Casette Ris. 2010 Il Filò delle Vigne Colli Euganei Rosso Gemola 2008 Vignalta Colli Euganei Rosso Serro 2011 Il Mottolo Cristina V. T. 2011 Roeno Custoza Mael 2013 Corte Gardoni Custoza Sup. Amedeo 2012 Cavalchina Custoza Sup. Ca' del Magro 2012 Monte del Frà Lugana Molceo Ris. 2012 Ottella Montello e Colli Asolani Il Rosso dell'Abazia 2011 Serafini & Vidotto Recioto della Valpolicella Cl. Uva Passa 2011 Villa Bellini Soave Cl. Campo Vulcano 2013 I Campi Soave Cl. La Rocca 2012 Leonildo Pieropan Soave Cl. Monte Carbonare 2012 Suavia Soave Cl. Monte Fiorentine 2013 Ca' Rugate Soave Sup. Il Casale 2013 Agostino Vicentini Valdobbiadene Brut Particella 68 2013 Sorelle Bronca Valdobbiadene Brut Rive di Col San Martino Cuvée del Fondatore Graziano Merotto 2013 Merotto Valdobbiadene Brut Vecchie Viti 2013 Ruggeri & C. Valdobbiadene Rive di Farra di Soligo Brut Col Credas 2013 Adami Valpolicella Cl. Sup. Camporenzo 2011 Monte dall'Ora Valpolicella Sup. 2012 Musella Valpolicella Sup. 2010 Marion Valpolicella Sup. 2011 Roccolo Grassi Tre Bicchieri 2015 Toscana (72) 72 i vini toscani premiati, Grande performance del Chianti Classico, con 24 Tre Bicchieri. 11 premi in tutto a Montalcino per un’annata non brillante il 2009. Bolgheri presenta vini da un’annata, la 2011 con vini avvolgenti ed efficaci. La Maremma offre un buon Morellino dove è diffuso uno stile più elegante e di facile beva. Il Nobile conferma il suo status di territorio vocato a un Sangiovese più strutturato e tannico. Cortona Syrah 2011 Stefano Amerighi Bolgheri Sup. 2011 Tenuta Argentiera Chianti Cl. 2012 Badia a Coltibuono Chianti Cl. 2012 Bandini - Villa Pomona Brunello di Montalcino 2009 Baricci Chianti Cl. Colledilà Gran Sel. 2011 Barone Ricasoli Nobile di Montepulciano 2011 Podere Le Berne Brunello di Montalcino 2009 Biondi Santi - Tenuta Il Greppo Rossole 2012 Borgo Salcetino Nobile di Montepulciano Nocio dei Boscarelli 2010 Poderi Boscarelli Chianti Cl. Ris. 2011 Brancaia Vin Santo di Carmignano Ris. 2007 Tenuta di Capezzana Brunello di Montalcino Ris. 2008 Caprili Fontalpino Do ut des 2011 Fattoria Carpineta Brunello di Montalcino 2009 Casanova di Neri I Sodi di S. Niccolò 2010 Castellare di Castellina Chianti Cl. Il Solatio Gran Sel. 2010 Castello d’Albola Lupicaia 2010 Castello del Terriccio Chianti Cl. Ama 2011 Castello di Ama Siepi 2011 Castello di Fonterutoli Chianti Cl. V. Casi Ris. 2011 Castello di Meleto Chianti Cl. Ris. 2011 Castello di Monsanto Chianti Cl. Castello di Radda Ris. 2011 Castello di Radda Chianti Cl. Vigna La Prima Gran Sel. 2010 Castello di Vicchiomaggio Il Brecciolino 2011 Castelvecchio Coevo 2011 Famiglia Cecchi Brunello di Montalcino 2009 La Cerbaiola Montecucco Sangiovese Lombrone Ris. 2010 Colle Massari Poggio ai Chiari 2007 Colle Santa Mustiola Vernaccia di S. Gimignano Albereta Ris. 2011 Il Colombaio di Santa Chiara Cortona Syrah Il Castagno 2011 Fabrizio Dionisio Brunello di Montalcino 2009 Donna Olga Bolgheri Rosso Sup. Millepassi 2011 Donna Olimpia 1898 MCDLXV 1465 2010 Podere Fortuna Chianti Rufina V. V. Ris. 2011 Marchesi de’ Frescobaldi Bolgheri Sup. L’Alberello 2011 Podere Grattamacco Chianti Cl. Vign. di Campolungo Gran Sel. 2010 Lamole di Lamole Brunello di Montalcino V. Manapetra 2009 La Lecciaia Chianti Cl. Ris. Gran Sel. 2010 Tenuta di Lilliano Paleo Rosso 2011 Le Macchiole Brunello di Montalcino V. Loreto 2009 Mastrojanni Vernaccia di S. Gimignano Tradizionale 2012 Montenidoli Chianti Cl. Baron’Ugo Ris. 2010 Monteraponi Le Pergole Torte 2011 Montevertine Poggio alle Nane 2011 Tenuta Le Mortelle Chianti Cl. Ris. 2011 Fattoria Nittardi Orma 2011 Podere Orma Masseto 2011 Tenuta dell’Ornellaia Petra Rosso 2011 Petra Galatrona 2011 Fattoria Petrolo Carmignano Ris. 2011 Piaggia Brunello di Montalcino 2009 Pietroso Bolgheri Sup. Sondraia 2011 Poggio al Tesoro Brunello di Montalcino Altero 2009 Poggio Antico Poggiassai 2011 Poggio Bonelli Morellino di Scansano 2012 Poggio Trevvalle Nobile di Montepulciano Asinone 2011 Poliziano La Querce 2011 Le Querce Rocca di Frassinello 2012 Rocca di Frassinello Baffo Nero 2012 Rocca di Frassinello Morellino di Scansano Calestaia Ris. 2010 Roccapesta Nobile di Montepulciano Salco 2010 Salcheto Chianti Cl. Il Grigio da San Felice Gran Sel. 2010 San Felice Bolgheri Sassicaia 2011 Tenuta San Guido Bolgheri Rosso Sup. 2011 Podere Sapaio Oreno 2011 Tenuta Sette Ponti Rosso di Montalcino 2010 Stella di Campalto - Podere San Giuseppe Nobile di Montepulciano 2011 Tenute del Cerro Morellino di Scansano Madrechiesa Ris. 2011 Terenzi Picconero 2010 Tolaini Chianti Cl. 2011 Val delle Corti Colline Lucchesi Tenuta di Valgiano 2011 Tenuta di Valgiano Tre Bicchieri 2015 Piemonte (79) Il Piemonte si conferma un punto di riferimento di qualità e prestigio per il made in Italy enologico. Questa è la regione con in assoluto il maggior numero di Tre Bicchieri. Ad essere premiati gli storici grandi rossi, Barbaresco e il Barolo. Anche la qualità dei vini bianchi in crescita. Da segnalare, inoltre i tre emergenti autoctoni: Timorasso, Gavi (da uve cortese) ed Erbaluce. Tutti questi vini disegnano la mappa sensoriale ideale di un territorio unico e irripetibile. Alta Langa Brut Zero Sboccatura Tardiva Cantina Maestra 2008 Enrico Serafino Barbaresco Crichët Pajé 2005 I Paglieri - Roagna Barbaresco Currà 2010 Sottimano Barbaresco Gallina 2011 La Spinetta Barbaresco Ovello Ris. 2009 Produttori del Barbaresco Barbaresco Ovello V. Loreto 2011 Albino Rocca Barbaresco Pora 2010 Ca’ del Baio Barbaresco Rabajà 2011 Bruno Rocca Barbaresco Rabajà 2011 Giuseppe Cortese Barbaresco Rombone 2010 Florenzo Nada Barbaresco S. Stunet 2011 Piero Busso Barbaresco Serraboella 2010 F.lli Cigliuti Barbera d’Alba Bric du Luv 2012 Ca’ Viola Barbera d’Alba Vittoria 2011 Gianfranco Alessandria Barbera d’Asti Bricco dell’Uccellone 2012 Braida Barbera d’Asti Pomorosso 2011 Coppo Barbera d’Asti Sup. Nizza 2011 Tenuta Olim Bauda Barbera d’Asti Sup. Nizza Acsé 2011 Scrimaglio Barbera d’Asti Sup. Nizza Le Nicchie 2011 La Gironda Barbera d’Asti Sup. Nizza V. Dell’Angelo 2011 Cascina La Barbatella Barbera d’Asti Sup. V. La Mandorla 2012 Luigi Spertino Barbera del M.to Sup. Barabba 2010 Iuli Barbera del M.to Sup. Bricco Battista 2011 Giulio Accornero e Figli Barolo 2010 Bartolo Mascarello Barolo 2010 Cascina Fontana Barolo Arborina 2010 Mauro Veglio Barolo Brea V. Ca’ Mia 2010 Brovia Barolo Bricco delle Viole 2010 G. D. Vajra Barolo Bricco Manzoni 2010 Silvio Grasso Barolo Bricco Pernice 2009 Elvio Cogno Barolo Broglio Ris. 2008 Schiavenza Barolo Brunate 2010 Damilano Barolo Bussia Romirasco 2010 Aldo Conterno Barolo Bussia V. Mondoca Ris. 2008 Poderi e Cantine Oddero Barolo Cannubi 2010 Marchesi di Barolo Barolo Cannubi 2010 E. Pira & Figli - Chiara Boschis Barolo Cannubi 2010 Poderi Luigi Einaudi Barolo Cannubi Boschis 2010 Luciano Sandrone Barolo Cerequio 2010 Michele Chiarlo Barolo Francia 2010 Giacomo Conterno Barolo Ginestra 2010 Paolo Conterno Barolo Gramolere 2010 F.lli Alessandria Barolo Lazzarito Ris. 2008 Ettore Germano Barolo Le Rocche del Falletto Ris. 2008 Bruno Giacosa Barolo Monprivato 2009 Giuseppe Mascarello e Figlio Barolo Monvigliero 2009 Bel Colle Barolo Monvigliero 2010 G. B. Burlotto Barolo Ornato 2010 Pio Cesare Barolo Resa 56 2010 Brandini Barolo Rocche dell’Annunziata 2010 Renato Corino Barolo Rocche dell’Annunziata Ris. 2008 Paolo Scavino Barolo Serra 2010 Giovanni Rosso Barolo V. Rionda Ris. 2008 Massolino Barolo Villero Ris. 2007 Vietti Boca 2010 Le Piane Bramaterra 2010 Odilio Antoniotti Nebbiolo d’Alba Cumot 2011 Bricco Maiolica Carema Et. Nera 2009 Ferrando Colli Tortonesi Barbera Elisa 2011 La Colombera Colli Tortonesi Timorasso Fausto 2012 Vigne Marina Coppi Colli Tortonesi Timorasso Martin 2012 Franco M. Martinetti Colli Tortonesi Timorasso Pitasso 2012 Claudio Mariotto Costa del Vento 2012 Vigneti Massa Dogliani Papà Celso 2013 Abbona Dogliani Sup. San Bernardo 2011 Anna Maria Abbona Dolcetto di Ovada Sup. Du Riva 2011 Luigi Tacchino Erbaluce di Caluso La Rustìa 2013 Orsolani Erbaluce di Caluso Le Chiusure 2013 Favaro Fantino Barolo Sorì Ginestra 2010 Conterno Gattinara Osso S. Grato 2010 Antoniolo Gavi del Comune di Gavi Monterotondo 2012 Villa Sparina Gavi del Comune di Gavi Bruno Broglia 2012 Vitivinicola Broglia Ghemme 2010 Torraccia del Piantavigna Langhe Larigi 2012 Elio Altare Langhe Nebbiolo Sorì Tildin 2011 Gaja Roero Gepin 2010 Stefanino Costa Roero Giovanni Almondo Ris. 2011 Giovanni Almondo Roero Mombeltramo Ris. 2010 Malvirà Roero Printi Ris. 2010 Monchiero Carbone

Trentino, quarto weekend di Gemme di gusto tra Cantine Aperte, aperitivi, trekking e pedalate.

Trentino, quarto weekend di Gemme di gusto tra Cantine Aperte, aperitivi, trekking e pedalate.

La novità ha l’obiettivo di proporre a turisti ed escursionisti una serie di percorsi a tappe, gestibili in totale autonomia, e intervallati da soste enogastronomiche presso gli associati della Strada, per scoprire i paesaggi più suggestivi e le migliori produzioni food&wine, ma anche storia e cultura del territorio.

Un uomo e una donna che, mappa alla mano, attraversano alcuni dei luoghi più suggestivi del Trentino, partendo da Piazza Duomo a Trento per arrivare sulle rive del Lago di Garda, passando per tappe di interesse storico-culturale e visitando una serie di produttori enogastronomici, alla scoperta dei segreti di alcuni giacimenti golosi del territorio.  Questo il primo dei tre video realizzati dalla Strada del Vino e dei Sapori del Trentino per raccontare le Esperienze di gusto, nuove proposte disponibili tutto l’anno e da vivere in giornata per approfondire la conoscenza del territorio e delle sue migliori eccellenze enogastronomiche, tra visite guidate, pranzi, degustazioni e laboratori di cucina.  La clip ha l’intento di offrire alcune suggestioni rispetto alle tante attività che gli ospiti possono vivere in diverse zone del Trentino – dalla Valle dei Laghi alla Valle di Cembra, dalla Vallagarina alla Piana Rotaliana, fino alla Valsugana, solo per citarne alcune – con “Taste&Walk”, format che prevede appunto percorsi a tappe, gestibili in totale autonomia, con una serie di soste presso gli associati della Strada da raggiungere a piedi.   Le altre Esperienze di gusto seguono la stessa dinamica ma con diverse modalità di spostamento: Taste&Bike è infatti incentrata sull’utilizzo della bicicletta, mentre Taste&Train propone la mobilità su treno o altri mezzi di trasporto sostenibili. Anche queste saranno presto raccontate in video ad hoc sullo stile del primo proposto: in particolare, Taste&Train verrà girato in estate mentre Taste&Bike in autunno, nel pieno del fenomeno del foliage, in modo da mostrare le bellezze di ogni stagione e le tante attività fruibili.  “Con queste nuove proposte da vivere in giornata, che vanno ad affiancarsi ai nostri Viaggi di gusto da due o più giorni e alle nostre vacanze “tailored made” – spiega Segio Valentini, Presidente della Strada del Vino e dei Sapori del Trentino – intendiamo aprire le porte delle aziende dei nostri soci per offrire agli enogastronauti, che sono in vacanza in provincia o che vivono qui, un’esperienza autentica e memorabile. Il video realizzato e gli altri che faremo nei prossimi mesi – continua il Presidente – hanno l’obiettivo di trasferire in maniera immediata e con un linguaggio accattivante questo approccio, illustrando concretamente alcune delle infinite opportunità che possono vivere rivolgendosi alla nostra struttura. Come più volte ribadito, infatti, il nostro staff è sempre disponibile a consigliare le soluzioni migliori per l’ospite e a fornire tutte le indicazioni dettagliate per garantire una giornata ‘chiavi in mano’ e senza pensieri”.   Il primo video è disponibile da oggi sui canali YouTube e social della Strada del Vino e dei Sapori del Trentino al link bit.ly/tastewalk. I dettagli delle esperienze sono disponibili su www.tastetrentino.it/esperienzedigusto.  #stradavinotrentino #esperienzedigusto #tastewalk #tastetrain #tastewalk 

Cantine Aperte: un weekend enogastronomico di qualità Ritorna lo storico evento che valorizza la cultura del vino

Cantine Aperte: un weekend enogastronomico di qualità Ritorna lo storico evento che valorizza la cultura del vino

Sabato 29 e domenica 30 maggio si svolgerà la 29^ edizione di Cantine Aperte, l'evento più amato dagli enoappassionati promosso dal Movimento Turismo del Vino.

Un'esperienza ricca di contenuti, un importante momento di confronto con le persone che si dedicano alla loro attività con professionalità e dedizione. Due giorni di iniziative (organizzate nel pieno rispetto delle norme igienico sanitarie previste per il contenimento della pandemia) per raccontare pienamente il magico e variegato mondo del vino: visite in cantina, degustazioni, prelibatezze enogastronomiche, esperienze suggestive accompagneranno il visitatore. Esprime soddisfazione la presidente del Movimento Turismo del Vino FVG Elda Felluga "Nonostante il periodo ancora complicato e incerto, anche quest'anno siamo riusciti a organizzare il nostro storico evento rispettando tutte le dovute accortezze, in primis la prenotazione per le visite e degustazioni. Da sempre Cantine Aperte è un evento dedicato alla conoscenza della cultura del vino e alla valorizzazione del territorio. Proprio per questo motivo quest'anno sosterremo diverse associazioni culturali locali: un significativo contributo per aiutare questo importante settore formato da persone che con impegno e passione contribuiscono alla realizzazione di meritevoli attività. Inoltre, un'importante novità di quest'edizione è il raddoppio di Cantine Aperte previsto il 19 e 20 giugno per favorire gli enoturisti di tutte le regioni". Ricordiamo che i vignaioli sono pronti ad accogliervi offrendovi da 1 a 3 degustazioni gratuite mentre le successive, a discrezione di ogni singola azienda, potranno essere a pagamento. Non dimenticate, inoltre, che le aziende propongono le visite e/o le esperienze su prenotazione per cui verificate e prenotatevi in tempo. Non perdetevi le Cene (sabato 29 – salvo diversamente indicato) e i Pranzi (domenica 30) con il Vignaiolo, un format che invita a vivere un'esperienza dal sapore totale, impreziosita da un menù esclusivo e dall'incontro coi vigneron. Domenica le vostre degustazioni saranno arricchite dagli speciali Piatti Cantine Aperte, proposte della cucina del territorio abbinate a un vino. L'attenzione per il territorio caratterizza da sempre non solo il Movimento Turismo del Vino FVG ma anche CiviBank, un istituto da sempre vicino alle realtà locali. Questa comunione d'intenti ha portato alla scelta della presidente Elda Felluga quale uno dei testimonial della nuova campagna di comunicazione dell'istituto cividalese, dedicata alla sua trasformazione in S.p.A. e Società Benefit. La trasformazione in Società Benefit, in particolare, rappresenta un punto d'incontro per i valori di entrambe le realtà, che hanno come obiettivo la valorizzazione e la cura del territorio. Novità 1. Per la prima volta, a livello nazionale, per soddisfare gli enoappassionati di tutte le regioni si è deciso di raddoppiare l'evento: il 19 e 20 giugno, infatti, si svolgerà un altro weekend Cantine Aperte, ovviamente sempre nel pieno rispetto delle norme di sicurezza necessarie a garantire la salute dei partecipanti. Novità 2. È stata attivata una partnership con WeFood, un festival dedicato alla scoperta e conoscenza delle "Fabbriche del Gusto" organizzato in Friuli Venezia Giulia, Veneto, Trentino Alto Adige ed Emilia Romagna. La manifestazione celebra le eccellenze enogastronomiche dei territori oltre alle realtà che producono beni e servizi per il mondo della ristorazione. Nell'ambito della collaborazione, sabato 29 maggio verranno organizzate delle imperdibili dimostrazioni di alta cucina in compagnia di alcuni prestigiosi chef regionali. Inoltre, non perdetevi gli appuntamenti settimanali con Vigneti Aperti, il nuovo format targato Movimento Turismo del Vino che vi permette di vivere esperienze all'aria aperta nel segno della sicurezza. Ricordiamo che è importante consultare il nostro sito www.cantineaperte.info per conoscere le aziende aderenti e le modalità di adesione e prenotazione previste. Inoltre, è fondamentale rispettare tutte le indicazioni che troverete nelle aziende per poter vivere serenamente la manifestazione. Tutti gli amici winelovers che vogliono essere sempre informati sulle news di Cantine Aperte possono consultare il sito www.cantineaperte.info oppure seguire le pagine Facebook MtvFVG e Instagram mtv_friulivg. Cantine Aperte in Friuli Venezia Giulia è organizzato dal Movimento Turismo del Vino FVG con il supporto di PromoTurismo FVG e il sostegno di CiviBank. Si ringraziano per la collaborazione gli sponsor tecnici: Ceccarelli Group, Acqua Dolomia, Juliagraf, Il Maggese / Novalis, Latteria di Venzone e Latte Carso e Q.B. Quanto Basta. Ricordiamo infine che Cantine Aperte segna anche l'apertura ufficiale del 22° Concorso Internazionale "Spirito di Vino" che viene annualmente indetto da MTVFVG e raccoglie le più belle e graffianti vignette satiriche sul tema del vino realizzate da vignettisti di tutto il mondo. I partecipanti possono inviare le loro opere dal 30 maggio al 16 ottobre 2021.

Cantine Aperte: un weekend enogastronomico di qualità Ritorna lo storico evento che valorizza la cultura del vino

Cantine Aperte: un weekend enogastronomico di qualità Ritorna lo storico evento che valorizza la cultura del vino

Sabato 29 e domenica 30 maggio si svolgerà la 29^ edizione di Cantine Aperte, l'evento più amato dagli enoappassionati promosso dal Movimento Turismo del Vino.

Un'esperienza ricca di contenuti, un importante momento di confronto con le persone che si dedicano alla loro attività con professionalità e dedizione. Due giorni di iniziative (organizzate nel pieno rispetto delle norme igienico sanitarie previste per il contenimento della pandemia) per raccontare pienamente il magico e variegato mondo del vino: visite in cantina, degustazioni, prelibatezze enogastronomiche, esperienze suggestive accompagneranno il visitatore. Esprime soddisfazione la presidente del Movimento Turismo del Vino FVG Elda Felluga "Nonostante il periodo ancora complicato e incerto, anche quest'anno siamo riusciti a organizzare il nostro storico evento rispettando tutte le dovute accortezze, in primis la prenotazione per le visite e degustazioni. Da sempre Cantine Aperte è un evento dedicato alla conoscenza della cultura del vino e alla valorizzazione del territorio. Proprio per questo motivo quest'anno sosterremo diverse associazioni culturali locali: un significativo contributo per aiutare questo importante settore formato da persone che con impegno e passione contribuiscono alla realizzazione di meritevoli attività. Inoltre, un'importante novità di quest'edizione è il raddoppio di Cantine Aperte previsto il 19 e 20 giugno per favorire gli enoturisti di tutte le regioni". Ricordiamo che i vignaioli sono pronti ad accogliervi offrendovi da 1 a 3 degustazioni gratuite mentre le successive, a discrezione di ogni singola azienda, potranno essere a pagamento. Non dimenticate, inoltre, che le aziende propongono le visite e/o le esperienze su prenotazione per cui verificate e prenotatevi in tempo. Non perdetevi le Cene (sabato 29 – salvo diversamente indicato) e i Pranzi (domenica 30) con il Vignaiolo, un format che invita a vivere un'esperienza dal sapore totale, impreziosita da un menù esclusivo e dall'incontro coi vigneron. Domenica le vostre degustazioni saranno arricchite dagli speciali Piatti Cantine Aperte, proposte della cucina del territorio abbinate a un vino. L'attenzione per il territorio caratterizza da sempre non solo il Movimento Turismo del Vino FVG ma anche CiviBank, un istituto da sempre vicino alle realtà locali. Questa comunione d'intenti ha portato alla scelta della presidente Elda Felluga quale uno dei testimonial della nuova campagna di comunicazione dell'istituto cividalese, dedicata alla sua trasformazione in S.p.A. e Società Benefit. La trasformazione in Società Benefit, in particolare, rappresenta un punto d'incontro per i valori di entrambe le realtà, che hanno come obiettivo la valorizzazione e la cura del territorio. Novità 1. Per la prima volta, a livello nazionale, per soddisfare gli enoappassionati di tutte le regioni si è deciso di raddoppiare l'evento: il 19 e 20 giugno, infatti, si svolgerà un altro weekend Cantine Aperte, ovviamente sempre nel pieno rispetto delle norme di sicurezza necessarie a garantire la salute dei partecipanti. Novità 2. È stata attivata una partnership con WeFood, un festival dedicato alla scoperta e conoscenza delle "Fabbriche del Gusto" organizzato in Friuli Venezia Giulia, Veneto, Trentino Alto Adige ed Emilia Romagna. La manifestazione celebra le eccellenze enogastronomiche dei territori oltre alle realtà che producono beni e servizi per il mondo della ristorazione. Nell'ambito della collaborazione, sabato 29 maggio verranno organizzate delle imperdibili dimostrazioni di alta cucina in compagnia di alcuni prestigiosi chef regionali. Inoltre, non perdetevi gli appuntamenti settimanali con Vigneti Aperti, il nuovo format targato Movimento Turismo del Vino che vi permette di vivere esperienze all'aria aperta nel segno della sicurezza. Ricordiamo che è importante consultare il nostro sito www.cantineaperte.info per conoscere le aziende aderenti e le modalità di adesione e prenotazione previste. Inoltre, è fondamentale rispettare tutte le indicazioni che troverete nelle aziende per poter vivere serenamente la manifestazione. Tutti gli amici winelovers che vogliono essere sempre informati sulle news di Cantine Aperte possono consultare il sito www.cantineaperte.info oppure seguire le pagine Facebook MtvFVG e Instagram mtv_friulivg. Cantine Aperte in Friuli Venezia Giulia è organizzato dal Movimento Turismo del Vino FVG con il supporto di PromoTurismo FVG e il sostegno di CiviBank. Si ringraziano per la collaborazione gli sponsor tecnici: Ceccarelli Group, Acqua Dolomia, Juliagraf, Il Maggese / Novalis, Latteria di Venzone e Latte Carso e Q.B. Quanto Basta. Ricordiamo infine che Cantine Aperte segna anche l'apertura ufficiale del 22° Concorso Internazionale "Spirito di Vino" che viene annualmente indetto da MTVFVG e raccoglie le più belle e graffianti vignette satiriche sul tema del vino realizzate da vignettisti di tutto il mondo. I partecipanti possono inviare le loro opere dal 30 maggio al 16 ottobre 2021.

Marche: dalla vigna alla tavola

Marche: dalla vigna alla tavola "Ri-conviviamo": 15 ristoranti per 15 serate con 35 cantine. Al via il 16 settembre

I ristoranti delle Marche e la Regione si uniscono per celebrare la qualità di vini e prodotti locali: un calendario di 15 appuntamenti conviviali volti a valorizzare l'intera filiera enogastronomica marchigiana.

Nella fase di ripartenza dell'economia italiana nasce il progetto "Marche: dalla vigna alla tavola", voluto fortemente dalla Regione Marche con lo scopo di sostenere le imprese del settore enologico regionale di qualità con il coinvolgimento della ristorazione, il cui ruolo è stato rallentato, quando non completamente bloccato, dalla crisi pandemica. Nel contesto di "Marche: dalla vigna alla tavola", Ri-Conviviamo è il nome scelto da 15 ristoranti per augurare un ritorno alla convivialità tipica di questa regione accogliente. Valorizzare la filiera e favorire la sua ripartenza: con questo obiettivo è stato pensato un calendario di serate di degustazione aperte al pubblico, durante le quali i ristoratori proporranno i vini di 35 cantine coinvolte e le migliori materie prime del territorio marchigiano, risaltandone l'eccellenza tramite i propri piatti e le etichette in abbinamento. Ri-Conviviamo è quindi un invito alla ripartenza, ma anche e soprattutto un messaggio di fiducia nelle enormi potenzialità del territorio, basate proprio sul turismo e sull'ospitalità. Si tratta di un'iniziativa realizzata con il contributo fattivo della Regione, a favore dei produttori e dei ristoratori marchigiani. Di seguito la lista dei ristoranti, con le date in cui rispettivamente saranno realizzate le serate di degustazione, con l'elenco dei produttori vinicoli che partecipano all'iniziativa. Ogni altra informazione è reperibile su: facebook.com/marchedallavignaallatavola.riconviviamo e sui portali www.cuocicuoci.com, www.lamadia.com e www.festivaldellacucinaitaliana.it. I RISTORANTI • Ristorante "Amabile" - Frontone (PU) > 16 Settembre 2021 • Ristorante "20-15" - Marotta di Mondolfo (PU) > 19 Settembre 2021 • Hotel-Ristorante "Alla Lanterna" - Fano (PU) > 22 Settembre 2021 • Ristorante "Due Cigni" - Montecosaro Scalo (MC) > 5 Ottobre 2021 • Ristorante "Il Cuciniere" - Fano (PU) > 14 Ottobre 2021 • Ristorante "Osteria L'Angolo Divino" - Urbino (PU) > 22 Ottobre 2021 • Ristorante "Gibas" - Pesaro (PU) > 10 Novembre 2021 • Ristorante "Da Tano" - Fano (PU) > 18 Novembre 2021 • Ristorante-Pizzeria "Il Portico" - Fano (PU) > 19 Novembre 2021 • Ristorante-Pizzeria "Da Farina" - Pesaro (PU) > 23 Novembre 2021 • Ristorante "Il Grottino" - Gabicce Monte (PU) > 25 Novembre 2021 • Ristorante "Amarantos" - Porto Recanati (MC) > 26 Novembre 2021 • Ristorante "Bagni da Federico" - San Benedetto del Tronto (AP) > Novembre • Ristorante "Zasa" - San Benedetto del Tronto (AP) > Novembre • Ristorante "Antico Furlo" - Acqualagna (PU) > 10 Dicembre 2021 LE CANTINE Az. Agraria Guerrieri Il Conventino Monteciccardo Colonnara Soc. Coop. Agricola Az. Agrobiologica San Giovanni Cantine Moroder Terre di San Ginesio Santa Barbara Cantina Rovelli Luca Cimarelli Staffolo Cantina Di Sante Roberto Lucarelli Bruscia Fattoria Villa Ligi Az. Agr. Mariotti Cesare Terracruda Fattoria Mancini Selvagrossa Az. Agr. Mencaroni Federico Cantina Santi Giacomo e Filippo Vigna della Cava Il Gelsomoro Cantina Mezzanotte Az. Agr. Claudio Morelli Soc. Agr. Ciù Ciù Az. Agr. Mazzola Fattoria San Lorenzo Agri La Fonte Piantate Lunghe La Lepre e La Luna Cantina Rovelli La Torre del Nano Podere sul Lago Tenuta Ca' Sciampagne Serenelli Cantina Colleminò  

Cantine di Franciacorta  30 Franciacorta Rosé (e non solo) in degustazione

Cantine di Franciacorta 30 Franciacorta Rosé (e non solo) in degustazione

11-12 settembre • 18-19 settembre 2021 in occasione del Festival del Franciacorta.

In occasione dell'ormai tradizionale appuntamento con il Festival del Franciacorta, che quest'anno ricorre nei due weekend dell'11 – 12 e 18 - 19 settembre, Cantine di Franciacorta (noto e fornitissimo Wine Store di Erbusco, vetrina completa di tutte le etichette franciacortine e dei più pregiati vini italiani e stranieri) organizza ancora una volta nel suo accogliente salotto un appuntamento irrinunciabile per tutti gli appassionati di Franciacorta, ovvero una degustazione davvero unica di Franciacorta Rosé. Protagoniste – nell'elegante open-space di 500 mq che verrà allestito ad hoc per ospitare questo intrigante  appuntamento e sarà aperto no stop dalle 10.00 alle 19.00 - saranno 30 aziende vinicole franciacortine selezionate per l'occasione e assolutamente rappresentative del territorio, che spaziano dai  nomi più noti e prestigiosi della zona alle cantine emergenti, tutte autrici di autentici capolavori qualitativi. Sarà un'occasione veramente unica per degustare e paragonare fra loro i Rosé di cantine blasonate e di quelle che si stanno affermando, eccezionalmente presenti insieme in un unico avvenimento. Ciascun produttore presenterà anche un'altra tipologia di Franciacorta, che ritiene particolarmente significativa della propria azienda. La degustazione dei vini sarà accompagnata da stuzzichini gourmet. I sommelier e gli esperti di Cantine di Franciacorta saranno a disposizione per dare informazioni sulle peculiarità di ogni azienda e di ogni vino, suggerendo anche gli abbinamenti migliori a tavola. Enoteca & Wine Bar. Il più completo assortimento di vini della Franciacorta a prezzi di cantina Enoteca di riferimento e vetrina del territorio, Cantine di Franciacorta propone il più completo assortimento di vini della Franciacorta a prezzi di cantina: vi si trovano infatti ben 1200 etichette di tutti i produttori locali, oltre ad una interessante selezione di vini di altre importanti zone vitivinicole. Il Wine Bar annesso all'enoteca - con i suoi accoglienti spazi interni e l'ampio portico che si affaccia su un luminoso e curato giardino -  è il luogo ideale dove fermarsi per un aperitivo o per pranzare con un appetitoso tagliere di salumi e formaggi, un risotto, una fresca insalata e altri sfiziosi piatti veloci a cui abbinare il Franciacorta preferito, che è possibile scegliere tra un'insuperabile gamma di possibilità.

Cantine di Franciacorta  30 Franciacorta Rosé (e non solo) in degustazione

Cantine di Franciacorta 30 Franciacorta Rosé (e non solo) in degustazione

11-12 settembre • 18-19 settembre 2021 in occasione del Festival del Franciacorta.

In occasione dell'ormai tradizionale appuntamento con il Festival del Franciacorta, che quest'anno ricorre nei due weekend dell'11 – 12 e 18 - 19 settembre, Cantine di Franciacorta (noto e fornitissimo Wine Store di Erbusco, vetrina completa di tutte le etichette franciacortine e dei più pregiati vini italiani e stranieri) organizza ancora una volta nel suo accogliente salotto un appuntamento irrinunciabile per tutti gli appassionati di Franciacorta, ovvero una degustazione davvero unica di Franciacorta Rosé. Protagoniste – nell'elegante open-space di 500 mq che verrà allestito ad hoc per ospitare questo intrigante  appuntamento e sarà aperto no stop dalle 10.00 alle 19.00 - saranno 30 aziende vinicole franciacortine selezionate per l'occasione e assolutamente rappresentative del territorio, che spaziano dai  nomi più noti e prestigiosi della zona alle cantine emergenti, tutte autrici di autentici capolavori qualitativi. Sarà un'occasione veramente unica per degustare e paragonare fra loro i Rosé di cantine blasonate e di quelle che si stanno affermando, eccezionalmente presenti insieme in un unico avvenimento. Ciascun produttore presenterà anche un'altra tipologia di Franciacorta, che ritiene particolarmente significativa della propria azienda. La degustazione dei vini sarà accompagnata da stuzzichini gourmet. I sommelier e gli esperti di Cantine di Franciacorta saranno a disposizione per dare informazioni sulle peculiarità di ogni azienda e di ogni vino, suggerendo anche gli abbinamenti migliori a tavola. Enoteca & Wine Bar. Il più completo assortimento di vini della Franciacorta a prezzi di cantina Enoteca di riferimento e vetrina del territorio, Cantine di Franciacorta propone il più completo assortimento di vini della Franciacorta a prezzi di cantina: vi si trovano infatti ben 1200 etichette di tutti i produttori locali, oltre ad una interessante selezione di vini di altre importanti zone vitivinicole. Il Wine Bar annesso all'enoteca - con i suoi accoglienti spazi interni e l'ampio portico che si affaccia su un luminoso e curato giardino -  è il luogo ideale dove fermarsi per un aperitivo o per pranzare con un appetitoso tagliere di salumi e formaggi, un risotto, una fresca insalata e altri sfiziosi piatti veloci a cui abbinare il Franciacorta preferito, che è possibile scegliere tra un'insuperabile gamma di possibilità.

VENDEMMIA LE CANTINE SONO APERTE!

VENDEMMIA LE CANTINE SONO APERTE!

Domenica 4 ottobre in Puglia tornano gli eventi di MTV Puglia, con la ventiduesima edizione di Cantine Aperte in Vendemmia.

«Cantine Aperte in Vendemmia è l'occasione per noi vignaioli di far vivere agli enoturisti la dinamica della frenetica vita di cantina – dichiara la presidente di MTV Puglia Maria Teresa Basile Varvaglione. – Sono i giorni più importanti, in cui si raccoglie il frutto del duro lavoro di un anno in vigna. L'esperienza della visita in cantina durante i giorni di vendemmia è memorabile, soprattutto per i più piccini e per i neofiti del vino, che per la prima volta provano questo fascino antico. È un momento speciale per l'aspetto didattico, cardine delle iniziative del Consorzio, in quanto si ha la possibilità di assistere "live" alle fasi che solitamente vengono descritte e raccontate, all'insegna dell'intramontabile motto "vedi cosa bevi!".»    Ad aprire nella zona di Castel del Monte e dell'Alta Murgia, Botromagno a Gravina (Ba), Mirvita Opificium ArteVino Tor de' Falchi a Minervino Murge (Bt). Nell'area della Magna Grecia apriranno a Lizzano Cantine Lizzano e a Manduria Produttori Vini Manduria e Pliniana. In Salento invece apriranno Leone de Castris a Salice Salentino e Tenuta Corallo a Otranto.  Sarà un'occasione imperdibile per visitare i territori del vino di Puglia, scenari incantevoli così diversi fra loro e a cui sono imprescindibilmente legati da sempre i relativi vitigni autoctoni. Dai sassi della Murgia, tra Nero di Troia, Bombino Nero e Bombino Bianco, alla terra rossa della Magna Grecia, casa del Primitivo, fino ai terreni sabbiosi immersi nella macchia mediterranea del Salento, culla del Negroamaro, l'enoturista potrà conoscere il vino e il suo processo produttivo, il tutto nel clima magico della vendemmia, quando i vigneti splendono con le sfumature rosso-dorate dell'autunno. Una giornata di festa da celebrare in tutta sicurezza, grazie alla "Carta dell'Enoturismo ai tempi del Covid-19", stilata dal Movimento Turismo del Vino in collaborazione con Unione Italiana Vini. Un importante strumento di autoregolazione, per garantire alle aziende socie e ai partecipanti lo svolgimento in completa sicurezza di attività ed eventi in cantina. Per partecipare, è sufficiente acquistare in una qualsiasi delle aziende aderenti all'iniziativa il calice in vetro con tasca portabicchiere di Cantine Aperte in Vendemmia, al costo di 5 €. Presentandolo nelle cantine partecipanti, i visitatori avranno diritto a una degustazione di benvenuto e a una visita guidata nella cantina e nei vigneti dell'azienda. E per ricreare l'atmosfera di festa che per tradizione accompagna la vendemmia, saranno tante le attività e le sorprese ideate dai vignaioli, con degustazioni speciali, mercatini di prodotti tipici, esclusivi abbinamenti cibo vino. Per scegliere dove andare e cosa degustare, sul sito www.mtvpuglia.it e sugli account social (Facebook, Twitter e Instagram) del Movimento sono disponibili l'elenco delle cantine partecipanti e tutti gli ultimi aggiornamenti sui programmi delle aziende. E con la mappa di Cantine Aperte in Vendemmia in Puglia su Google Maps (http://bit.ly/CantineAperteinVendemmia20) tracciare il proprio itinerario è ancora più facile: selezionando la singola cantina compariranno orari di apertura, programma delle attività, oltre alle coordinate esatte per raggiungere l'azienda senza sbagliare strada. Basta connettersi da tablet o smartphone al sito www.mtvpuglia.it, cliccare sulla mappa in homepage e scegliere di aprirla con l'app di Google Maps. I winelovers più sportivi potranno raggiungere le cantine anche in bici, unendosi all'iniziativa dell'Associazione Cicloamici Brindisi/Mesagne. L'evento, che quest'anno festeggia la sua ventiduesima edizione, è ideato e organizzato dal Movimento Turismo del Vino, ed è realizzato in collaborazione con l'Assessorato all'Industria Turistica e Culturale della Regione Puglia. Cantine Aperte in Vendemmia è inserito in una più ampia programmazione progettuale dal titolo "Puglia: cultura del vino scoperta di un territorio" presentata dal Consorzio Movimento Turismo del vino Puglia a valere sul fondo di sviluppo e coesione - FSC -2014-2020 "Patto per la Puglia", avviso pubblico per iniziative progettuali riguardanti le attività culturali, promosso dall'Assessorato all'Industria turistica e culturale. 

CANTINA PIZZOLATO DI TREVISO

CANTINA PIZZOLATO DI TREVISO

Cantina Pizzolato decretata da Skytg24 una delle cantine pi

Inizia così l'articolo di Costanza Ruggeri per SkyTG 24 che decreta le 30 più belle cantine di design d'Italia tra vino e architettura. In questa prestigiosa classifica è stata inserita anche la Cantina Pizzolato di Villorba in provincia di Treviso, un luogo dove mondo del vino e design si uniscono in una visione moderna e sostenibile. Dal 17 ottobre la cantina sarà aperta al pubblico anche il sabato e la domenica mattina, per poter dare la possibilità agli amanti del buon vino di prenotare una visita in cantina e una degustazione guidata in questa location così speciale nel pieno rispetto della più recente normativa anti Covid. Cantina Pizzolato, situata in un'area strategica tra il Piave e le Dolomiti nella via del Prosecco DOC a Treviso, a soli 30 km dalla famosa Venezia, nasce nel 1985 con alle spalle l'esperienza di cinque generazioni di famiglie che scelsero di vivere in armonia con l'ambiente attraverso un lungo percorso dedicato alla produzione biologica, certificata dal 1991. Oggi la cantina di Settimo Pizzolato viene considerata una delle aziende leader nella produzione e esportazione di vino biologico. La cantina è figlia di un progetto firmato MADE associati, studio degli architetti trevigiani Michela De Poli e Adriano Marangon che è stato inserito all'interno dell'Arcipelago Italia durante la Biennale di Architettura di Venezia 2018 come "progetto nato rispettando il corredo paesaggistico che la circondava secondo filosofie che fanno assumere all'architettura quei criteri di responsabilità sociale". "Il progetto della nostra cantina – racconta Settimo Pizzolato, titolare dell'azienda – rappresenta per noi una scelta radicale che ha avuto e ha l'obiettivo di coinvolgere nel tempo ogni aspetto del processo produttivo: dall'utilizzo di energia pulita, auto prodotta grazie ad un impianto fotovoltaico posto sul tetto della cantina, con i suoi 570 pannelli solari installati nel 2017, alla riduzione degli sprechi tramite impianti di ultima generazione come il depuratore biologico e a basso consumo energetico. La nostra è una cantina sempre in movimento, che si trasforma in un grande luogo di condivisione e di emozioni, attraverso serate, eventi ed attività rivolte a tutti. È per questo che da questo sabato Cantina Pizzolato aprirà le sue porte anche i sabati e le domeniche per dare modo a tutti di scoprire i nostri vini e la nostra cantina". A partire da sabato 17 ottobre gli amanti del buon vino avranno quindi modo di poterla visitare anche durante il weekend, prenotando una visita e/o una degustazione guidata e di entrare anche nel punto vendita di vini bio e vegan, in questa location davvero unica. Attraverso il Bio Tour Tradizione sarà possibile conoscere l'essenza della Cantina con un percorso che permetterà di approfondire la storia della famiglia Pizzolato e del territorio in cui opera. La visita comincia con una passeggiata nel vigneto con la descrizione delle lavorazioni in ottica di agricoltura biologica, continua poi nelle aree di vinificazione fino all'imbottigliamento e termina con la degustazione di 4 vini della tradizione veneta tra cui il "Barbarossa" Raboso Malanotte DOCG 2016, annata che coincide con l'anno di inaugurazione della nuova cantina. PROGETTO CANTINA PIZZOLANTO IN SINTESI Il progetto sostenibile della cantina è stato realizzato nel rispetto dell'ambiente, del paesaggio in cui è immersa e per inglobare un'intera filiera produttiva: l'ambito degli uffici di Cantina Pizzolato è strutturato per essere l'immagine rappresentativa dell'azienda e presenta una relazione diretta con lo spazio aperto avendo al piano terra una zona di reception, un punto vendita ed una zona laboratorio. Una passerella sospesa è il trait-d'union fra i vari livelli spaziali dell'architettura e tutte le fasi produttive, in un'ideale continuità, non solo visiva, del percorso che parte dal vigneto per arrivare al calice. L'edificio ha una "pelle" costituita da un rivestimento-filtro in listoni di legno posti in senso verticale di Faggio del Cansiglio certificato PEFC, la cui ossidazione contribuirà, nel tempo, all'integrazione della struttura nel paesaggio. Lo spazio esterno pavimentato è usato in occasione di eventi e manifestazioni legate alle attività dell'azienda.

''AL VOLO'' Ottima opportunità per piccole e medie cantine italiane!

''AL VOLO'' Ottima opportunità per piccole e medie cantine italiane!

PER IL MERCHANT - GROSSISTA O DISTRIBUTORE (acquista dai suoi fornitori, applica il suo ricarico e vende a bar, hotel, pub, ristoranti, piccole catene commerciali).

A) Il Merchant mette in vendita TOT referenze, definisce il prezzo di vendita al pubblico e incassa il 100% del prezzo di vendita al pubblico. I prodotti venduti nel mese N sono pagati entro il 15 del mese N+1 (30 giorni media). Ha accesso alla sua dashboard dove può visualizzare i principali KPI: le vendite, impostare i prezzi etc.  B) Il Merchant a fronte dei servizi di vendita in-store, click&collect immediato, consegna immediata a domicilio paga un canone fatturato mensilmente. Le vendite, anche quelle on-line sono effettuate esclusivamente nel bacino di utenza del punto vendita e quindi non entra in competizione con un eventuale e-commerce B2C del Merchant C) Se il Merchant partecipa al modello con 30/50 prodotti possiamo definire un costo di 1.000 euro come contributo una tantum e un costo servizi di euro 1 al giorno o in alternativa euro 0,75 giorno + 7,50% del fatturato. C1) Se il Merchant partecipa con oltre 100 prodotti definiamo un contributo ed un canone ad hoc secondo gli obiettivi che si definiscono insieme. Per il produttore la soluzione ideale nella prima fase è l'opzione C nel PDF allegato c'è evidenza del vantaggio. IL PRODUTTORE PAGA UN CANONE DI 500 EURO UNA TANTUM per costi di campagna di comunicazione e marketing. Il punto vendita 'Al Volo' è aperto 7 giorni alla settimana dalle 8.00 alle 22.00. In questa fascia oraria è possibile acquistare in-store o ricevere la consegna immediata a domicilio. Il negozio 24/7 consente l'acquisto di prodotti essenziali ad erogazione automatica. E' possibile acquistare da APP e richiedere la consegna a domicilio che avviene entro 10-20 minuti, oppure richiedere il click and collect o, ancora, acquistare in store da totem (come da McDonalds) pagare con carte o in contanti e ricevere gli acquisti entro 3 minuti dal pagamento. Nel punto vendita di Pavia sono presenti non meno di 1.500 referenze: 6-700 FMCG, 300-400 Specialty food, 500 wine e spirits. Il format consente acquisti incrociati permettendo a chi acquista prodotti FMCG di avere a disposizione anche una gamma Specialty Food ed enoteca e chi acquista in enoteca di completare la spesa con il food e non food. Presentazione 1: https://spark.adobe.com/page/sEVxNOy8eLiOD/ Presentazione 2: https://spark.adobe.com/page/WReUCLmYLtkfW/ Per informazioni rivolgersi a Patrizia Legnaro mail: patrizia.legnaro.sag@gmail.com cell. 328 7019976

SIGNORVINO E CANTINE PAOLOLEO

SIGNORVINO E CANTINE PAOLOLEO

PER LA SALVAGUARDIA DELLA VITE AD ALBERELLO PUGLIESE

Salvaguardare le unicità e l'enorme varietà vinicola del nostro paese è da sempre una delle priorità nella strategia e nella filosofia aziendale di Signorvino. L'enocatena veronese ha infatti da sempre sostenuto progetti dedicati alla tutela del territorio. Con questo intento prende avvio oggi il progetto "Adotta un alberello" realizzato grazie alla collaborazione con Cantine Paololeo, azienda che inizia il suo viaggio nel Salento 30 anni fa e che sente da subito la necessità di essere un sostegno per il territorio e per la sua collettività, valori che sono stati presupposto e impulso per la nascita e lo sviluppo dello straordinario successo del primitivo e del negroamaro. Il progetto è partito il 26 luglio con la vendita del DorsoRosso Negroamaro IGP Puglia, in esclusiva negli store Signorvino presenti in tutta Italia, vino nato appunto con l'obiettivo di salvaguardare l'alberello pugliese, simbolo di una viticoltura millenaria. Dorsorosso è stato presentato da Paololeo a Vinitaly 2017 ed è proprio qui che Signorvino conosce il progetto e lo sostiene, adottando un intero filare. "Signorvino ha capito da subito l'importanza del progetto, intervenendo dapprima come sostenitore. Oggi siamo orgogliosi di poter contribuire anche tramite i nostri mezzi alla promozione dell'alberello pugliese e del territorio salentino, perla italiana che a livello vinicolo ha ancora molto da raccontare. Essere vicini ai produttori e supportare le operazioni di tutela del territorio è uno dei nostri primi obiettivi" commenta Luca Pizzighella, Brand Manager Signorvino. Adotta un alberello: Il Progetto Le bottiglie di Dorsorosso presenti negli store di Signorvino saranno corredate da collarini contenenti le istruzioni relative all'adozione ed un codice univoco. Una volta acquistata la bottiglia, il cliente dovrà strappare l'etichetta ed inquadrare il QR Code del sito www.dorsorosso.it. Inserendo il suo codice potrà scegliere l'alberello da adottare compilando l'iscrizione con i suoi dati personali. Il cliente potrà poi ricevere a casa il suo attestato di adozione. Il rapporto con la cantina sarà diretto, costante: ogni cliente riceverà aggiornamenti sul suo alberello, sulle lavorazioni e sulla stagione, per potersi sentire davvero parte di una squadra di vignaioli. Inoltre riceverà uno sconto per poter visitare la cantina e controllare il proprio alberello per un wine tour d'eccellenza. Secondo Paolo Leo delle Cantine Paololeo "è importante continuare a portare turisti e visitatori nel Salento, il bellissimo territorio compreso tra l'Adriatico e lo Ionio, parte terminale del "tacco" dello stivale che l'Italia forma nel Mar Mediterraneo, con la sua storia e cultura e bellissimi paesaggi naturali e rurali, costellati da vigne ed uliveti. È proprio qui che si incontrano gli "alberelli", vigneti antichi e suggestivi, che approfittano del sole caldo per germogliare e allo stesso tempo rinfrescano il terreno con l'ombra delle loro foglie. Si tratta di un metodo che sta scomparendo: l'estirpo degli alberelli è un disastro culturale ed ecologico, essi sono unici per le caratteristiche del grappolo e dell'acino ma anche per la qualità del gusto e del colore che riescono a trasmettere ai vini". Il vino Negroamaro IGP Puglia. Coltivazione: Vigneti vecchi allevati ad alberello tipico salentino; la pianta viene mantenuta sempre di piccole dimensioni, 40-60 cm da terra, in questo modo la vite sfrutta in modo ottimale le risorse disponibili nel terreno, sia idriche che nutritive. poche gemme sulla pianta, da 6 a 8, per garantire una produzione di qualità. Vinificazione: La vendemmia viene effettuata manualmente alle prime ore dell'alba. Il liquido è lasciato macerare a contatto con le bucce per 12/15 giorni, dopo frequenti rimontaggi avviene la pressatura soffice. Fermentazione termocontrollata a 25°C. Affinamento: 3 mesi in acciaio, 18 mesi in Tonneaux di quercia francese e americana e 3 mesi in bottiglia. Robusto e deciso il Dorsorosso si concede a piatti di ricca struttura, legati alla tradizione Salentina, come primi piatti al forno e ragù a lenta cottura, ottimo anche su piatti come orecchiette alle cime di rapa o fave e cicorie con crostini fritti; le migliori braci di carne valorizzano la struttura del vino e abbinato con salumi e formaggi diventa un ospite di grande compagnia.

SIGNORVINO E CANTINE PAOLOLEO

SIGNORVINO E CANTINE PAOLOLEO

PER LA SALVAGUARDIA DELLA VITE AD ALBERELLO PUGLIESE

Salvaguardare le unicità e l'enorme varietà vinicola del nostro paese è da sempre una delle priorità nella strategia e nella filosofia aziendale di Signorvino. L'enocatena veronese ha infatti da sempre sostenuto progetti dedicati alla tutela del territorio. Con questo intento prende avvio oggi il progetto "Adotta un alberello" realizzato grazie alla collaborazione con Cantine Paololeo, azienda che inizia il suo viaggio nel Salento 30 anni fa e che sente da subito la necessità di essere un sostegno per il territorio e per la sua collettività, valori che sono stati presupposto e impulso per la nascita e lo sviluppo dello straordinario successo del primitivo e del negroamaro. Il progetto è partito il 26 luglio con la vendita del DorsoRosso Negroamaro IGP Puglia, in esclusiva negli store Signorvino presenti in tutta Italia, vino nato appunto con l'obiettivo di salvaguardare l'alberello pugliese, simbolo di una viticoltura millenaria. Dorsorosso è stato presentato da Paololeo a Vinitaly 2017 ed è proprio qui che Signorvino conosce il progetto e lo sostiene, adottando un intero filare. "Signorvino ha capito da subito l'importanza del progetto, intervenendo dapprima come sostenitore. Oggi siamo orgogliosi di poter contribuire anche tramite i nostri mezzi alla promozione dell'alberello pugliese e del territorio salentino, perla italiana che a livello vinicolo ha ancora molto da raccontare. Essere vicini ai produttori e supportare le operazioni di tutela del territorio è uno dei nostri primi obiettivi" commenta Luca Pizzighella, Brand Manager Signorvino. Adotta un alberello: Il Progetto Le bottiglie di Dorsorosso presenti negli store di Signorvino saranno corredate da collarini contenenti le istruzioni relative all'adozione ed un codice univoco. Una volta acquistata la bottiglia, il cliente dovrà strappare l'etichetta ed inquadrare il QR Code del sito www.dorsorosso.it. Inserendo il suo codice potrà scegliere l'alberello da adottare compilando l'iscrizione con i suoi dati personali. Il cliente potrà poi ricevere a casa il suo attestato di adozione. Il rapporto con la cantina sarà diretto, costante: ogni cliente riceverà aggiornamenti sul suo alberello, sulle lavorazioni e sulla stagione, per potersi sentire davvero parte di una squadra di vignaioli. Inoltre riceverà uno sconto per poter visitare la cantina e controllare il proprio alberello per un wine tour d'eccellenza. Secondo Paolo Leo delle Cantine Paololeo "è importante continuare a portare turisti e visitatori nel Salento, il bellissimo territorio compreso tra l'Adriatico e lo Ionio, parte terminale del "tacco" dello stivale che l'Italia forma nel Mar Mediterraneo, con la sua storia e cultura e bellissimi paesaggi naturali e rurali, costellati da vigne ed uliveti. È proprio qui che si incontrano gli "alberelli", vigneti antichi e suggestivi, che approfittano del sole caldo per germogliare e allo stesso tempo rinfrescano il terreno con l'ombra delle loro foglie. Si tratta di un metodo che sta scomparendo: l'estirpo degli alberelli è un disastro culturale ed ecologico, essi sono unici per le caratteristiche del grappolo e dell'acino ma anche per la qualità del gusto e del colore che riescono a trasmettere ai vini". Il vino Negroamaro IGP Puglia. Coltivazione: Vigneti vecchi allevati ad alberello tipico salentino; la pianta viene mantenuta sempre di piccole dimensioni, 40-60 cm da terra, in questo modo la vite sfrutta in modo ottimale le risorse disponibili nel terreno, sia idriche che nutritive. poche gemme sulla pianta, da 6 a 8, per garantire una produzione di qualità. Vinificazione: La vendemmia viene effettuata manualmente alle prime ore dell'alba. Il liquido è lasciato macerare a contatto con le bucce per 12/15 giorni, dopo frequenti rimontaggi avviene la pressatura soffice. Fermentazione termocontrollata a 25°C. Affinamento: 3 mesi in acciaio, 18 mesi in Tonneaux di quercia francese e americana e 3 mesi in bottiglia. Robusto e deciso il Dorsorosso si concede a piatti di ricca struttura, legati alla tradizione Salentina, come primi piatti al forno e ragù a lenta cottura, ottimo anche su piatti come orecchiette alle cime di rapa o fave e cicorie con crostini fritti; le migliori braci di carne valorizzano la struttura del vino e abbinato con salumi e formaggi diventa un ospite di grande compagnia.

Cantine Aperte bis 2021 in Friuli Venezia Giulia

Cantine Aperte bis 2021 in Friuli Venezia Giulia

Nostalgia di Cantine Aperte? Rivivi l'evento il 19 e 20 giugno. Per la prima volta il grande evento enoturistico concede il bis.

Per la prima volta, infatti, il Movimento Turismo del Vino nazionale ha deciso di proporre, in tutta Italia, una seconda edizione dello storico evento enogastronomico. Anche la nostra regione aderisce all'iniziativa per cui preparatevi per un nuovo weekend ricco di appassionati racconti, imperdibili esperienze e coinvolgenti momenti conviviali! Due giorni di iniziative (organizzate nel pieno rispetto delle norme igienico sanitarie previste per il contenimento della pandemia) per raccontare pienamente il magico e variegato mondo del vino: visite in cantina e ai vigneti, degustazioni, prelibatezze enogastronomiche, esperienze suggestive accompagneranno il visitatore. Elda Felluga, presidente del Movimento Turismo del Vino FVG, racconta "Cantine Aperte a fine maggio ha dimostrato, ancora una volta, il suo grande richiamo verso tutto il mondo degli enoappassionati e siamo certi che anche questo bis sarà molto apprezzato. Una prima edizione estiva a cui hanno aderito oltre 30 aziende vitivinicole di tutta la regione, pronte ad accogliere enoturisti da tutta Italia e dall'estero. Inoltre, siamo molto soddisfatti della collaborazione con le associazioni culturali, le quali ci affiancheranno anche in questa nuova edizione di Cantine Aperte." Non potevano di certo mancare le Cene (sabato 19) e i Pranzi (domenica 20) con il Vignaiolo, piacevoli occasioni per approfondire l'abbinamento cibo-vino grazie a prelibati menù e all'incontro con il produttore, e nemmeno i Piatti Cantine Aperte, proposte della cucina del territorio abbinate a un vino. Inoltre, non perdetevi gli appuntamenti settimanali con Vigneti Aperti, il nuovo format targato Movimento Turismo del Vino che vi permette di vivere esperienze all'aria aperta nel segno della sicurezza. 1° appuntamento con "DegustaMente – Risveglio sensoriale in vigna" Sabato 19 giugno si svolgerà il primo appuntamento del 2021 con "DegustaMente – Risveglio sensoriale in vigna", l'evento perfetto per alleggerire la mente e ripartire con più carica. Un incontro dedicato al benessere psicofisico in compagnia di due esperti che guideranno i presenti in un viaggio alla scoperta dei nostri sensi, preparando il corpo a degustare con più consapevolezza il vino e i prodotti del territorio. Tutte le informazioni sul sito www.vinodila.it. Ricordiamo che è importante consultare il nostro sito www.cantineaperte.info per conoscere le aziende aderenti e le modalità di adesione e prenotazione previste. Inoltre, è fondamentale rispettare tutte le indicazioni che troverete nelle aziende per poter vivere serenamente la manifestazione. Tutti gli amici winelovers che vogliono essere sempre informati sulle news di Cantine Aperte Bis possono consultare il sito www.cantineaperte.info oppure seguire le pagine Facebook MtvFVG e Instagram mtv_friulivg. Cantine Aperte in Friuli Venezia Giulia è organizzato dal Movimento Turismo del Vino FVG con il supporto tecnico di Ceccarelli Group, Acqua Dolomia, Juliagraf, Il Maggese / Novalis, Latteria di Venzone e Latte Carso e Q.B. Quanto Basta.

San Michele-Appiano: il successo della

San Michele-Appiano: il successo della

Fra le più calde dell’ultimo secolo, l’annata 2015, ha contribuito non poco nel dare vita a vini rossi di grande struttura, dal bel colore intenso e spiccati profumi. Soprattutto per la cantina di San Michele-Appiano che può schierare un Pinot nero, un Merlot e un Cabernet di grande presenza, tannini morbidi e un potenziale di invecchiamento davvero degno di nota. Anche i vini bianchi come Schulthauser, il Pinot Grigio e il Sauvignon Sanct Valentin hanno goduto di questa particolare tendenza climatica sia per quanto riguarda i sentori che la struttura. Grazie alla raccolta di uve mature ma sanissime e nonostante una quantità di produzione media. “Le temperature alte che hanno caratterizzato tutto l’anno fino alla vendemmia ci hanno regalato uve sane e molto mature, pronte per la produzione di vini bianchi e rossi importanti” spiega Hans Terzer, winemaker della cantina San Michele-Appiano dal 1977. Per ogni annata, il successo della “cantina eccellenza” dell’Alto Adige trova la forza nel grande lavoro dei suoi contadini nei 380 ettari di superficie di coltivazione, e negli investimenti - quest’anno ammontano a un milione – soprattutto in tecnologia di ultima generazione. La qualità non conosce compromessi per Hans Terzer che riguardo al futuro ci vede chiaro: “Sono convinto che i vini della cantina San Michele-Appiano miglioreranno ulteriormente; abbiamo tanti vigneti ancora giovani che, man mano che invecchieranno, ci regaleranno grande qualità”.  

LUNGAROTTI CRESCE NEL 2015, SI APRONO NUOVI MERCATI EXPLOIT DI SVIZZERA E COREA

LUNGAROTTI CRESCE NEL 2015, SI APRONO NUOVI MERCATI EXPLOIT DI SVIZZERA E COREA

Bene anche la performance enoturistica (12 appartamenti dell’agriturismo Poggio alle vigne, wine resort Le Tre Vaselle, enoteca) che cresce del 7% per un valore globale prodotto dal Gruppo Lungarotti di 11,8mln di euro. Tra i risultati migliori, le vendite addirittura triplicate in Svizzera e più che raddoppiate in Corea. Torna invece a crescere la Russia – in controtendenza rispetto al dato nazionale (-30,4%) – che fa segnare un aumento della domanda del 147% ma che a causa della perdita dell’anno precedente ancora non raggiunge i livelli 2013. Mentre rimane stabile uno dei mercati UE principali, la Germania, fa +8% un buyer altrettanto importante come la Danimarca e cresce sensibilmente il Belgio (+47%). Sempre nell’ambito europeo, significative aperture di nuovi mercati, in primis in Turchia, poi in Polonia, Slovacchia, Repubblica Ceca e Bulgaria. Nell’extra Ue si conferma strategico il Canada (+12%), mentre stabile è il Giappone e ancora fase di lancio la Cina. “Lo scorso anno - ha detto l’amministratore unico, Chiara Lungarotti – è stato importante sul fronte della riorganizzazione dell’assetto di vendita presso alcuni Paesi target, come gli Usa e la Cina, ma altrettanto significative sono state le aperture o le riattivazioni di mercati emergenti. Scelte – ha proseguito Lungarotti - che potranno rivelarsi vincenti nel prossimo futuro”. Nei 250 ettari vitati tra la Tenuta di Torgiano e quella di Turrita di Montefalco, le due Cantine Lungarotti producono 2,5 milioni di bottiglie, per un totale di 28 etichette esportate in 50 Paesi nel mondo. Chiude bene il 2015 il Rubesco, storico portabandiera del brand umbro, che registra un +5% sul fronte del mercato interno e un +9,3% delle vendite estere, ma segnano ottimi risultati anche gli ultimi nati in casa Lungarotti, L’U Bianco e L’U Rosso, protagonisti di una linea moderna pensata anche per i palati più giovani. Le produzioni di olio, grappe, condimento balsamico d’uva e confetture completano l’offerta agroalimentare del Gruppo, impegnato da quasi 30 anni anche in campo culturale. A Torgiano il Museo del Vino (MUVIT) e il Museo dell’Olivo e dell’Olio (MOO) della Fondazione Lungarotti custodiscono oltre 5000 anni di storia di due simboli della cultura mediterranea.

ANTONIO CENTOCANTI

ANTONIO CENTOCANTI

E' il nuovo presidente dell'Istituto Marchigiano di Tutela Vini

È Antonio Centocanti, presidente della Cantine Belisario Soc. Coop. Srl, il nuovo presidente dell'Istituto Marchigiano di Tutela Vini (Imt), consorzio diretto da Alberto Mazzoni che rappresenta l'82% dell'export vinicolo delle Marche. Nato a Cerreto d'Esi, classe 1955, Centocanti che succede a Gianfranco Garofoli, è stato eletto all'unanimità dal neo consiglio di amministrazione del maxiconsorzio che conta circa 700 soci e 16 denominazioni tutelate. Ad affiancarlo, i nuovi vicepresidenti Michele Bernetti (Umani Ronchi) e Doriano Marchetti (Moncaro). “Le Marche del vino – ha detto il presidente di Imt, Centocanti – hanno raggiunto un buon livello sul fronte della notorietà e della qualità dei prodotti ormai apprezzati a livello internazionale, Verdicchio in primis. Ora occorre fare il salto di qualità. Obiettivo del prossimo triennio sarà perciò consolidare l’immagine e le posizioni conquistate dai vini marchigiani sul mercato interno ma soprattutto rafforzare la nostra presenza sui mercati esteri attraverso azioni promozionali mirate e incoming sul territorio. Una direzione questa – ha concluso Centocanti - ampiamente condivisa dalla nostra base associativa”.

Dopo Umbria e Abruzzo, l

Dopo Umbria e Abruzzo, l

Prosegue la vendemmia in 11 regioni fino al 30 ottobre

Si potrà così  partecipare alla vendemmia con i produttori e riscoprire l’antica tradizione della raccolta e della pigiatura dell’uva. Dal Trentino Alto Adige (30 settembre-2 ottobre) alla Sicilia (ottobre), passando per la Sardegna (25 settembre) e la Campania (fino al 30 ottobre), le cantine MTV sono pronte ad accogliere i visitatori con un programma ricco di degustazioni e attività in vigna. Non mancheranno le iniziative dedicate ai baby-vendemmiatori in Lombardia (‘Cantine Aperte Junior’ - 18, 25 settembre e 2 ottobre), Emilia Romagna (18 settembre), Veneto (fino al 29 settembre) e Piemonte (fino al 16 ottobre). In Toscana (17-18 settembre) spazio a visite in antiche cantine medievali, trekking tra i vigneti e pranzo dei vendemmiatori. Domenica 25 settembre sarà la volta del Lazio, dove si potrà scegliere tra pranzi con il vignaiolo, assaggi di prodotti tipici e tour nell’area archeologica e patrimonio Unesco “La Banditaccia” (Cerveteri - RM), e della Puglia con mostre in bottaia, minicorsi di degustazione e abbinamenti cibo-vino. Dal 30 settembre al 2 ottobre in Trentino-Alto Adige si potranno assaggiare vini nella cantina più alta d’Europa (Meltina-BZ) o partecipare l’1 ottobre alle degustazioni di mosti seguite da una lezione astronomica in notturna e da una colazione in vigna la mattina successiva a Pressano di Lavis (TN). Prosegue inoltre “MTV per Amatrice”, la raccolta fondi promossa dal Movimento Turismo Vino a sostegno delle popolazioni colpite dal terremoto del Centro Italia. Fino a Cantine Aperte 2017 (maggio), parte del ricavato delle degustazioni sarà devoluto in favore del Comune di Amatrice. Per info e programmi: www.movimentoturismovino.it

 TUTTO IL BUONO E IL BELLO DI MODENA IN UN WEEK END:  SABATO 1 E DOMENICA 2 OTTOBRE E' TEMPO DI GUSTI.A.MO16

TUTTO IL BUONO E IL BELLO DI MODENA IN UN WEEK END: SABATO 1 E DOMENICA 2 OTTOBRE E' TEMPO DI GUSTI.A.MO16

Il conto alla rovescia

Visite guidate e degustazioni nelle acetaie - sia della IGP che della DOP - nei caseifici non solo modenesi ma quelli aderenti al Consorzio in tutte le provincie di produzione, nelle cantine di Lambrusco e nei prosciuttifici in tutte e due le giornate, saranno il fulcro del week end che tuttavia riserverà ai turisti molte altre sorprese su ogni fronte: dagli itinerari e i pacchetti studiati su misura in collaborazione con Modenatur tra le bellezze storico-artistiche del centro e dei dintorni della città - in particolare il sito Unesco comprendente Duomo, Torre Civica e Piazza Grande, il Palazzo Ducale, l'Acetaia Comunale, la Rocca di Vignola e l'Abbazia di Nonantola - alle degustazioni narrative sensoriali di tutti i prodotti tipici del territorio al Mercato Albinelli a cura di Piacere Modena in collaborazione con la Compagnia Koinè, dove si terrà altresì un momento di intrattenimento musicale con Max Marmiroli e i Follon Brown, una seduta di pittura con l'artista Franco Ori e la presentazione degli esclusivi panini dello Chef Daniele Reponi. L'appuntamento con il gusto si espande anche nei ristoranti aderenti a Modena a Tavola, con menu dedicati ai prodotti DOP e IGP modenesi e nelle strutture ricettive che si presentano con pacchetti ad hoc a partire da 59€ a persona per l'offerta base con pernottamento e visita della città, fino agli 89€ a testa per l'offerta che include altresì un ingresso al Museo Enzo Ferrari e un pranzo/cena con menù tradizionale modenese. Patrocinato da Comune di Modena, Provincia, Regione Emilia Romagna e Camera di Commercio di Modena, il fine settimana all'insegna del gusto sarà anche una importante occasione di confronto, in particolare il talk show di sabato mattina dal titolo Cibo, cultura, territorio: la grande differenza Italiana a cui sono stati invitati a intervenire, tra gli altri, il filosofo Marino Niola, il regista Davide Rampello, uno dei maggiori innovatori del linguaggio televisivo dagli anni '80 ad oggi e altresì ideatore del Padiglione Zero ad Expo e curatore della rubrica "Paesi, paesaggi" dedicata alle eccellenze paesaggistiche ed alimentari d'Italia nella trasmissione Striscia la Notizia, il Direttore della Fondazione Qualivita e consigliere del Ministro Martina per le politiche digitali per la tutela del Made in Italy agroalimentare oltre che collaboratore ed ospite alla trasmissione Rai Linea Verde Mauro Rosati e il giornalista sportivo Leo Turrini, massimo esperto della Ferrari, altra eccellenza del territorio modenese. Ufficio Stampa Consorzio di Tutela Aceto Balsamico di Modena IGP Marte Comunicazione snc di Marzia Morganti Tempestini & C

Filari di Storia, le vigne e le cantine dell

Filari di Storia, le vigne e le cantine dell

Sabato 8 ottobre e domenica 9 , con la prima edizione di Filari di Storia, le vigne e le cantine dell

Sabato  8 ottobre e domenica 9 , con la prima edizione di Filari di Storia, le vigne e le cantine dell’Ager Falernus e dell’area della Dop Falerno del Massico saranno aperte ai visitatori in occasione degli ultimi giorni della vendemmia. E’ questa la vendemmia del Falerno dell’anno 2769 “ab Urbe condita”, ossia “dalla fondazione di Roma”, prendendo come sistema di datazione quello utilizzato in epoca tardo repubblicana.  Si aprirà al visitatore la rara possibilità  di vivere il lavoro dei vignaioli di oggi, mangiare con loro con la “ Merenda in Vigna “ , visitare i luoghi di produzione, degustare i mosti e i vini, apprendere le tecniche di vinificazione. Sarà possibile grazie al bus navetta, anche osservare gli straordinari resti murari delle unità produttive dei vignaioli di  duemila anni fa, posizionate sui costoni del monte Petrino e del Monte Massico, gioielli archeologici unici al mondo. La famose anfore vinarie conservate presso il Museo Civico Archeologico “Biagio Greco” di Mondragone introdurranno i visitatori in un viaggio nel tempo che porterà fino alle botti e alle bottiglie del XXI secolo. Nelle Terre del Falerno - ovvero nei territori di Carinola, Cellole, Falciano del Massico, Mondragone e  Sessa Aurunca, - dove si perpetua la Storia dell’eccellenza agroalimentare, il Nettare degli Dei vive da sempre con la passione dei vignaioli  da conoscere meglio  o  scoprire. Filari di Storia è organizzato da Terre del Falerno, l’aggregazione di enti locali e operatori economici e culturali dell’agro omonimo, con la collaborazione del Museo Civico Archeologico “Biagio Greco” di Mondragone e delle Pro Loco dei comuni interessati. Il Tour giornaliero. nei giorni sabato 8 e domenica 9 ottobre, inizierà alle ore 9.00  per terminare nel tardo pomeriggio. Il luogo di ritrovo sarà presso Museo Civico Archeologico “Biagio Greco” di Mondragone dalle ore 9.00 per la registrazione dei partecipanti, per la visita al museo stesso, dove sono conservati molti interessanti reperti della produzione vinicola dell’Antico Falerno, nonchè per una breve illustrazione del comprensorio agrario come si presentava e funzionava in epoca romana. Dalle alle 10.00, con una bus  navetta e guida turistica al seguito, si raggiungeranno i vari luoghi di interesse, tra cui i resti delle ville rustiche disseminate nell’area del Massico. Sono previste le  visite alle cantine e ai vigneti delle aziende Bianchini Rossetti e Volpara (Sabato 8), Vitis Aurunca e Villa Matilde (Domenica 9) con  Degustazioni guidate delle etichette Dop e Igp anche delle altre cantine cantine dell’Ager Falernus. Il prezzo dell’itinerario comprendente trasferimenti in bus navetta, visita guidata alle aziende vitivinicole e ai beni archeologici, merenda del vignaiolo e degustazioni, è stato fissato in ero  € 16,00, con esenzione per i minorenni accompagnati e uno sconto di euro 2 per tesserati Ais, Fisar, Slow Food ( previo esibizione tessera 2016). Le prenotazioni dovranno pervenire entro  giovedì 6 ottobre, specificando il giorno prescelto. I posti sono ovviamente limitati   Per info e prenotazioni:    info@terredelfalerno.it mario stramazzo

Il Consorzio di Tutela del Primitivo di Manduria da venerd

Il Consorzio di Tutela del Primitivo di Manduria da venerd

Ci sarà anche il  Primitivo di Manduria in occasione della 45° edizione di Merano WineFestival da venerdì 4 a lunedì 7 novembre nello spazio GourmetArena. A rappresentare questo antico vino, con le loro perle enoligiche ci saranno le cantine:   Due Palme, San Gaetano; Cantine Erario, Charisma; Cantine San Giorgio (Gruppo Tinazzi),  Byzantium; Cantine San Marzano,  Anniversario 62; Cantolio Manduria, 15,0 di Mare; Consorzio Produttori Vini,  Elegia; Masca Del Tacco (Gruppo Femar Vini), Li Filitti; Ognissole (Gruppo Feudi San Gregorio),  Primitivo Di Manduria Marchio Rosso; Varvaglione Vigne & Vini,  Papale. Nove aziende presenti nello stand istituzionale all’interno della GourmetArena per presentare per la prima volta il Consorzio di Tutela del Primitivo di Manduria al pubblico  di uno degli eventi enogastronomici più importanti d’Europa. “Non solo passione e tradizione. - dichiara Roberto Erario, presidente del Consorzio di Tutela del Primitivo di Manduria - Merano WineFestival sarà dunque un ottimo veicolo per promuovere le nostre eccellenze. L’evento è infatti uno dei punti di riferimento, non solo per il mercato nazionale ma anche per quello tedesco, svizzero e americano, Paesi in cui il Primitivo raggiunge ottimi risultati, assicurandosi una grande fetta del proprio export”. Il programma prevede interventi, visite guidate, degustazioni e premiazioni. Il Merano WineFestival permette di dare uno sguardo alle ultime novità sul fronte enogastronomico e rappresenta una delle fiere del settore vinicolo più importanti al mondo che ha visto nelle ultime edizioni oltre 10mila presenze tra operatori e consumatori di vino. www.consorziotutelaprimitivo.com Mario Stramazzo

GIGANTI DI LANGA: UN TERRITORIO RACCONTATO DAI SUOI PROTAGONISTI

GIGANTI DI LANGA: UN TERRITORIO RACCONTATO DAI SUOI PROTAGONISTI

Un banco d'assaggio con 50 aziende, un convegno e due master class. Domenica 20 novembre un evento da non perdere a Villa Quaranta di Pescantina (VR)

Cuore della manifestazione il banco d'assaggio con 41 produttori di Barolo, Barbaresco, Nebbiolo e Barbera, dai grandi nomi di riferimento agli emergenti. A questi si aggiungeranno 9 aziende artigiane con prodotti gastronomici tipici piemontesi. "Sarà una panoramica completa su una terra – commenta il Sommelier Roberto Gardini, a cui è affidata una delle due master class della giornata – in perpetuo dialogo tra tradizionalisti e modernisti. Un territorio che si evolve per rimanere sempre uguale a se stesso, dove dominano due vini complessi, come Barolo e Barbaresco, che sanno essere ruvidi ed eleganti al tempo stesso". Banchetti aperti dalle 11 ,30 alle 19,30 con possibilità di assaggi illimitati. I visitatori, prima di immergersi nelle Langhe, saranno accolti da un calice di Prosecco offerto dalla Cantina Baraldi - Olio e Vini di pregio, partner principale della manifestazione. Alle ore 11.30 è previsto il convegno Vignaioli si nasce o si diventa? moderato dal giornalista Paolo Dal Ben sul tema del passaggio generazionale e della crescita imprenditoriale nelle aziende vitivinicole delle Langhe. Parteciperanno al dibattito cinque produttori di età e visioni differenti: Veronica Santero, dell'azienda Palladino; Pietro Colla dei Poderi Colla; Giulia Negri dell'omonima azienda, figlia di Giovanni Negri della Cantina Serradenari; Sergio Germano, della cantina Ettore Germano, e Massimo Rivetti dell'omonima cantina. Nel pomeriggio due degustazioni a numero chiuso arricchiranno l'offerta della giornata. Alle 15.30 il laboratorio su Barolo e Barbaresco a confronto, dove il giornalista e critico Pier Luigi Gorgoni guiderà nella degustazione di sette vini, tre Barbaresco e quattro Barolo: Barbaresco Canova 2013 – Azienda Agricola Ressia; Barbaresco Rabajà 2013 - Azienda Cortese Giuseppe; Barbaresco Serraboella 2012 - Azienda Agricola Massimo Rivetti; Barolo Classico 2012 – Ceretto; Barolo Classico 2012 - Oddero Poderi e Cantine; Barolo Ornato 2011 - Azienda Agricola Palladino; Barolo Lazzarito 2009 - Azienda Agricola Ettore Germano. Alle 17.30 il sommelier Roberto Gardini, affiancato dal produttore Mauro Mascarello, condurrà alla scoperta del Monprivato, attraverso una verticale di sei annate: 1988, 1990, 1998, 2003, 2004 e 2010. Ingresso al prezzo di € 18, ridotto per s oci Ais, Onav, Fis, Fisar e Arte&Vino a € 15. Operatori del settore a € 10, presentando un biglietto da visita all'ingresso o invitando richiesta via mail a associazionearte.vino@gmail.com. Fino al 13 novembre inoltre si può acquistare il biglietto in prevendita alla pagina http://associazionearte-vino.it/negozio/al prezzo promozionale di € 13. Sponsor tecnico della manifestazione: YouWine. Info in breve | Giganti di Langa Data: 20 novembre 2016 Orari di apertura: 11,30 – 19,30 Luogo: Villa Quaranta, Via Ospedaletto, 57, 37026 Ospedaletto, Pescantina VR Ingresso: € 18. Ingresso ridotto per soci Ais, Onav, Fis, Fisar e Arte&Vino € 15; per operatori di settore, previo accredito a associazionearte.vino@gmail.com, € 10,00. Info: associazionearte-vino.it/ _________________________ Associazione culturale Arte&Vino Nata nel 2015 nel veneziano l'associazione culturale Arte&Vino si è specializzata nell'organizzazione di eventi in grado di coniugare la divulgazione dell'arte con la passione per il vino. Tra le iniziative recenti si segnala La notte rosa delle bolle, lo scorso 30 giugno a Villa Widmann Rezzonico Foscari a Mira (VE); Bollicine a Palazzo Albergati il 22 maggio a Bologna e La Valpolicella incontra Palazzo Albergati, sempre a Bologna il 6 marzo scorso. Press info: Michele Bertuzzo 347 9698760 Anna Sperotto 349 8434778   LISTA AZIENDE VINICOLE PRESENTI Abrigo Giovanni Adriano Marco e Vittori Azienda Agricola Abrigo F.lli Azienda Agricola But di Meistro Flavio Azienda Agricola Brezza Azienda Agricola Cà Richeta Azienda Agricola CA'VIOLA di Caviola Giuseppe e C. s.s. Azienda Agricola Fassino Giuseppe Azienda Agricola Mustela Azienda Agricola Oberto Marco - Ciabot Berton Azienda Agricola Renato Baracco Azienda Agricola Ronchi Azienda Ferdinando Principiano Ca' del Baio Cantina Careglio Cantina del Nebbiolo Cantine Palladino Cascina Rabaglio Castello di Neive Cortese Giuseppe Ettore Germano Fabrizio Ressia Fratelli Aimasso Fratelli Serio e Battista Borgogno Gianfranco Bovio Giulia Negri La Bioca S.r.l. Agricola Marchesi di Barolo Massimo Rivetti Mauro Mascarello Oddero Cantine e Poderi Paitin di Pasquero-Elia Pio Cesare Poderi Colla Poderi Moretti Punset Azienda Agricola Biologica Serradenari Sottimano Vite Colte Azienda Schiavenza Azienda dal Tetto   Studio Cru comunichiamo valori autentici Viale Verona, 98 - 36100 Vicenza

CANTINE APERTE FOR WEDDING IL 27 E 28 NOVEMBRE: TUTTO IL FASCINO DEL MATRIMONIO IN CANTINA

CANTINE APERTE FOR WEDDING IL 27 E 28 NOVEMBRE: TUTTO IL FASCINO DEL MATRIMONIO IN CANTINA

Il 27 e 28 novembre l

Perugia, 24 Novembre - Venti Cantine Aperte for Wedding, per scoprire quanto è bello sposarsi in Umbria, tra i colori, i profumi, le atmosfere della Vite e del Vino. Il 27 e 28 novembre il Movimento Turismo del Vino della regione, in collaborazione con Coef Eventi, wedding planner specializzato, ha organizzato il primo evento di promozione del matrimonio in cantina, rivolto a futuri sposi, wedding planner, operatori turistici. Nelle cantine saranno presenti oltre un centinaio di operatori economici del settore wedding, per far conoscere le loro proposte e le tante novità per la cerimonia. Grazie alla collaborazione con Joanna Miro, consulente di marketing territoriale e titolare di TerroirDiVini, saranno presenti anche professionisti del wedding da altri paesi europei (Perfect Day, Beautiful Day, Dash Luxury, tanto per citarne alcuni) “Le cantine, con tutto il loro ricco bagaglio di tradizione, qualità dell’accoglienza, tipicità enogastronomica e passione -sostengono Gioia Bacoccoli per il Movimento Turismo del Vino e Alessandra Carbonari di Coef Eventi, ideatrici dell’evento- sono un luogo unico per ospitare il giorno del SI. Con Cantine Aperte for Wedding tutti coloro che sono alla ricerca di una location originale per rendere ancora più memorabile la cerimonia nuziale, avranno l’opportunità di scoprire la romantica atmosfera delle cantine e dei vigneti umbri, la ricchezza delle proposte turistiche a tema per gli sposi e per i loro invitati, le peculiarità di eccellenze enogastronomiche ed artigianali identitarie. Per la nostra regione -concludono- questo appuntamento rappresenta anche un’importante occasione per le aziende del settore che hanno scelto di fare rete, al fine di contribuire alla promozione dell’Umbria come Wine Wedding Destination.” Queste le Cantine Aperte for Wedding dell’Umbria: Cantina Chiorri, Cantina Goretti e Cantine Aliani Castello di Ramazzano (Colli Perugini),Cantine Lungarotti, a Torgiano e a Montefalco, Saio - Assisi, Blasi a Umbertide (Colli Altotiberini), Antonelli San Marco, Arnaldo Caprai, Le Cimate a Montefalco, Tenute di Saragano Agrit. La Ghirlanda a Gualdo Cattaneo, Carapace,Tenute Lunelli a Bevagna, Pucciarella e Castello di Magione, Madrevite a Castiglion del Lago, Pomario a Piegaro,Todini e Roccafiore (Todi), Cirulli a Ficulle e Palazzone a Orvieto. Non è la prima volta che le Cantine Aperte for Wedding fanno da cornice a matrimoni originali, a tema vino e non solo. Già un centinaio sono, infatti, le cerimonie ospitate tra botti e filari dalle venti cantine che partecipano all’evento. Scopo di Cantine Aperte for Wedding è, del resto, quello di valorizzare ancora di più l’Umbria come Wedding Destination anche a tema vino, secondo i programmi di sviluppo dell’enoturismo 2016-18 formulati dal Movimento Turismo del Vino Umbria, che ben si sposano -è proprio il caso di dirlo- con "Love me in Umbria", il nuovo progetto della regione Umbria – Turismo che investe sul turismo romantico. I dati forniti dall’Assessorato al Turismo della regione infatti parlano di un fatturato che nel 2015 è arrivato a 17 milioni di euro e che, calcolando tutto l'indotto, sale a 23 milioni, con circa 87 mila presenze straniere in Umbria, pari al 7 per cento del mercato delle presenze internazionali. Partner tecnico di MTV Umbria anche in questa occasione è Winedering, la prima piattaforma online internazionale, focalizzata su Cantine e Tour enogastronomici recensiti dagli wine lovers di tutto il mondo. L’appuntamento gode anche del patrocinio del Comune di Perugia, di Terni e del Comune di Foligno, dove hanno sede sia l’associazione regionale che quella nazionale del Movimento. Cantine Aperte for Wedding vede anche la collaborazione di BeWell, Fabbrica di Cioccolato Perugia, di Bcc di Spello e Bettona e della Camera di Commercio di Perugia, della Strada del Sagrantino, del Consorzio di Montefalco. Infine di bellaumbria.net, asisiumtravel.com e deliciousitaly.com per la commercializzazione dei pacchetti turistici a tema. Nuova importante  partnership, inoltre, è stata stretta dal Movimento con Axpo Italia Spa, specialista nella fornitura di energia elettrica e gas naturale per le imprese. Anche Cantine Aperte a San Martino è un’iniziativa Fondo Europeo agricolo per lo Sviluppo Rurale. L'Europa investe nelle zone rurali. PSR per l’Umbria 2014/2020 - misura 16.4.2. --- VG COMUNICAZIONE Maria Luisa Lucchesi M. 328 0368578

Cantine Aperte a Natale Un'ottima occasione per scegliere i vostri regali degustando prelibati vini

Cantine Aperte a Natale Un'ottima occasione per scegliere i vostri regali degustando prelibati vini

Il Movimento Turismo del Vino Friuli Venezia Giulia in collaborazione con le Strade del Vino e Sapori FVG organizza: Cantine Aperte a Natale che si svolger

Se è proprio questo ciò che state cercando, Cantine Aperte a Natale è l’evento giusto per voi: sabato 10 e domenica 11 dicembre potrete, infatti, visitare alcune tra le più belle cantine del Friuli Venezia Giulia, degustarne i vini e scoprire le fantasiose confezioni preparate ad hoc con selezionate bottiglie per tutte le occasioni oppure composte da biscotti, confetture, dolci e prodotti tipici con il corretto vino in abbinamento.   Sempre più spesso, infatti, la bottiglia di vino rappresenta un dono molto gradito per molte occasioni di festa e conoscerne la storia ci permette un’emozionante viaggio nei luoghi di produzione delle eccellenze enologiche. Sarà, infatti, il produttore in persona a consigliare il vino per voi e per i vostri amici e parenti, indicando gli abbinamenti più appropriati e le tendenze del momento.   I vini in degustazioni spazieranno dai classici internazionali agli eccellenti autoctoni, dagli spumanti ai vini passiti e sono molte le cantine che organizzano anche deliziosi abbinamenti cibo-vino all’insegna della buona tavola e della ricerca del perfetto matrimonio di gusto. Inoltre, la scelta del vostro regalo di Natale ideale sarà accompagnata da prelibati prodotti tipici locali (come i trasformati del FigoMoro da Rive Col de Fer a Caneva o le creme e i sughi di Casali Cjanor da Azienda del Poggio a Fagagna), da degustazioni di bollicine e spuma di trota affumicata da Pascolo Alessandro a Ruttars, da concerti natalizi con scuole di musica e cori Gospel da Castello di Rubbia a San Michele del Carso, da racconti su vitigni autoctoni recuperati da Bulfon a Valeriano e molte altre indimenticabili esperienze.   La lista delle cantine aderenti, con l’indicazione degli orari di apertura e le iniziative collaterali realizzate per questo weekend, è disponibile sul sito web mtvfriulivg.it .   L’evento è organizzato dal Movimento Turismo del Vino FVG in collaborazione con le Strade del Vino e Sapori FVG Per maggiori informazioni: Movimento Turismo del Vino Friuli Venezia Giulia Tel +39.0432.289540 Cell. +39.348.0503700 info@mtvfriulivg.it  

AD ENOLITECH CANTINE SMART  PER UNA VITIVINICOLTURA CHE GUARDA AL FUTURO

AD ENOLITECH CANTINE SMART PER UNA VITIVINICOLTURA CHE GUARDA AL FUTURO

ALLA VENTESIMA EDIZIONE ESPOSITORI IN CRESCITA DEL 30% DA 15 PAESI

Verona, 27 marzo 2017 – Con un incremento del 30% del numero di espositori rispetto al 2016, Enolitech 2017 si presenta più ricco e completo nella sua offerta di tecnologie, mezzi tecnici e servizi alla filiera del vino, dell'olio e ora anche della birra artigianale. Per accogliere i circa 200 espositori provenienti quest'anno da 15 Paesi, è stato ampliato il padiglione dedicato, che raggiunge quasi 9.000 metri quadrati coperti lordi. In programma dal 9 al 12 aprile, in contemporanea con Vinitaly e Sol&Agrifood, per i cui espositori rappresenta una fiera di servizio, Enolitech festeggia quest'anno la ventesima edizione. Dopo aver accompagnato l'evoluzione delle filiere vitivinicola e olearia partendo dalle attività di campagna, nel tempo ha visto espandersi il settore dei servizi, in linea con le esigenze delle imprese. Le novità quest'anno sono rappresentate principalmente dai suoi espositori e dai prodotti esposti. Le aziende, tra le più importanti nel settore di appartenenza, provengono, oltre che dall'Italia, da Stati Uniti, Francia, Austria, Gran Bretagna, Repubblica Ceca, Spagna, Ucraina, Cina, Irlanda, San Marino, Danimarca, Germania, Serbia e Svizzera. Obiettivo della loro partecipazione ad Enolitech è entrare in contatto con operatori di tutto il mondo: 38.000 nel 2016, dei quali il 21% esteri. Tra le proposte più innovative, soluzioni su misura e chiavi in mano per cantine 4.0, pensate come avveniristiche sale di comando che mettono in connessione macchine, persone e impianti per ottimizzare i processi produttivi e migliorare l'efficienza e la redditività delle imprese. Contestualmente aumentano di numero i software gestionali sempre più specializzati. Anche il packaging si evolve e assume sempre maggiore importanza. Realizzato con materiali riciclabili, adeguato a proteggere la qualità dei prodotti durante il trasporto, è facilmente movimentabile e si adatta a una logistica world wide in grado di accontentare le esigenze di piccole a grandi aziende. A monte della filiera, per il vigneto e l'oliveto ci sono i concimi biologici, mentre ogni attività dell'azienda agricola è sempre più ecocompatibile, grazie al recupero di tutti gli scarti di lavorazione, dai residui di potatura alla carta siliconata delle etichette applicate alle bottiglie. In crescita l'offerta di resine e di pavimenti industriali, con aziende leader che dal settore industriale alimentare si rivolgono con crescente interesse ai produttori di vino e olio di oliva. Tra le tecnologie e i mezzi tecnici, grande spazio alle imbottigliatrici, ai tappi, di sughero, di vetro o sintetici, e alle bottiglie, anche di design, pronte per la sublimazione, con apparecchiature per realizzarla direttamente in azienda così da personalizzare il packaging dei propri prodotti. L'importanza dell'immagine è confermata dalla presenza di un gran numero di aziende specializzate nella realizzazione di etichette, con soluzioni non solo belle, ma capaci al tempo stesso di decorare una bottiglia, di informare e tutelare il consumatore e di promuovere il prodotto. Per gli operatori del canale horeca, a Enolitech ci sono gli strumenti del mestiere, con l'offerta di oggetti e arredi professionali, ma dal design sempre più raffinato, come vetrine climatizzate per vini, salumi e formaggi, bicchieri soffiati e in polimero, cavatappi e secchielli. Entrate massicciamente in Sol&Agrifood, il Salone Internazionale dell'agroalimentare di qualità che si svolge in contemporanea con Enolitech e Vinitaly, negli ultimi anni, le birre artigianali stanno riscuotendo anche l'interesse dei fornitori delle tecnologie di birrificazione, sempre più numerosi all'appuntamento veronese.   Servizio Stampa Veronafiere Tel.: + 39.045.829.82.42 - 82.85 E-mail: pressoffice@veronafiere.it

25^ edizione di Cantine Aperte

25^ edizione di Cantine Aperte

Un'etichetta solidale, una raccolta fondi e due calici griffati per sostenere la ricerca contro il cancro

Sarà un compleanno all'insegna della solidarietà la 25^ edizione di Cantine Aperte, la più grande festa del vino in Europa che, sabato 27 e domenica 28 maggio, aprirà a un milione di enoappassionati le porte di circa 900 cantine in tutta Italia. Lo ha annunciato a Vinitaly il Movimento Turismo del Vino (MTV) Italia presentando la "Bottiglia Solidale", il progetto realizzato dal Movimento Turismo del Vino delle Marche e adottato da tutte le regioni italiane per sostenere le popolazioni colpite dal sisma. Per Serenella Moroder, vice presidente di MTV Italia e presidente di MTV Marche: "Questo progetto sintetizza in un'etichetta il legame profondo del vino con il territorio, un legame che oggi non può che parlare la lingua della solidarietà. E questa solidarietà, proprio come l'enoturismo che promuoviamo, è in movimento: attraversa tutto il Paese e si concretizzerà in un'ambulanza per le zone interessate dal terremoto". Le cantine aderenti di tutta Italia, infatti, potranno apporre sui loro vini l'etichetta solidale ("Un Mare diVino al Cuore delle Marche") realizzata dall'artista marchigiano "Ago" (Andrea Agostini) e vendere il loro vino al prezzo simbolico unitario di 10 euro, interamente devoluto all'acquisto dell'ambulanza. Prosegue inoltre l'iniziativa "MTV per Amatrice", la raccolta fondi lanciata da MTV Italia a Cantine Aperte in Vendemmia che andrà avanti fino a fine maggio. Si rinnova infine il sodalizio con Airc (Associazione italiana per la ricerca sul cancro), a cui sarà donato tutto il ricavato della vendita dei calici griffati "Cantine Aperte 25", realizzati in esclusiva per il 25° compleanno della manifestazione. La confezione di due calici Rastal sarà disponibile il 27 e 28 maggio in tutte le cantine aderenti all'iniziativa.

Tornano le Cantine a Nordovest

Tornano le Cantine a Nordovest

Altre sette tappe per scoprire i vini del Piemonte e della Val d'Aosta

Dopo il successo delle prime tappe continua Cantine a Nord Ovest, la manifestazione itinerante organizzata da Slow Food Piemonte e Valle d’Aosta per promuovere e far conoscere i vini del Piemonte. Non solo Barbera e Dogliani ma anche vitigni interessanti anche se meno conosciuti quali Timorasso, Gavi, Grignolino, Erbaluce. Sullo sfondo di paesaggi mozzafiato, molti dei quali patrimonio dell’Unesco, Cantine a Nord Ovest è l’occasione per andare alla scoperta, tappa dopo tappa, di un territorio assolutamente unico, il Piemonte. Quasi 150 le cantine da scoprire coinvolte nella manifestazione, alcune aperte al pubblico per la prima volta, e centinaia le etichette da degustare, grandi nomi accanto a piccoli produttori. 7 tappe da marzo ad ottobre, 7 domeniche, 7 vitigni da scoprire, oltre 150 cantine da visitare.

Le Cantine si aprono al sole di maggio

Le Cantine si aprono al sole di maggio

Ai nastri di partenza l'evento del MTV

Attività en plein air tra trekking, eco e mountain bike; poesia arte e fotografia ma anche musica pop, rock, jazz e folk; degustazioni enogastronomiche tipiche dei territori regionali e tanta solidarietà. È il cartellone di Cantine Aperte 2017, l’evento del Movimento Turismo del Vino (MTV) che quest’anno traguarda la 25^ edizione. Circa 800 le cantine aderenti in tutta Italia per il lungo week end enoturistico di MTV, la festa più attesa del vino che nella passata edizione ha coinvolto quasi un milione di appassionati da Nord a Sud. Per Carlo Pietrasanta, presidente del Movimento Turismo del Vino: “E’ la solidarietà il fil rouge della 25^ edizione di Cantine Aperte. Infatti per questo compleanno il Movimento Turismo del Vino sostiene i territori colpiti dal terremoto con il progetto “Bottiglia Solidale” di MTV Marche, per l’acquisto di un’ambulanza destinata alle zone del sisma. Non solo. La grande festa del vino chiuderà l’iniziativa MTV per Amatrice, la raccolta fondi lanciata nell’appuntamento di settembre mentre prosegue la collaborazione con Airc, l’Associazione italiana per la ricerca sul cancro, a cui doneremo tutto il ricavato proveniente dalla vendita dei calici griffati Cantine Aperte 25”. Tra le molteplici ulteriori iniziative benefiche promosse dalle singole cantine o dalle sedi regionali del Movimento, anche quelle a favore dell’Associazione Fibrosi Cistica (Trentino Alto Adige, 27 e 28 maggio) e dell’Unicef, quest’ultimo sostenuto da MTV Friuli Venezia Giulia (59 cantine, 27 e 28 maggio) a favore della campagna ‘Bambini in pericolo’. Qui spazio anche alla sostenibilità ambientale con il mercato bio per scoprire il gusto autentico dell’agricoltura biologica, dalla vigna all’orto fino al frutteto. E poi tour in carrozza tra i vigneti, laboratori di rose e orchidee, degustazione del salame più lungo di Cantine Aperte a passi di milonga di tango. Una novità esclusiva della 25^ edizione di Cantine Aperte arriva dalla Toscana (70 cantine, domenica 28 maggio) che inaugura la collaborazione con la Scuola Internazionale di Comics di Firenze, la più importante accademia per la formazione di fumettisti. Per l’occasione, in ogni cantina un artista racconterà il vino attraverso il fumetto. Concorso artistico en plein air, safari tra le vigne con mountain bike o in trenino e visita al Parco regionale dei Colli Euganei. Sono alcune delle proposte delle 70 aziende del Veneto (27 e 28 maggio). C’è molto sport nelle Cantine Aperte del cuore verde d’Italia, l’Umbria (56 aziende, 27 e 28 maggio) che propone pacchetti sport and wine, passeggiate a cavallo, nordic walking ma anche voli in elicottero, parapendio e rafting, senza dimenticare la tradizionale cena ‘a tavola con il vignaiolo’.

25 anni di Cantine Aperte un'imperdibile occasione per conoscere la cultura del vino tramite le parole dei produttori

25 anni di Cantine Aperte un'imperdibile occasione per conoscere la cultura del vino tramite le parole dei produttori

Il 27 e 28 maggio l'appuntamento

Torna l'appuntamento più atteso da tutti gli eno-appassionati: sabato 27 (solo su prenotazione) e domenica 28 maggio, infatti, i produttori regionali apriranno i battenti per la 25° edizione di Cantine Aperte, la kermesse nazionale promossa dal Movimento Turismo del Vino che anche quest'anno in Friuli Venezia Giulia coinvolgerà tutto il territorio per far incontrare vignaioli, appassionati, esperti e turisti al motto di “Vedi cosa bevi”.   Dalla Grave ai Colli Orientali, dal Collio al Carso, Cantine Aperte offre la possibilità agli enoturisti di scoprire e degustare l’ampio ventaglio di produzioni che, grazie alle diverse conformazioni e ai microclimi regionali, rendono il Friuli Venezia Giulia una terra d'eccellenza per grandi vini. Due giorni ricchi di iniziative per vivere pienamente il magico e variegato mondo del vino friulano: visite in cantina, degustazioni, prelibatezze enogastronomiche, escursioni nei vigneti e momenti dedicati alla musica e all’arte arricchiranno la vostra personale esperienza di Cantine Aperte. Anche quest’anno non mancheranno le golose occasioni per scoprire inediti abbinamenti cibo/vino con le Cene con il Vignaiolo (sabato sera, solo su prenotazione) e i Piatti di Cantine Aperte (domenica nelle cantine e ristoranti aderenti). Inoltre, quest’anno sarà proposta per la prima volta un’interessante iniziativa: il mercato bio. Grazie alla collaborazione con l’associazione AIAB-APROBIO FVG (associazione produttori biologici), domenica 28 maggio nelle cantine aderenti potrete acquistare, fino a esaurimento scorte, eccellenti prodotti di agricoltori locali.   Tutte le informazioni sulla grande festa dell’enoturismo e le indicazioni stradali sono consultabili sulla Mappa di Cantine Aperte che trovate negli Infopoint turistici, nelle filiali della Cassa di Risparmio del Friuli Venezia Giulia e nei più importanti locali regionali e del Veneto. Se invece preferite una versione più interattiva della Mappa di Cantine Aperte, potete comodamente scaricarla dal sito www.cantineaperte.info Inoltre, tutti gli amici enoturisti che desiderino essere sempre aggiornati sulle news della manifestazione possono seguire gli aggiornamenti pubblicati, in tempo reale, sulla pagina Facebook MtvFVG e sul profilo twitter @MTVFVG.   Cantine Aperte in Friuli Venezia Giulia è organizzato dal Movimento Turismo del Vino FVG con il supporto di PromoTurismo FVG. Si ringraziano per la collaborazione i partner e gli sponsor tecnici di Cantine Aperte: Toffoli Serramenti, Gallerini Hotels, ProntoAuto, Consorzio Agrario FVG, Latteria di Venzone, Juliagraf, Acqua Dolomia, AsterCoop Madimer, Molino Moras, Q.B. Quanto Basta. Segnaliamo inoltre con piacere che sempre sabato 27 e domenica 28 maggio presso l’Acetaia Midolini a Manzano si svolgerà l’iniziativa Passione per la tavola in Acetaia: un'esposizione di prodotti unici dedicati alla tavola con corsi di decorazione, visita guidata della balsameria e degustazioni in abbinamento con l'Asperum. Lancio concorso Spirito di Vino Cantine Aperte segna inoltre l’apertura ufficiale del 18° Concorso Internazionale per giovani vignettisti “Spirito di Vino”: i partecipanti possono inviare le loro opere a partire dal 28 maggio e fino al 28 agosto 2017. Il concorso, indetto annualmente dal Movimento Turismo del Vino Friuli Venezia Giulia, raccoglie e seleziona le più belle e divertenti vignette satiriche sul tema del vino realizzate da vignettisti di tutto il mondo.   Movimento Turismo del Vino Friuli Venezia Giulia Via del Partidor, 7 33100 Udine Tel +39.0432.289540 - +39 348 0503700 Fax +39.0432.294021 info@mtvfriulivg.it

Negrar prima fra le Top 20 Cantine Cooperative Italiane 2017

Negrar prima fra le Top 20 Cantine Cooperative Italiane 2017

Ancora un primo posto per la prestigiosa Weinwirtschaft

Per il secondo anno consecutivo, Cantina Valpolicella Negrar conquista il 1° posto nella "Top 20 Cantine Cooperative Italiane 2017" stilata dalla redazione di Weinwirtschaft, la più influente rivista per il mercato di vini in Germania, edita da Meininger. Quest'anno, la cantina cooperativa negrarese condivide il gradino più alto del podio con la cooperativa Viticoltori Associati di Vinchio-Vaglio Serra, di Vinchio (AT), in Piemonte. "Arrivare primi in classifica è impegnativo, come lo è riuscire a mantenere nel tempo il primato, per cui siamo fieri della riconferma di eccellenza assegnata ai nostri vini, che suggella la bontà della nostra mission aziendale: guardare al mercato con attenzione alla qualità e al territorio di appartenenza", afferma Daniele Accordini, Dg ed enologo della cantina. La Top 20, che esclude le cooperative alto-atesine, classificate a parte, è stata stilata dal periodico tedesco in base a criteri di eccellenza di qualità e di valorizzazione del territorio. I sei vini degustati da Weinwirthschaft sono i "best seller" della cantina: per la linea Domìni Veneti, i vini Amarone Classico e Vigneti di Jago, il Valpolicella Superiore Verjago, il Ripasso La Casetta ed il Recioto Vigneti di Moron, per la linea Cantina di Negrar, il Ripasso Le Roselle.

64 CANTINE STORICHE A VINITALY 2018

64 CANTINE STORICHE A VINITALY 2018

un Grand Tour esperienziale che unisce storia, cultura, paesaggio e vini d

Anche quest’anno ADSI - Associazione Dimore Storiche Italiane sarà presente all’appuntamento di Vinitaly a Verona con un numero crescente di cantine storiche appartenenti ai propri Soci: sono infatti 64 le Tenute Storiche con cantina che parteciperanno alla manifestazione 2018 (55 nel 2017) e che rappresentano una produzione annua di 35 milioni di bottiglie, provenienti da circa 30000 ettari di proprietà. I soci ADSI sono proprietari di beni culturali vincolati come monumento nazionale che, nel caso delle tenute viticole, comprendono, oltre alle cantine, giardini, vigneti, oliveti e boschi, in un insieme di straordinaria bellezza al tempo stesso architettonica e paesaggistica. Una visita alle cantine storiche dei soci ADSI costituisce un vero e proprio Grand Tour, che offre un’opportunità unica di turismo esperienziale, in cui la scoperta di molti vitigni autoctoni nel loro ambiente naturale si combina all’offerta di eccellenze gastronomiche del territorio. Tutte le cantine storiche sono visitabili su prenotazione, e fra le partecipanti a Vinitaly 2018, oltre 50 sono anche agriturismi, con un’offerta complessiva di 800 camere che, dal Trentino-Alto Adige alla Sicilia, consentono agli appassionati dell’enogastronomia di soggiornare in luoghi ricchi di storia e tradizione.  “La partecipazione a Vinitaly dimostra, ancora una volta, che i proprietari di dimore storiche dedicano un impegno costante non solo alla conservazione e tutela di una parte rilevante del nostro patrimonio culturale, ma anche, ove possibile, allo sviluppo e promozione di attività che hanno un impatto diretto sull’economia dei territori, in particolare all’interno delle comunità rurali” ha dichiarato il Presidente dell’Associazione Dimore Storiche Italiane Gaddo della Gherardesca. Il Grand Tour delle Cantine storiche diventa ancora più suggestivo se unito alla visita di affascinanti ville, castelli, palazzi, cascine e masserie aperti all’ospitalità e listati nel sito www.dimorestoricheitaliane.it; dove più di 300 soci incontrano ogni mese, se pur in modo virtuale, 15/20.000 appassionati italiani e stranieri. ELENCO AZIENDE ADSI A VINITALY 2018: Agricola Borgoluce – Agricola Colognole – Agricola Conti Bossi Fedrigotti – Agricola Foffani – Agricola Guerrieri Rizzardi – Agricola La Collina – Agricola La Rocchetta – Agricola Marcello del Majno – Agricola Marcello del Mayno – Agricola Marina Danieli – Agricola Nesci – Agricola Perusini – Azienda Contucci – Azienda Leone de Castris – Azienda San Leonardo – Badia a Coltibuono – Badia di Morrona – Baglio di Pianetto – Banfi srl – Barone Ricasoli – Cantina Montevecchio Isolani – Castel di Salve – Castello di Cacchiano – Castello di Gabiano – Castello di Montegiove – Castello di Ripa d’Orcia – Castello di Roncade – Castello di Torre in Pietra – Castello di Verrazzano – Castello di Volpaia – Castello Sonnino – Castello Vicchiomaggio – Conte Emo Capodilista – Duca Carlo Guarini – Guicciardini Strozzi – Il Mosnel di E. Bardoglio – Il Pollenza srl – La Barchessa di Villa Pisani – Le Corti Spa – Marchesi Alfieri – Marchesi Ginori Lisci – Marchesi Gondi – Marchesi Mazzei – Massimago S.S. – Podere ai Valloni srl -Possessioni di Serego Alighieri – Principi di Porcia e Brugnera – Tasca d’Almerita – Tenuta Bellafonte - Tenuta di Bibbiano - Tenuta di Fiorano – Tenuta di Ghizzano – Tenuta di Montegiove – Tenuta di Pietraporzia – Tenuta il Corno  - Tenuta la Marchesa – Terre dei Pallavicini – Vicara srl – Villa Angarano – Villa Calcinaia – Villa del Cigliano – Villa di Maser – Villa Vitas   Ufficio Stampa ADSI Giorgio Hardouin Monroy-Manuela Bigonzi  info@dimorestoricheitaliane.it   tel +3906 68307426  +3906 6833714

Cantine Aperte: il grande event che ha segnato la ripartenza responsabile guidata dai giovani!

Cantine Aperte: il grande event che ha segnato la ripartenza responsabile guidata dai giovani!

L'enoturismo è vivo e segna la ripartenza, grazie anche ai giovani che hanno visitato con curiosità e interesse le cantine regionali! Questo, in sintesi, il risultato ottenuto da Cantine Aperte, il più grande evento enoturistico nazionale, la cui 29° edizione si è svolta sabato 29 e domenica 30 maggio.

46 cantine hanno aperto le loro porte per accogliere enoappassionati con visite, degustazioni, esperienze all'aria aperta, tour in siti storici, cene e pranzi a tema: il tutto si è svolto in piccoli gruppi, su prenotazione e nel rispetto delle normative vigenti. "Siamo molto soddisfatti del risultato ottenuto", sottolinea la Presidente del Movimento FVG Elda Felluga, "oltre ad appassionati di diverse regioni italiane, abbiamo riscontrato anche una discreta presenza di turisti stranieri, segno che la nostra regione ha mantenuto la sua attrattività! Un ringraziamento speciale alle nostre cantine che si sono attivate con grande professionalità ed entusiasmo per rendere sicuro e piacevole questo weekend che ha dato il via agli eventi dell'enoturismo in regione. Un grazie di cuore anche allo staff del Movimento Turismo del Vino FVG che si è prodigato incessantemente per la riuscita della manifestazione. Infine desidero ringraziare la regione Friuli Venezia Giulia insieme a PromoTurismoFVG e CiviBank per il fondamentale supporto e sostegno dato alla manifestazione anche in questa particolare situazione." Un ottimo segnale in vista delle prossime iniziative del Movimento Turismo del Vino FVG: Vigneti Aperti, che vi aspetta ogni weekend, fino a novembre, per incontri e momenti conviviali, sempre nel segno della sicurezza, nei bellissimi vigneti della nostra regione, e Cantine Aperte Bis, per la prima volta, infatti, il grande evento verrà replicato sabato 19 e domenica 20 giugno offrendovi la possibilità di vivere nuovamente la magica atmosfera della manifestazione senza aspettare un anno. Anche quest'anno il calice di Cantine Aperte ha mantenuto il suo carattere solidale sostenendo diverse associazioni culturali locali. Da sempre la manifestazione è dedicata alla conoscenza della cultura del vino e del territorio. Proprio per questo motivo quest'anno si è deciso di sostenere diverse associazioni culturali locali, rappresentative delle arti musicali e teatrali: I Papu, Compagnia Teatrale El Tendon, Ecopark, Associazione Teatrale Friulana, Dietro Teatro, Compagnia Teatrale di Ragogna, Primorsko, Percoto Canta, Corale Caminese e Incanto. Cantine Aperte in Friuli Venezia Giulia è organizzato dal Movimento Turismo del Vino FVG con il supporto tecnico di Ceccarelli Group, Acqua Dolomia, Juliagraf, Il Maggese / Novalis, Latteria di Venzone e Latte Carso e Q.B. Quanto Basta. Ricordiamo infine con Cantine Aperte si è aperto ufficialmente il 22° Concorso Internazionale "Spirito di Vino" che viene annualmente indetto da MTV FVG e raccoglie le più belle e divertenti vignette satiriche sul tema del vino realizzate da vignettisti di tutto il mondo. I partecipanti possono inviare le loro opere dal 30 maggio al 16 ottobre 2021

Cantine Aperte: il grande event che ha segnato la ripartenza responsabile guidata dai giovani!

Cantine Aperte: il grande event che ha segnato la ripartenza responsabile guidata dai giovani!

L'enoturismo è vivo e segna la ripartenza, grazie anche ai giovani che hanno visitato con curiosità e interesse le cantine regionali! Questo, in sintesi, il risultato ottenuto da Cantine Aperte, il più grande evento enoturistico nazionale, la cui 29° edizione si è svolta sabato 29 e domenica 30 maggio.

46 cantine hanno aperto le loro porte per accogliere enoappassionati con visite, degustazioni, esperienze all'aria aperta, tour in siti storici, cene e pranzi a tema: il tutto si è svolto in piccoli gruppi, su prenotazione e nel rispetto delle normative vigenti. "Siamo molto soddisfatti del risultato ottenuto", sottolinea la Presidente del Movimento FVG Elda Felluga, "oltre ad appassionati di diverse regioni italiane, abbiamo riscontrato anche una discreta presenza di turisti stranieri, segno che la nostra regione ha mantenuto la sua attrattività! Un ringraziamento speciale alle nostre cantine che si sono attivate con grande professionalità ed entusiasmo per rendere sicuro e piacevole questo weekend che ha dato il via agli eventi dell'enoturismo in regione. Un grazie di cuore anche allo staff del Movimento Turismo del Vino FVG che si è prodigato incessantemente per la riuscita della manifestazione. Infine desidero ringraziare la regione Friuli Venezia Giulia insieme a PromoTurismoFVG e CiviBank per il fondamentale supporto e sostegno dato alla manifestazione anche in questa particolare situazione." Un ottimo segnale in vista delle prossime iniziative del Movimento Turismo del Vino FVG: Vigneti Aperti, che vi aspetta ogni weekend, fino a novembre, per incontri e momenti conviviali, sempre nel segno della sicurezza, nei bellissimi vigneti della nostra regione, e Cantine Aperte Bis, per la prima volta, infatti, il grande evento verrà replicato sabato 19 e domenica 20 giugno offrendovi la possibilità di vivere nuovamente la magica atmosfera della manifestazione senza aspettare un anno. Anche quest'anno il calice di Cantine Aperte ha mantenuto il suo carattere solidale sostenendo diverse associazioni culturali locali. Da sempre la manifestazione è dedicata alla conoscenza della cultura del vino e del territorio. Proprio per questo motivo quest'anno si è deciso di sostenere diverse associazioni culturali locali, rappresentative delle arti musicali e teatrali: I Papu, Compagnia Teatrale El Tendon, Ecopark, Associazione Teatrale Friulana, Dietro Teatro, Compagnia Teatrale di Ragogna, Primorsko, Percoto Canta, Corale Caminese e Incanto. Cantine Aperte in Friuli Venezia Giulia è organizzato dal Movimento Turismo del Vino FVG con il supporto tecnico di Ceccarelli Group, Acqua Dolomia, Juliagraf, Il Maggese / Novalis, Latteria di Venzone e Latte Carso e Q.B. Quanto Basta. Ricordiamo infine con Cantine Aperte si è aperto ufficialmente il 22° Concorso Internazionale "Spirito di Vino" che viene annualmente indetto da MTV FVG e raccoglie le più belle e divertenti vignette satiriche sul tema del vino realizzate da vignettisti di tutto il mondo. I partecipanti possono inviare le loro opere dal 30 maggio al 16 ottobre 2021

ADSI A VINITALY 2019 70 CANTINE DI DIMORE STORICHE ALLEATE A CONFAGRICOLTURA

ADSI A VINITALY 2019 70 CANTINE DI DIMORE STORICHE ALLEATE A CONFAGRICOLTURA

Un impegno condivisoper ladifesa del paesaggio, nella scoperta dei vitigni autoctoni e nella promozione del turismo esperienziale in Italia.

ADSI–Associazione Dimore Storiche Italiane–rinnova anche per questa edizione la sua presenza al Vinitaly, in programma dal 7 al 10 aprile, con un numero crescente di soci: saranno infatti 70(64 nel 2018 e 55 nel 2017) le cantine storiche presentialla manifestazione, a cui corrisponde una produzione annua pari a 40 milioni di bottiglie e 35mila ettari di paesaggio intatto.Cantine e dimore che rappresentano realtà di granderilievoculturale,un esempio di come sia possibile coniugare la tutela delpaesaggiocon la produzione di vini di alta qualitàe con l’offertadi un turismo esperienzialeche consenta di vivere lastraordinaria bellezza della campagna italiana.Novità di questa edizioneè la collaborazione tra l’AssociazioneDimore Storiche Italiane e Confagricoltura che lunedì 8 aprile,dalle 12 alle 13 presso lo stand della Confederazione-in concomitanza con la visita dei membri della Commissione Agricoltura della Camera dei Deputati-descriverannoinsieme la costante ricerca della migliore espressionedelle tipicità del territorio nella produzione vitivinicola. L’evento sarà seguito da una degustazione dedicata di vini provenienti dai vitigni autoctoni dei Soci.L’Associazionesarà direttamente presente a Vinitaly con uno stand collettivoubicato nel Padiglione 10 (Stand P5),nella galleria fra il Piemonte e la Toscana, con l’obiettivo di sottolineare ancora una volta il ruolo che le dimore storichehanno non solo nella ricerca del patrimonio storico-architettonico italiano, ma anche nella tutela enellasalvaguardia del paesaggio rurale.“Ancora una volta la nostra Associazione–dichiara il Presidente Gaddo della Gherardesca–conferma -grazie all’impegno concreto dei proprietari -, ilsuoruolo primario ed insostituibilenon solo nella conservazione e fruizione del patrimonio culturale del Paese, ma anche nel contributo costante e crescente al benessere economico della comunità rurale. I vitigni autoctoni,da cui provengono le produzioni delle nostre aziende,riflettono l’identità di un territorio e le sue peculiarità, e sono quindi garanzia di qualità, eccellenza e tradizione.” Le cantine storichepresenti a Vinitaly sono tutteaperte alle visite, su prenotazione, e in molti casi sono collegate o in vicinanza didimore d’epoca(listate in www.dimorestoricheitaliane.it) che offrono diverse tipologie di ospitalità,consentendo così agli operatori e appassionati della cultura del vino di visitareluoghi di grande fascino, in cui numerose generazioni hanno lasciato la propria impronta. ELENCO AZIENDE ADSI A VINITALY: Il Borro -Marchesi Frescobaldi -Marchesi Antinori-Marchesi Mazzei -Tenuta di Ghizzano-Banfi srl -Marchesi Gondi-Castello di Cacchiano -Marchesi Ginori Lisci -Agricola Le Corti -Agricola Colognole -Guicciardini Strozzi -Castello Sonnino -Castello Vicchiomaggio -Agricola Contucci -Barone Ricasoli -Castello di Volpaia -Villa Calcinaia -Villa del Cigliano -Tenuta di Bibbiano -Tenute di Bagnara -Tenute di San Fabiano -Badia di Morrona -Castello di Verrazzano -Badia a Coltibuono -Palazzo Massaini -Podere Fortuna-Castello di Roncade -Massimago s.s.-Villa Angarano -Conte Emo Capodilista -Guerrieri Rizzardi -Possessioni di Serego Alighieri-Castelnuovo Tancredi -Villa di Maser-Borgoluce -Marcello del Majno -Agricola de Lazara -Villa Vitas-Principi di Porcia e Brugnera -Agricola Perusini-Agricola Foffani -Agricola M.Danieli -Conti Bossi Fedrigotti -Castel di Salve -Duca Carlo Guarini -Leone de Castris -Tenuta di Fiorano -Tenuta di Pietra Porzia -Terre dei Pallavicini -Castello di Torre in Pietra -Castello di Montegiove -Tenuta di Bellafonte -Castello di Gabiano -Tenuta la Marchesa -Marchesi Alfieri-Podere ai Valloni-Chialva -La Collina di E.Boselli -Il Pollenza-Agricola Nesci -Agricola Mazzarosa Devincenzi -Il Mosnel di Bardoglio -Agricola La Rocchetta-Agricola Vicara srl -San Leonardo-Baglio di Pianetto -Tasca d’Almerita-Thetoky s.a.–Tenute Recchi Franceschini

Assovini Sicilia al Vinitaly 43 le cantine partecipanti

Assovini Sicilia al Vinitaly 43 le cantine partecipanti

Tante le novit

Sono 43 le aziende vitivinicole associate che quest’anno partecipano alla collettiva su un’area di 1342 mq e rappresentano le diverse aree viticole siciliane. Assovini Sicilia promuoverà, nella collettiva espositiva che presenta in fiera, i vini a Denominazione di Origine e Indicazione Geografica dell’intera Regione Sicilia, al fine di valorizzare l’immagine dei territori enologici e dei vitigni autoctoni dell’Isola. L’associazione, nel frattempo, continua a crescere: è stato approvato l’ingresso di 5 nuovi soci, pertanto il numero degli associati è cresciuto da 85 a 90 produttori. I nuovi ingressi sono: Torre Mora (CT), la Società Agricola Horus 2 (RG), l’Impresa Agricola Spitaleri Arnaldo (CT), l’azienda Alcesti (TP) e la Società Agricola Morreale Agnello (AG). “Il Vinitaly è per noi un appuntamento irrinunciabile: è un punto di riferimento fondamentale per il trade e un’occasione di incontro importante con la rete vendita e gli importatori che convergono qui ogni anno. Come Assovini Sicilia, lavoriamo con impegno per comunicare al mondo il valore della Sicilia vitivinicola di qualità raccontandone la bellezza attraverso realtà produttive di eccellenza e patrimonio paesaggistico. Contemporaneamente, ci impegniamo a fornire importanti servizi agli associati che anno dopo anno si affidano a noi per partecipare al Salone” afferma Alessio Planeta, Presidente di Assovini Sicilia. Moltissime le novità dalle aziende, per citarne alcune: Alessandro di Camporeale, oltra alle nuove annate, presenta l’entrata in commercio di alcune vecchie annate di Kaid Sirah e una degustazione verticale di Cataratto Vigna di Mandranova Caruso & Minini presenta 2 nuovi vini bio: un Perricone e un Grillo, che ampliano la linea “Naturalmente Bio” Castellucci Miano punta sugli autoctoni valorizzando il Cataratto e il Perricone, vitigni poco noti all’estero che stanno avendo molti riconoscimenti: come la recente Medaglia d’Oro al “Miano” (cataratto) all’International Wine Festival di New York. Gorghi Tondi presenta 3 nuovi vini: Gilletto, da uve grillo, Ramisella, da uve Nero d’Avola, entrambi DOC Sicilia senza solfiti aggiunti, e Rosa dei Venti, rosato da uve Nerello Mascalese, Terre Siciliane IGP Tenuta di Castellaro presenta una nuova etichetta “Ypsilon” da Nerello Mascalese, Nero d’Avola e Corinto e una nuova linea “Massimo Lentsch: un cru di Etna Rosso DOC e un Etna Rosso DOC Classico Feudo Arancio presenta un nuovo formato e una nuova etichetta per il passito Hekate: l’etichetta è stata premiata con l’Etichetta d’oro proprio al Vinitaly Design International Competition 2019 Settesoli lancerà 2 nuovi vini, un bianco e un rosso, che si posizioneranno al vertice del portafoglio “Madrarossa” e sui cui nomi intende mantenere il riserbo fino al 7 Aprile. Si sa che sono 2 vini “Di Contrada” che sono il risultato di 5 anni di studi sui suoli calcarei del territorio che hanno portato a identificare alcuni vigneti ad altissimo potenziale qualitativo. Valle dell’Acate presenterà il nuovo CRU “Iri da Iri Cerasuolo di Vittoria DOCG Classico 2013”, potente ed elegante, e  i 4 vini BELLIFOLLI, la nuova linea aziendale che vuole conquistare i Millennials con vini leggeri e brillanti. Nel frattempo Vinitaly, per la 53ª edizione, in programma dal 7 al 10 aprile, annuncia il record di espositori, 4.600 aziende da 35 nazioni. Anche l’area espositiva è stata conseguentemente ampliata: quest'anno raggiunge i 100mila metri quadri. Tra le attività di promozione e comunicazione portate avanti da Assovini Sicilia, oltre agli immancabili appuntamenti di ProWein - la fiera del vino più importante per i mercati di lingua tedesca che si svolge a Düsseldorf nel mese di marzo - e Vinilaty – la kermesse veronese che si svolge ad aprile -  trova uno spazio di primo piano Sicilia en Primeur, anteprima internazionale dell’ultima annata che arriva ad accogliere anche più di 100 giornalisti provenienti da tutto il mondo e che alterna vino e turismo in un connubio unico nel panorama nazionale degli eventi dedicati al vino: oltre ad un fitto programma di degustazione infatti sono organizzati tour in differenti aree dell’isola alla scoperta dei luoghi e della cultura siciliana che compongono la tradizione enologica dell'isola. Assovini Sicilia riunisce 90 aziende rappresentanti di grandi, medie e piccole realtà produttive, ed esprime le cantine più importanti dell'isola. Le aziende sono accomunate da tre elementi: il controllo totale della filiera vitivinicola, dal vigneto alla bottiglia; la produzione di vino di qualità imbottigliato; la visione internazionale del mercato.

VENDEMMIA 2019 NEL VENETO CANTINE PRONTE UVA SANA ORA OCCHIO AL METEO

VENDEMMIA 2019 NEL VENETO CANTINE PRONTE UVA SANA ORA OCCHIO AL METEO

Il 27 agosto a Legnaro-Pd l

Nel frattempo le vigne si stanno “godendo”  il clima mite giunto nelle ultime ore, comprese le piogge ristoratrici che svolgono un ruolo ben maggiore, grazie al microclima che si viene a creare attorno alle piante, rispetto all’irrigazione artificiale. Il grande caldo che ha caratterizzato questa estate, con temperature percepite anche superiori ai 42°/44°, e le non certo abbondanti precipitazioni avevano infatti obbligato i produttori ad intervenire con l’irrigazione assistita che però, come sottolineano gli addetti ai lavori, non vale quanto una bella pioggia. E’ questo il quadro in cui si innesta la 45^ edizione del focus sulle previsioni vendemmiali in Veneto, Italia, Francia e Spagna, promosso da Veneto Agricoltura, assieme a Regione, AVEPA, ARPAV e CREA-VE, in programma il prossimo 27 agosto a Legnaro-Pd (ore 9:30). Nel frattempo, il Servizio Meteorologico dell’ARPAV – per voce del meteorologo Antonino Claudio Bonan – questa mattina informa che a parte un passaggio perturbato in arrivo stasera e domani nelle aree alpine, nel restante territorio veneto la pressione sta aumentando, e ciò significa tempo stabile, almeno fino alla metà della prossima settimana; dal 18/19 agosto, invece, le proiezioni dell’ARPAV segnalano l’arrivo di una nuova perturbazione. Dunque, i viticoltori dovranno stare con il naso all’insù, sperando che in questa fase cruciale per una buona maturazione delle uve il tempo si assesti con il prevalere di giornate calde e soleggiate alternate a notti fresche e arieggiate, il clima ideale per i vigneti. A tal proposito, i tecnici di Veneto Agricoltura segnalano che l’uva Glera (Prosecco) è finalmente arrivata all’invaiatura, vale a dire al momento in cui il frutto cambia colore e inizia la fase di maturazione vera e propria. Come accennato, i primi grappoli ad entrare in cantina (la prossima settimana) saranno quelli delle uve Pinot e Chardonnay per base spumante che, necessitando di una maggiore acidità, vengono vendemmiate mediamente una settimana prima rispetto alle uve Pinot Nero, Pinot Grigio e Chardonnay per la produzione di vino fermo, la cui raccolta inizierà attorno al 29/30 agosto. La vendemmia proseguirà poi, solo per citare alcuni tra i vitigni più importanti del Veneto, con la raccolta del Merlot e Glera (12/15 settembre), Moscato, Durella e Garganega (20 settembre), Corvina, Corvinone, Rondinella e Cabernet (20/25 settembre). Al momento i tecnici segnalano uve belle e sane quasi ovunque nel Veneto, tanto che i problemi fitosanitari sono ridotti praticamente all’osso: un’attenzione particolare è rivolta alla cicalina della flavescenza dorata, ma comunque la situazione è sotto controllo. Un discorso a parte va fatto per le tante grandinate registrate nelle ultime settimane nel Veneto, in particolare nel trevigiano, veneziano e, ultime in ordine di tempo (martedì 13 agosto), nel padovano e vicentino. Fortunatamente sono state colpite a strisciate delle aree circoscritte che, complessivamente, non andranno ad incidere sulla produzione complessiva regionale. Per avere il quadro delle prime anticipazioni quali-quantitative dell’imminente vendemmia bisognerà però attendere il convegno di Veneto Agricoltura del 27 agosto, un evento divenuto negli anni appuntamento imperdibile per gli operatori del comparto vitivinicolo regionale e non solo.

Cantine Aperte Insieme in Friuli Venezia Giulia

Cantine Aperte Insieme in Friuli Venezia Giulia

Cantine Aperte: nuova formula per ripartire... Insieme Il 30 e 31 maggio

Comunicato stampa aggiornato relativo all'iniziativa, contenente anche un virgolettato dell'assessore regionale al Turismo Sergio Bini, la lista delle aziende aderenti con la specifica modalità di partecipazione, immagini di vigneti e dell'incontro odierno tra l'assessore Bini e la nostra presidente Felluga Si preannuncia già memorabile la 28^ edizione dell'evento più amato dagli appassionati del vino che quest'anno si chiamerà Cantine Aperte Insieme sabato 30 e domenica 31 maggio: una formula poliedrica che vedrà coinvolti produttori e i wine lovers di tutta Italia. Anche il Friuli Venezia Giulia ha colto l'invito dell'associazione nazionale per un brindisi dal nord al sud coinvolgendo le tante cantine associate. La formula di quest'edizione è pensata per soddisfare diverse sensibilità: ci saranno aziende vitivinicole che apriranno le loro porte per le visite in cantina e nei vigneti, altre invece rimarranno in contatto con gli enoappassionati tramite dirette su Facebook e Instagram. Inoltre, non mancheranno nella serata di sabato 30 le Cene con il Vignaiolo, un format che invita a vivere un'esperienza dal sapore totale, impreziosita da un menù esclusivo e dall'incontro coi vigneron. "Se pur provato dalla pandemia, il Friuli Venezia Giulia deve ripartire e saprà farlo rialzandosi come ha già dimostrato in passato". Lo ha detto l'assessore regionale al Turismo, Sergio Emidio Bini, incontrando oggi, nella sede della Regione a Udine, la presidente del Movimento Turismo del Vino Friuli Venezia Giulia, Elda Felluga, con il coordinatore della manifestazione Massimo Del Mestre. "La nostra regione è un luogo sicuro dove poter trascorre le vacanze – ha sottolineato Bini – non solo per come ha saputo gestire la fase acuta della pandemia ma per la sua conformazione geografica e per gli investimenti fatti, penso ad esempio a quelli sul turismo lento. Il territorio permette di offrire una varietà di panorami ed esperienze da vivere in totale sicurezza con un ampio ventaglio di tipologie per venire incontro a tutte le esigenze. È un evento storico che ha dato al nostro territorio molte soddisfazioni e sono certo che proseguirà a darne anche nell'edizione del 2020. L'enoturismo diventa un importante mezzo per far conoscere ancora di più la nostra viticoltura aprendo a scenari dove la campagna, le colline e gli spazi all'aperto offrono nuove opportunità per vivere il turismo". La presidente del Movimento Turismo del Vino Friuli Venezia Giulia, Elda Felluga, così racconta l'edizione di quest'anno. "Cantine Aperte quest'anno si presenta in una nuova veste, sicuramente più social, dedicata ai nostri appassionati lontani che non potendo vivere questa esperienza da vicino potranno comunque condividere momenti dedicati al vino e alle zone di eccellenza ad esso collegate. Una possibilità per far conoscere le nostre realtà e magari appena sarà possibile programmare dei bei weekend nella nostra regione partendo proprio dalle nostre cantine. Per gli amici locali comunque la possibilità di poter vivere il nostro territorio attraverso il racconto "ravvicinato" dei vignaioli nelle aziende agricole disponibili. Sempre seguendo con attenzione le regole di restrizione di questa delicata fase. Visto i numeri limitati, consiglio la prenotazione, uno strumento valido che da anni il Movimento Turismo del Vino promuove per un servizio di qualità. Quest'anno abbiamo privilegiato la campagna, i nostri bellissimi vigneti, gli spazi aperti, e vorremmo continuare a farlo in estate, attraverso l'edizione speciale di "Vigneti Aperti". In autunno, dopo la vendemmia, altre novità che si chiuderanno con Cantine Aperte a San Martino. Desidero ricordare l'ormai tradizionale A Cena con il vignaiolo "Anche questo un significativo gioco di squadra...importante per ripartire insieme. Ultimo messaggio, in questo periodo approfittiamo per riscoprire la nostra terra e quando potremo le nostre bellissime regioni, valorizziamo al massimo il nostro "made in Italy"... dobbiamo ripartire da qui... dalla nostra bella Italia!" Quest'anno sarà ancora più importante consultare il nostro sito www.cantineaperte.info per conoscere le aziende aderenti e le modalità da loro previste per #CantineAperteInsieme; ricordiamo che è fondamentale rispettare tutte le indicazioni che troverete nelle aziende per poter vivere serenamente questo weekend all'aria aperta. Cantine Aperte è da sempre una gustosa occasione per conoscere le peculiarità enogastronomiche e territoriali della nostra regione; un simile impegno viene annualmente condiviso e supportato da PromoTurismo FVG, l'ente regionale di promozione turistica, e CiviBank, un istituto da sempre vicino al territorio. "Cantine Aperte è una consolidata iniziativa enoturistica che quest'anno si svolge in un periodo particolarmente difficile ma che contribuirà senza dubbio a rilanciare il clima di fiducia e di serena convivenza ridimensionato dall'emergenza Covid 19. CiviBank è lieta di far parte del Team promotore anche in questa 28^ edizione sperando in tal modo di fornire un ulteriore impulso alla ripresa economica generale del Friuli VG. Già nelle settimane scorse abbiamo messo in campo una serie di misure finanziarie a favore di tutte le categorie economiche, la più importante delle quali riguarda un primo plafond di 20 milioni di euro volto a fornire liquidità ai comparti produttivi messi a dura prova dal lookdown. È nel dna della nostra banca, autonoma e territoriale, intervenire nei momenti di difficoltà che investono le comunità in cui opera ormai da 133 anni. Lo abbiamo fatto anche in questa eccezionale circostanza di emergenza sanitaria sia a livello creditizio che a livello socio-assistenziale.", dichiara la presidente di CiviBank Michela Del Piero. Inoltre, tutti gli amici enoturisti che vogliono essere sempre informati sulle news della manifestazione possono seguire gli aggiornamenti pubblicati, in tempo reale, sulla pagina Facebook MtvFVG e Instagram mtv_friulivg.

Cantine di Franciacorta  straordinaria degustazione di  60 Dosaggio Zero di altrettante aziende

Cantine di Franciacorta straordinaria degustazione di 60 Dosaggio Zero di altrettante aziende

12/13 e 19/20 settembre 2020 in occasione del Festival del Franciacorta.

Per il Festival del Franciacorta, fra gli eventi più amati dagli appassionati delle bollicine più pregiate d'Italia, le Cantine di Franciacorta (noto e fornitissimo Wine Store di Erbusco) organizzano quest'anno una degustazione davvero unica di Franciacorta Dosaggio Zero, nell'esclusiva location della loro enoteca, elegante open-space di 500 mq che verrà allestito ad hoc per ospitare questo avvincente e inconsueto appuntamento. Protagoniste saranno 60 aziende vinicole franciacortine selezionate per l'occasione: si tratta di cantine che, legate dall'altissima qualità, dalla tradizione e dal metodo della rifermentazione naturale in bottiglia, hanno dato origine a vini, tutti con caratteristiche assolutamente peculiari, ormai sinonimo di eccellenze italiane. Dosaggio Zero, massima espressione del territorio S'inizierà il weekend del 12 - 13 settembre con 30 cantine (15 per ogni giorno) per poi proseguire il 19 - 20 con le successive. Ogni azienda porterà il proprio Dosaggio Zero, massima espressione del territorio e del lungo percorso di affinamento compiuto dal vino, che in questa tipologia si esprime esaltando le proprie caratteristiche organolettiche, intensità, freschezza e acidità. Un'occasione veramente straordinaria per degustare e paragonare fra loro i Dosaggio Zero delle cantine più blasonate e di quelle emergenti, eccezionalmente presentati insieme in un unico avvenimento. Ogni cantina metterà poi in degustazione anche un'altra tipologia di Franciacorta a scelta. I due week end saranno quindi un'opportunità unica per degustare un'ampissima selezione di Franciacorta attraverso un viaggio sensoriale in cui si percepiranno emozioni e sensazioni diverse ad ogni assaggio e si potranno avere dai sommelier e dagli esperti di Cantine di Franciacorta informazioni sulle peculiarità di ogni azienda e di ogni vino. La degustazione dei vini sarà accompagnata da stuzzichini gourmet. Cantine di Franciacorta: il più vasto assortimento di vini della Franciacorta, a prezzi di cantina Cantine di Franciacorta, enoteca di riferimento e luogo prediletto degli appassionati dell'eccellenza del vino e in particolare del Franciacorta, nacque a Erbusco nel 1994, solo quattro anni dopo la nascita del Consorzio per la Tutela del Franciacorta, con l'intento di raggruppare e promuovere in un unico, speciale, spazio, i vini di tutte le aziende franciacortine. Nel suo elegante open – space di oltre 500 mq viene oggi proposto un vastissimo e completo assortimento di vini della Franciacorta a prezzi di cantina, con tutti i produttori rappresentati e ben 1200 etichette, da scegliere e degustare in un'ideale passeggiata tra le colline di questa terra splendida, cesellata da vigneti che sembrano giardini, scoprendone le diverse cantine. Situato lungo una importante via di comunicazione, cioè la strada principale che da Rovato porta al lago d'Iseo, questo Wine Store moderno, caldo ed accogliente, dedica spazi  anche ad una selezione di vini di altre importanti zone vitivinicole, a prodotti gastronomici irresistibili per gusto e qualità e a linee particolari di accessori per servire e degustare il vino. Un piccolo caveau custodisce le rarità, vini introvabili e annate storiche, per soddisfare anche i più esigenti amanti del vino. Per una sosta rilassante e gustosa, il Wine Bar annesso all'enoteca - con i suoi accoglienti spazi interni e l'ampio portico che si affaccia su un luminoso e curato giardino -  è il luogo ideale dove fermarsi per un aperitivo a base di Franciacorta scelti nell'amplissima selezione del Wine Store e accompagnato da delizie gourmet, oppure per pranzare con un appetitoso tagliere di salumi e formaggi.  

Cantine di Franciacorta  straordinaria degustazione di  60 Dosaggio Zero di altrettante aziende

Cantine di Franciacorta straordinaria degustazione di 60 Dosaggio Zero di altrettante aziende

12/13 e 19/20 settembre 2020 in occasione del Festival del Franciacorta.

Per il Festival del Franciacorta, fra gli eventi più amati dagli appassionati delle bollicine più pregiate d'Italia, le Cantine di Franciacorta (noto e fornitissimo Wine Store di Erbusco) organizzano quest'anno una degustazione davvero unica di Franciacorta Dosaggio Zero, nell'esclusiva location della loro enoteca, elegante open-space di 500 mq che verrà allestito ad hoc per ospitare questo avvincente e inconsueto appuntamento. Protagoniste saranno 60 aziende vinicole franciacortine selezionate per l'occasione: si tratta di cantine che, legate dall'altissima qualità, dalla tradizione e dal metodo della rifermentazione naturale in bottiglia, hanno dato origine a vini, tutti con caratteristiche assolutamente peculiari, ormai sinonimo di eccellenze italiane. Dosaggio Zero, massima espressione del territorio S'inizierà il weekend del 12 - 13 settembre con 30 cantine (15 per ogni giorno) per poi proseguire il 19 - 20 con le successive. Ogni azienda porterà il proprio Dosaggio Zero, massima espressione del territorio e del lungo percorso di affinamento compiuto dal vino, che in questa tipologia si esprime esaltando le proprie caratteristiche organolettiche, intensità, freschezza e acidità. Un'occasione veramente straordinaria per degustare e paragonare fra loro i Dosaggio Zero delle cantine più blasonate e di quelle emergenti, eccezionalmente presentati insieme in un unico avvenimento. Ogni cantina metterà poi in degustazione anche un'altra tipologia di Franciacorta a scelta. I due week end saranno quindi un'opportunità unica per degustare un'ampissima selezione di Franciacorta attraverso un viaggio sensoriale in cui si percepiranno emozioni e sensazioni diverse ad ogni assaggio e si potranno avere dai sommelier e dagli esperti di Cantine di Franciacorta informazioni sulle peculiarità di ogni azienda e di ogni vino. La degustazione dei vini sarà accompagnata da stuzzichini gourmet. Cantine di Franciacorta: il più vasto assortimento di vini della Franciacorta, a prezzi di cantina Cantine di Franciacorta, enoteca di riferimento e luogo prediletto degli appassionati dell'eccellenza del vino e in particolare del Franciacorta, nacque a Erbusco nel 1994, solo quattro anni dopo la nascita del Consorzio per la Tutela del Franciacorta, con l'intento di raggruppare e promuovere in un unico, speciale, spazio, i vini di tutte le aziende franciacortine. Nel suo elegante open – space di oltre 500 mq viene oggi proposto un vastissimo e completo assortimento di vini della Franciacorta a prezzi di cantina, con tutti i produttori rappresentati e ben 1200 etichette, da scegliere e degustare in un'ideale passeggiata tra le colline di questa terra splendida, cesellata da vigneti che sembrano giardini, scoprendone le diverse cantine. Situato lungo una importante via di comunicazione, cioè la strada principale che da Rovato porta al lago d'Iseo, questo Wine Store moderno, caldo ed accogliente, dedica spazi  anche ad una selezione di vini di altre importanti zone vitivinicole, a prodotti gastronomici irresistibili per gusto e qualità e a linee particolari di accessori per servire e degustare il vino. Un piccolo caveau custodisce le rarità, vini introvabili e annate storiche, per soddisfare anche i più esigenti amanti del vino. Per una sosta rilassante e gustosa, il Wine Bar annesso all'enoteca - con i suoi accoglienti spazi interni e l'ampio portico che si affaccia su un luminoso e curato giardino -  è il luogo ideale dove fermarsi per un aperitivo a base di Franciacorta scelti nell'amplissima selezione del Wine Store e accompagnato da delizie gourmet, oppure per pranzare con un appetitoso tagliere di salumi e formaggi.