Di Vigna in Vignetta: la mostra delle Donne del vino Piemonte


Di Vigna in Vignetta: la mostra delle Donne del vino Piemonte

Di Vigna in Vignetta: la mostra delle Donne del vino Piemonte


Il Castello di Costigliole d’Asti ospita la mostra "Di Vigna in Vignetta" allestita delle Donne del Vino del Piemonte per festeggiare il venticinquesimo anno dell'associazione.


La mostra delle Donne del vino Piemonte
All'inaugurazione hanno presenziato il sindaco di Costigliole Giovanni Borriero, e dell’assessore Filippo Romagnolo. Grande soddisfazione per la delegata piemontese delle Donne del Vino Francesca Poggio per l’importante traguardo raggiunto dal sodalizio, a un anno di distanza dal quarto di secolo dell’associazione nazionale. Francesca Poggio ha ricordato i tanti eventi che fino al 29 giugno accompagneranno la manifestazione che trova nella mostra il proprio fil rouge: banchi d’assaggio, viaggi sensoriali tra le loro etichette, confessioni laiche tra diverse generazioni di produttrici ed eventi che porteranno a Costigliole i migliori food blogger d’Italia.

Le tavole che compongono la mostra “Di vigna in vignetta” appartenevano Buonassisi ed oggi di proprietà delle Donne del Vino del Piemonte. “Buonassisi è il vero protagonista - ha dichiarato Il giornalista Cesare Pillone - ed il raccoglitore indimenticabile di questa collezione che rappresenta un considerevole patrimonio di arte umoristica, nato tutto dall’amicizia e dall’incontro conviviale tra buonumore, buon gusto e buona tavola: cordialità e affettuosità erano, insieme alla capacità di entrare in perfetta sintonia con le persone e con gli ambienti, le principali caratteristiche di Vincenzo Buonassisi, dotato di una carica di simpatia non comune”.
Sono cento i quadri di artisti illustri appartenente alla collezione privata di Vincenzo Buonassisi, giornalista, pioniere dell’enogastronomia televisiva, uomo di cultura e di spettacolo, di cui quest’anno ricorre il decennale dalla scomparsa.

25 anni di Donne del vino Piemonte
Maria Cristina Ascheri, vice presidente nazionale delle Donne del Vino, ha ripercorso questi 25 anni delle piemontesi a partire dalla fondazione a La Morra nel gennaio del 1989. Anni densi di impegno e di personalità importanti che si sono succedute alla guida della delegazione subalpina.
Sono 108 socie che attualmente compongono il sodalizio che ha fatto molto il questi anni: dal sostegno al costigliolese padre missionario Giovanni Onore per il progetto Otonga in Equador, il legame con Area per le famiglie con problemi di disabilità, l’appoggio all’associazione Pegaso per gli atleti disabili, il sostenimento a una cooperativa agricola di 25 donne in Zambia (Progetto Rainbow dell’Associazione Papa Giovanni XXIII). L'associazione ha sempre partecipato a manifestazioni di spicco come il festival del cinema di Venezia, quello di Cannes, di Berlino, il Torino Film Festival, sempre per parlare con attenzione e serietà di vino e di cibo diffondendone la cultura e la reale conoscenza.



La mostra “Di vigna in vignetta” si potrà visitare tutti i fine settimana fino al 29 giugno al Castello di Costigliole d’Asti: il sabato dalle 15 alle 20 e la domenica dalle 10 alle 20. Ingresso libero. Il 17 e 18 maggio la mostra sarà abbinata all’evento 100% Costigliole, banco d’assaggio delle etichette dei produttori del territorio costigliolese, organizzata dal Comune.
© RIPRODUZIONE RISERVATA




COMMENTI

PER INSERIRE UN COMMENTO DEVI ESSERE REGISTRATO


Non sono stati scritti ancora commenti su Di Vigna in Vignetta: la mostra delle Donne del vino Piemonte. Scrivi tu il primo commento su Di Vigna in Vignetta: la mostra delle Donne del vino Piemonte





Condividi:
Di Vigna in Vignetta: la mostra delle Donne del vino Piemonte

Redattore:Redazione Vinievino.com