TRE BICCHIERI TORNANO A RADDA IN CHIANTI
TRE BICCHIERI TORNANO A RADDA IN CHIANTI

TRE BICCHIERI TORNANO A RADDA IN CHIANTI

Il Chianti Classico Docg 2018 di Castello di Radda nella Guida Vini d’Italia 2021 del Gambero Rosso

Le Agricole Gussalli Beretta vincono la scommessa dei Tre Bicchieri anche in Toscana: ad aggiudicarsi il prestigioso riconoscimento, il terzo per il gruppo, è l’azienda agricola Castello di Radda, con il suo Chianti Classico Docg 2018. Acquistata dalla famiglia Gussalli Beretta nel 2003, la proprietà si estende su 200 ettari a Radda in Chianti nel cuore del Chianti Classico, di cui 36 vitati in prevalenza a Sangiovese, vitigno autoctono per eccellenza.

“Per il settimo anno consecutivo, l’azienda ha ottenuto il prezioso riconoscimento da parte del Gambero Rosso” - spiega la Sig.ra Monique Poncelet Gussalli Beretta. “Per noi è motivo di grande orgoglio che premia il lavoro svolto negli anni nella costante ricerca dell’eccellenza, privilegiando la qualità, con basse rese di produzione, interventi manuali costanti nelle vigne e l’utilizzo di un’Agricoltura di Precisione”.

Massima espressione del Sangiovese, il Chianti Classico Docg proviene da solo vitigni autoctoni, Sangiovese, Colorino e Canaiolo. Dal gusto armonico e dal color rubino intenso, nasce sulle colline di Radda in Chianti, da vigneti posizionati a 400 metri sul livello del mare. La loro esposizione, unitamente alle basse rese di produzione e alla forte escursione termica, concorrono nella realizzazione di un vino davvero unico.

Un successo che si affianca a quello di altre due cantine di proprietà delle Agricole Gussalli Beretta, Lo Sparviere e Fortemasso. Ad essere premiati dalla Guida Vini d’Italia 2021 del Gambero Rosso sono stati il Franciacorta Docg Dosaggio Zero Riserva 2013 Lo Sparviere e il Barolo Docg Castelletto 2016 Fortemasso.

Situata sulla collina che fronteggia a Est il borgo di Radda in Chianti, sorge Castello di Radda. Essa rappresenta un perfetto esempio di Architettura integrata nella natura. Castello di Radda valorizza la propria terra attraverso la sua più nobile espressione: l’uva che si trasforma in vino. Tradizione e innovazione, rispetto per la terra e l’uomo che la coltiva, salvaguardia dei vitigni autoctoni e dei metodi di vinificazione tradizionali: sono questi i valori fondamentali alla base della sua produzione vitivinicola.

04/10/2020
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi:
TRE BICCHIERI TORNANO A RADDA IN CHIANTI

COMMENTI

PER INSERIRE UN COMMENTO DEVI ESSERE REGISTRATO


Non sono stati scritti ancora commenti su TRE BICCHIERI TORNANO A RADDA IN CHIANTI. Scrivi tu il primo commento su TRE BICCHIERI TORNANO A RADDA IN CHIANTI