Astoria Vini 7 volte in rosa
Astoria Vini 7 volte in rosa


Astoria Vini 7 volte in rosa

L'azienda trevigiana partner del Giro d'Italia. All'asta la maxi bottiglia autografata da tutti i vincitori.

l'immagine di uno dei vincitori di tappa, Enrico Battaglin con Filippo Polegato di Astoria Vini, alla firma la bottiglia.

Il Giro d’Italia è gioia e merita di essere festeggiato ovunque arrivi. È con questa filosofia che Astoria Vini, brand trevigiano conosciuto nel mondo per il suo Prosecco, negli ultimi sei anni ha accompagnato la carovana del Giro ciclistico. Uno sport popolare come nessun altro, che riesce a suscitare ovunque vada l’affetto del pubblico più trasversale per età o provenienza geografica.

La bottiglia ufficiale, che gli appassionati di ciclismo sono abituati a riconoscere per la sua particolare forma intagliata, viene stappata quotidianamente sul podio dai vincitori di tappa e della classifica generale. La grafica riporta come sempre il colore rosa simbolo della manifestazione e sullo sfondo, stilizzato,  il simbolo della città traguardo del Giro, quest’anno Roma con il Colosseo.

Inoltre, per i collezionisti più accaniti, una speciale Mathusalem (bottiglia da sei litri) viene fatta autografare di giorno in giorno ai vincitori di tappa: sarà messa all’asta alla fine del Giro da RCS Sport per la Fondazione Veronesi e il suo progetto SAM - Salute al Maschile.

Il vino però non è solo per il podio: uno degli elementi distintivi della sponsorizzazione Astoria sono le feste in rosa che si tengono nelle località toccate dal Giro. Bar e ristoranti, coadiuvati dall’Ufficio Marketing dell’Azienda, si impegnano per creare dei “Party Giro” dedicati ai protagonisti della kermesse; è già partita la sfida per superare il record di cento feste dello scorso anno.

© RIPRODUZIONE RISERVATA




COMMENTI

PER INSERIRE UN COMMENTO DEVI ESSERE REGISTRATO


Non sono stati scritti ancora commenti su Astoria Vini 7 volte in rosa . Scrivi tu il primo commento su Astoria Vini 7 volte in rosa





Condividi:
Astoria Vini 7 volte in rosa

Redattore: