La B di  Barak Obama si traduce in Barolo
La B di  Barak Obama si traduce in Barolo


La B di Barak Obama si traduce in Barolo

Alla cena di Massimo Bottura stappato l'Oddero

Più di cinquant'anni portati benissimo

Domenica 21 maggio Michelle e Barack Obama, ospiti dell’ex ambasciatore John Phillips, hanno partecipato alla cena organizzata in loro onore all’interno del relais di Borgo Finocchieto (SI) realizzata dallo chef Massimo Bottura. Ai piatti stellati di Bottura sono stato abbinati dieci grandissimi vini, ciascuno di un’annata corrispondente ad una tappa importante per la vita della coppia presidenziale. Per rimarcare l’anno di nascita dell’ex presidente USA, il 1961, Filippo Bartolotta, consulente e docente toscano con la passione per il vino incaricato di costruire la carta dei vini per la serata, ha scelto una bottiglia di Barolo classico Oddero.

Più di cinquant'anni portati  benissimo

Emozioni1961

Racconta Mariacristina Oddero, una delle titolari di Oddero Poderi e Cantine di La Morra: “Ricevere la richiesta di un Barolo Oddero per quest’occasione è stata una grandissima  emozione: sia perché non capita spesso di poter offrire una bottiglia per un evento così esclusivo e per un personaggio di così grande peso per l’intero pianeta; sia perché essere stati scelti tra i produttori piemontesi per rappresentare quanto di meglio il Barolo e la Langa possano offrire ci rende orgogliosi del nostro lavoro, che è il risultato dell’impegno in vigna e in cantina di ben sette generazioni. Non sono molte le aziende vinicole che hanno la possibilità di presentare un’annata di questo tipo: la nostra storia ce lo ha permesso e noi crediamo che questo sia un grande patrimonio culturale da valorizzare. Il 1961 è stata una grandissima annata; ha generato vini Barolo eleganti, strutturati ed armonici, dal carattere autenticamente piemontese. Nel Barolo docg Oddero di oggi, come in quello del 1961, le uve Nebbiolo del cru lamorrese di Bricco Chiesa danno freschezza, acidità, colore, profumi di frutta fresca, e un tannino morbido. Mio padre, Giacomo Oddero, ricorda il Barolo 1961 come un vino dal bouquet ampio ed intenso, estremamente equilibrato, con tannini dolci. E, mi permetto di aggiungere anche longevo, dal momento che, proprio come il presidente Obama, non dimostra affatto i suoi 56 anni d’età!”

© RIPRODUZIONE RISERVATA




COMMENTI

PER INSERIRE UN COMMENTO DEVI ESSERE REGISTRATO


Non sono stati scritti ancora commenti su La B di Barak Obama si traduce in Barolo . Scrivi tu il primo commento su La B di Barak Obama si traduce in Barolo





Condividi:
La B di Barak Obama si traduce in Barolo

Redattore:redazione st