CHRISTIAN BELLEI: IL RISORGIMENTO DEL LAMBRUSCO
CHRISTIAN BELLEI: IL RISORGIMENTO DEL LAMBRUSCO


CHRISTIAN BELLEI: IL RISORGIMENTO DEL LAMBRUSCO

Alla Domus Bergamo Wine, il 2° appuntamento con "I Famosi del Vino"

Una delle firme più rappresentative del Lambrusco, racconta la sua avventura enologica e la storia del vino più attuale del momento.

 Dall’Umbria all’Emilia Romagna, dal Sagrantino al Lambrusco. Dopo il grande successo della prima, emozionante serata, la rassegna I Famosi del Vino in collaborazione con SACBO (Società per l'Aeroporto Civile di Bergamo-Orio al Serio) torna, venerdì 17 luglio alle ore 18.30, nella splendida cornice della Domus Bergamo Wine, con il secondo, imperdibile, artista dei calici: Christian Bellei, titolare della Cantina della Volta, una delle realtà più interessanti del modenese.

L’incontro, dal tema “Il risorgimento del Lambrusco”, sarà occasione per conoscere da vicino uno dei maestri della viticoltura italiana, “figlio di bottega” come ama definirsi, tornato in cantina per dare continuità alla produzione avviata negli anni ’20 del secolo scorso da suo padre, Giuseppe Bellei, che per primo produsse Spumanti Metodo Classico con il Lambrusco.

La Cantina della Volta, infatti, tornata a nuova vita nel 2010, per volere di un gruppo di amici appassionati di vino, è un omaggio alla tradizione vitivinicola del territorio modenese: le produzioni di Christian Bellei, sono da sempre orientate al metodo storico della fermentazione in bottiglia, di cui il Lambrusco “RIMOSSO” è massimo esempio, rappresentando un grande omaggio del winemaker alle sue radici. Le altre etichette, invece, sono vini spumanti elaborati con il metodo classico che Christian ha studiato a lungo in Francia, con suo padre, riportandone poi le tecniche di lavorazione sulle uve della cantina di Bomporto.

«Alla base di ogni nostra produzione c’è un’unica condizione: fare il vino “a modo mio”, mettendo cioè a frutto tutte le abilità e le conoscenze enologiche che ho acquisito nei lunghi anni trascorsi al fianco di mio padre Giuseppe, grande appassionato di vini spumanti francesi. Come amo ripetere sempre, il vino non è una formula matematica: è frutto di attenta ricerca e di smodata passione. Anche saper degustare un vino, a mio modo di vedere, è un’eredità e se riusciremo a produrre buoni vini consegneremo al futuro le migliori tradizioni del passato» - ha anticipato Christian Bellei.

In sua compagnia, infatti, sarà possibile rileggere, attraverso piccoli assaggi, la storia della cantina: dalla selezione delle uve idonee alla raccolta alla pigiatura, dalla vinificazione e successivo imbottigliamento fino alla preparazione per la vendita.

Infine, ad anticipare la serata, sarà, giovedì 16 luglio alle ore 19, una nuova tappa del ciclo «Incontro con il Valcalepio, la parola al produttore», ospitando nella Domus Bergamo Wine, la Cantina Sociale Bergamasca, da sempre centro propulsore della viticoltura bergamasca: con 120 soci, una superficie complessiva di circa 160 ettari e una produzione da 800.000 bottiglie di vini, la Cantina Sociale Bergamasca, infatti, è il maggior produttore del Consorzio Valcalepio di cui detiene la D.O.C. dal 1974 e la sua presenza in Domus rappresenta un’imperdibile occasione per gustare da vicino le produzioni della cultura vitivinicola locale.

Per gustare da vicino le straordinarie produzioni della cultura vitivinicola italiana,  i 100 vitigni, per un aperitivo o una cena al sapore dell’alta qualità, è possibile rivolgersi al RistoLab di Domus Bergamo Wine (tel.340 1929798; aperto tutti i giorni dalle 10.30 a mezzanotte, chiuso il lunedì).

Fonte: UFFICIO STAMPA ALTA QUALITA' Claudia Rota

 

 

Per informazioni sugli eventi Domus Bergamo Wine

www.domusbergamo.it

www.facebook.com/AltaQualitaAQ

© RIPRODUZIONE RISERVATA




COMMENTI

PER INSERIRE UN COMMENTO DEVI ESSERE REGISTRATO


Non sono stati scritti ancora commenti su CHRISTIAN BELLEI: IL RISORGIMENTO DEL LAMBRUSCO. Scrivi tu il primo commento su CHRISTIAN BELLEI: IL RISORGIMENTO DEL LAMBRUSCO





Condividi:
CHRISTIAN BELLEI: IL RISORGIMENTO DEL LAMBRUSCO

Redattore: