Infowine5.8: Ocm, acquisizioni, settesoli

Ocm Vino & promozione: assegnati dalla Regione Veneto i 10 milioni di euro di cofinanziamento

Ocm Vino & promozione: assegnati dalla Regione Veneto i 10 milioni di euro di cofinanziamento a 22 progetti di promozione nei Paesi Terzi, a sostegno di un settore che vale un terzo dell'export nazionale e coinvolge 1.380 aziende esportatrici

10 milioni di euro di cofinanziamento per 22 progetti di promozione del vino veneto, 18 presentati da aziende (170 pmi fortemente export oriented), sui cui verranno investiti oltre 9 milioni, e 4 da diversi Consorzi di Tutela per promuovere altrettanti territori, finanziati con poco meno di 1 milione: così la Regione Veneto ha assegnato i suoi fondi Ocm Vino destinati alla promozione nei Paesi Terzi. A supporto di un settore che, come ha ricordato l’assessore all’Agricoltura della Regione Federico Caner, “nel 2013, valeva 1,5 miliardi di euro, pari al 32% dell’intero export enologico nazionale e interessa oltre 1.380 aziende esportatrici”.
Rimangono da definire i progetti multiregionali, la cui approvazione è prevista per la fine di Agosto. La graduatoria dei progetti regionali, invece, secondo fonti sentite da WineNews, sarà pubblicata nel Bollettino Ufficiale della Regione di venerdì 7 agosto. Ma intanto, come spiega Caner, si sa che “forte è l’impegno verso i mercati tradizionali, come quelli statunitense, canadese e svizzero, caratterizzati da una forte competitività con altri Paesi produttori. Ma le imprese venete sono orientate anche verso nuove piazze, alcune già affermate, come quelle di Cina, compresa Hong Kong, Giappone e Russia, altre in fase di espansione commerciale: Sud Est Asiatico, America Latina e Centro America”.
Dopo Toscana e Sicilia, dunque, che hanno già pubblicato le loro graduatorie regionali, ora è arrivato anche il Veneto, la Regione che aveva il più sostanzioso budget Ocm destinato alla promozione. A completare il “poker” delle Regioni top del vino italiano, dunque, manca solo il Piemonte.

 

Fonte: Winenews

 

Vinventions fa shopping

Sei mesi fa Nomacorc (tappi sintetici), adesso Vmventions acquisisce Ohlinger group.

Dopo più di 60 anni sotto la guida della famiglia Ohlinger, il gruppo tedesco passa nelle mani alla statunitense Vinventions. Ohlinger, specializzato nelle soluzioni di chiusura del vino fermo e frizzante, produce tappi a vite di alta qualità, high-end tappi in sughero, Safecork tappi sintetici e le chiusure di vetro Vetolok. Per Rudolf Ohlinger «Unirci a Vin-ventions ci permette di entrare in una nuova fase di crescita». Vmventions è stata creata dall'imprenditore Marc Noël, in collaborazione con Bespoke Capital Partners, Heino Freudenberg, e altri partner. L'obiettivo è diventare fornitore di soluzioni complete di chiusura in tutto il mondo. Compresi Ohlinger e Nomacorc, Vinventions produce oltre 2,5 mld di chiusure all'anno. Hynek Chaloupka è stato nominato managing director di Ohlinger group. Andrea Settefonti

In Settesoli ricavi 6%

Bilancio positivo per la Cooperativa vitivinicola Cantine Settesoli dove il valore per quintale delle uve conferite dai soci è cresciuto del 12% e il ricavo medio delle bottiglie vendute del 6%.

In generale, la crescita dei brand globali è stata del 7% e quella registrata all'estero del 5% e a tirare sono i marchi Mandrarossa, nel canale horeca e Settesoli e Inycon nella grande distribuzione. Nata nel 1958 a Menfi, Cantine Settesoli rappresenta oggi una tra la più grandi aziende vitivinicole della Sicilia grazie anche ai 6mila ettari di vigneto. La cantina ha 2 mila soci, quattro stabilimenti e una capacità lavorativa di circa 500 mila quintali di uve all'anno che nell'ultima vendemmia ha portato ad una produzione di 24 milioni di bottiglie di vino, il 70% delle quali vendute all'estero. Oltre ad aver riscoperto il Nero di Avola, ha avviato anche un percorso di valorizzazione dei vitigni autoctoni.

Andrea Settefonti

Fonte: ItaliaOggi