Segui Vinievino su:

Vino e cibo

Latteria Perenzin vince l'Italian Cheese Awards 2018 con il Capra al traminer

Latteria Perenzin vince l'Italian Cheese Awards 2018 con il Capra al traminer

Sul podio con la medaglia d'oro per il 2° anno consecutivo nella "Categoria Aromatizzato" durante la notte degli Oscar dei migliori formaggi italiani

Il formaggio aromatizzato più buono d'Italia si fa nel Trevigiano. Lo ha deciso la giuria dell'Italian Cheese Awards 2018 che ha assegnato, per il 2° anno consecutivo, alla Latteria Perenzin di San Pietro di Feletto, il primo premio al "Capra al traminer", unico veneto ad aggiudicarsi il titolo. Il concorso, giunto alla quarta edizione, si è svolto sabato a Fico Eataly World di Bologna, ed è uno degli eventi dedicati al formaggio più importanti in Italia. Il premio Italian Cheese Awards è organizzato dal 2012 da "Guru del Gusto" con la collaborazione di Alberto Marcomini ed è riservato ai migliori formaggi nazionali prodotti con 100% latte italiano. Sono partiti in circa 1500 per arrivare in 31 finalisti tra i quali sono stati scelti, nella sera di sabato dell'Italian Cheese Awards 2018, i "best cheese": 10 i vincitori, uno per ogni categoria, e 6 i premi speciali. Assegnate in tutto 16 Statuette in ottone evocative di un umanoide con braccia alzate a sostenere una forma di formaggio. Il Capra al traminer, la creazione casearia della storica latteria di Bagnolo di San Pietro di Feletto, è entrato così, per la seconda volta, nella top ten dei migliori formaggi italiani conquistando la medaglia d'oro nella "Categoria Aromatizzato". Il Capra al traminer della Latteria Perenzin è un ubriacato prodotto con latte di capra che nasce dai verdi pascoli del Veneto affinato con l'uva traminer del Trentino Alto Adige, che offre aromi delicati e profumati. Queste le caratteristiche che sono valse al formaggio a pasta semidura l'ambito premio, consegnato ad Emanuela Perenzin nel corso della serata di gala dell'Italian Cheese Awards da Oscar Farinetti, patron di Fico. «Sono molto orgogliosa di questo premio - ha dichiarato la titolare Emanuela Perenzin - non solo perché il metodo dell'ubriacatura rappresenta una tradizione del nostro territorio, ma anche perché questo formaggio ha una storia molto bella da raccontare. Il Capra al traminer nasce perché un carissimo amico, che aveva un filare di traminer, voleva fare un formaggio di capra per il figlio intollerante al latte di vacca; così abbiamo deciso di mettere insieme la sua uva e il nostro formaggio per creare un caprino che potesse consumare anche lui. Finalmente quest'anno siamo riusciti a averlo anche nella versione biologica. Anche la vinaccia è bio». L'importante riconoscimento arriva a pochi giorni dal primo premio al "San Pietro in cera d'api" ricevuto dalla Latteria Perenzin al concorso ONAF Delegazione di Bergamo "Stupore ed emozione" nell'ambito della manifestazione "Forme". CAPRA AL TRAMINER Latte di capra di origine italiana, sale, caglio ed ubriacato in superficie con vinacce e vino da uve Traminer (5%) questo formaggio si identifica per la crosta corrugata, di colore marrone scuro, con evidenti residui di vinaccia sulla superficie pasta avorio, consistenza friabile, odore intenso ed aromatico di vinaccia e sentore caprino. Il sapore è dolce, giustamente sapido, armonico, molto persistente con un risultato finale di grande piacevolezza. LATTERIA PERENZIN Perenzin Latteria nasce nel 1898 da un'idea di Domenico Perenzin; dopo oltre un secolo di vita, vede oggi la quarta generazione alla guida dell'azienda con Emanuela Perenzin e la collaborazione dei figli Erika e Matteo che rappresentano la quinta generazione. Da sempre, lavora il latte di vacca, a cui si sono poi affiancati quello di capra (dal 1999) e quello di bufala (dal 2010). Produce formaggi tradizionali e biologici, pluripremiati nei concorsi sia italiani che internazionali. L'azienda distribuisce in tutta Italia ed esporta in Europa, Usa, Canada e Australia. Qualche dato: 1,8 milioni di litri di latte lavorati ogni anno; 32 mila forme di formaggio prodotte ogni anno; produzione: latte di capra 54%, latte biologico 61%, prodotto esportato 20%; fatturato 2017: 3,2 milioni di euro. 

Seeds&Chips 2019 presentata oggi la quinta edizione con il supporto di Regione Lombardia

Seeds&Chips 2019 presentata oggi la quinta edizione con il supporto di Regione Lombardia

Inizio il 6 maggio a FieraMilano Rho. Attesi anche quest'anno ospiti di livello mondiale, centinaia di speaker e conferenze sui temi del cibo, dell'innovazione e delle sfide del Pianeta Nel 2019 Seeds&Chips sarà anche presente a Fancy Food Show di San Francisco (gennaio) e New York (giugno) Obiettivo percorso globale: a settembre avrà luogo la nuova edizione Australiana del Summit a Melbourne. Aperti i tavoli di discussione per Africa e Cina

MILANO GOLOSA AL VIA LA SETTIMA EDIZIONE

MILANO GOLOSA AL VIA LA SETTIMA EDIZIONE

Da sabato 13 ottobre a lunedì 15 ottobre 2018 il meglio dell'enogastronomia artigiana prende banco a Palazzo del Ghiaccio. Tra show cooking, degustazioni e incontri aperti al pubblico

Vino al Femminile

DONNE DEL VINO ASTA DI VINI PREGIATI BENEFICA IN RICORDO DI DONATELLA BRIOSI SABATO 27 OTTOBRE ALLE ORE 11.30 A VISTORTA

DONNE DEL VINO ASTA DI VINI PREGIATI BENEFICA IN RICORDO DI DONATELLA BRIOSI SABATO 27 OTTOBRE ALLE ORE 11.30 A VISTORTA

27 Ottobre ore 11:30 Villa Brandolini D'Adda - Vistorta

L’Associazione Nazionale delle Donne del Vino, delegazione del Friuli Venezia Giulia, per ricordare la loro sommelier Donatella Briosi, scomparsa tragicamente per mano dell’ex marito il 13 giugno scorso, organizza un’asta benefica di vini per raccogliere fondi a sostegno di due associazioni che si occupano della violenza sulle donne: “Voce Donna” che quest’anno celebra il ventennale di assistenza alle donne vittime di violenza. Alla donna che vi si rivolge vengono offerti in forma gratuita servizi necessari nell’immediato e nel percorso riabilitativo di uscita dalla violenza garantendone l’anonimato e la riservatezza nel pieno rispetto della sua volonta’; “In prima persona, Uomini contro la violenza sulle Donne”, associazione fondata nel 2017 da imprenditori pordenonesi e indirizzata direttamente agli uomini violenti.  Sarà a breve aperto il  primo sportello di ascolto per gli uomin maltrattanti a cui seguiranno altri beni specifici progetti  per gli uomini aggressivi.  L’evento si svolgerà sabato 27 ottobre alle ore 11:30 nella prestigiosa Villa Brandolini D’Adda, all’interno della barchessa, ospiti del Conte Brandino Brandolini D’Adda. L’asta, che presenterà circa  30 lotti contenenti etichette provenienti dalle cantine delle produttrici Donne del Vino di tutta Italia, verrà battuta dalla  wine educator e sommelier Alessandra Fedi. I lotti saranno suddivisi per regioni e per tipologia e si partirà con prezzi di base d’asta che andranno da 50 €, sino a una base d’asta per vini più pregiati di 350 €. Alcuni di essi saranno composti da magnum donate dalle Donne del Vino del Friuli Venezia Giulia e da alcuni produttori cari amici di Donatella. Il ricavato andrà ad aggiungersi a quanto già raccolto dall’Associazione Nazionale Le Donne del Vino e verrà poi entro fine anno versato alle due Associazioni nel corso di una breve cerimonia ufficiale. Per chi fosse interessato da lunedì 22 è possibile richiedere in anteprima speciale il catalogo con tutti i lotti che verranno battuti all’asta all’indirizzo email : ciriellicris@yahoo.it o alessandra@vistorta.it. Al termine dell’asta, verrà offerto a tutti gli ospiti presenti un ricco buffet con prodotti tipici locali e vini, preparato per l’occasione dalle ristoratrici dell’Associazione, dall’azienda Vistorta e dai produttori Salumi Dentesano e Latteria di Aviano. L’Associazione Nazionale Donne del Vino, che quest’anno compie il trentennale di attività, opera in ogni regione con una delegazione composta da produttrici, enotecarie, ristoratrici, sommelier e comunicatrici del mondo vinicolo. In questi trent’anni di attività le donne si sono distinte nell’ambiente vitivinicolo con sempre più presenza in tutti i diversi ambiti del settore e quindi Donne del Vino Attrici e non Spettatrici. La delegazione del Friuli Venezia Giulia  è tra le regioni più attive,  grazie alle sue socie e alla delegata attualmente in carica Cristiana Cirielli.

Donne in vigneto al centro di Vinea Tirolensis 2018

Donne in vigneto al centro di Vinea Tirolensis 2018

Donne in vigneto il focus della nuova edizione di Vinea Tirolensis per la sesta volta insieme ad Autochtona

Festa delle Donne del Vino Sabato 3 marzo è social

Festa delle Donne del Vino Sabato 3 marzo è social

Novità 2018 sono moltissimi eventi sul web con diffusione di video e filmati, ma anche cantine aperte e un'alleanza con il Women of Wine Festival di Hong Kong

Turismo del Vino

SAVE THE DATE GRANDI LANGHE 2019 ALBA 28 e 29 GENNAIO

SAVE THE DATE GRANDI LANGHE 2019 ALBA 28 e 29 GENNAIO

48 ORE DI GRANDI LANGHE DOC E DOCG: AD ALBA IL 28 E IL 29 GENNAIO 2019 AL VIA LA QUARTA EDIZIONE

La quarta edizione di Grande Langhe Doc e Docg, in programma il 28 e il 29 gennaio 2019, è già un evento per gli operatori di settore italiani e stranieri. Non solo per il numero di vini proposti, grazie all'introduzione di quelli a Denominazione d'Origine Controllata, ma perché sarà l'occasione di degustare anche le nuove annate del Barolo (2015), Barbaresco (2016) e Roero (2016). Oltre 250 cantine, 1.500 etichette in degustazione, buyer, sommelier, enotecari e professionisti del vino provenienti da tutto il mondo. Sarà anche una edizione ricca di novità: cambiano infatti location, periodo e numero di giorni. Grandi Langhe sarà infatti interamente ospitata ad Alba, la capitale del vino e del tartufo bianco, scelta in quanto cuore pulsante e punto di riferimento di questa terra dove da secoli la viticoltura è l'anima dell'economia. Inoltre, l'altra grande novità introdotta dal Consorzio di Tutela Barolo Barbaresco Alba Langhe e Dogliani e dal Consorzio del Roero è l'anticipo dell'evento al mese di gennaio che consentirà ai professionisti di settore e ai giornalisti (a cui la rassegna è riservata) di degustare per primi in assoluto le nuove annate direttamente nei territori che hanno dato loro vita e prima che abbia inizio la stagione delle grandi fiere internazionali. Una vera e propria anteprima, quindi, che grazie ad un'unica location e alla presenza di tutti i vini in entrambe le giornate, consentirà ai partecipanti di non dover scegliere e di non perdersi nulla di questa nuova "48 ore". Ad Alba gli spazi espositivi saranno suddivisi in base ai Comuni di provenienza delle diverse cantine: una divisione territoriale ordinata, per consentire ai partecipanti di apprezzare la varietà del prodotto, frutto dell'appassionato lavoro sulle colline della zona degli uomini e delle donne delle Langhe. Un'occasione per cogliere a fondo il valore delle Menzioni geografiche (MGA) di Barolo, Barbaresco, Roero e Diano e di conoscere gli altri vini del territorio. Come accade dal 2013, sono previste degustazioni di numerose tipologie ed etichette e soprattutto sarà possibile confrontarsi direttamente con i produttori, in grado come nessun altro di raccontare origine, passione, tradizione che si mescolano in ogni singola bottiglia generata nella terra dei vini: le Grandi Langhe.

GUIDE DEL VINO 2018 IL MEGLIO DEI COLLI BERICI VICENZA

GUIDE DEL VINO 2018 IL MEGLIO DEI COLLI BERICI VICENZA

Per il Consorzio Vini Colli Berici e Vicenza e Strada Vini Colli Berici grande successo per Gustus Vini e sapori dei Colli Berici e ottimi risultati nelle guide. Tra questi l'unico Tre Bicchieri della Provincia di Vicenza: Casara Roveri Merlot di Dal Maso.

L'enogastronomia e l'ospitalità italiana conquistano l'Irlanda

L'enogastronomia e l'ospitalità italiana conquistano l'Irlanda

Il Presidente della Repubblica nomina i fondatori del gruppo Flavour of Italy Cavalieri dell'Ordine della Stella d'Italia

Vino e professioni

Scuola Italiana di Potatura della Vite - 24 corsi in 13 regioni

Scuola Italiana di Potatura della Vite - 24 corsi in 13 regioni

Da novembre 2018 - 24 corsi in 13 regioni Al via LA decima edizione dei CORSI DELLA SCUOLA ITALIANA DI POTATURA DELLA VITE NOVITà: LA SCUOLA IN LIGURIA

Unica nel suo genere a livello internazionale, la Scuola terrà i suoi corsi nei territori di maggior pregio della viticultura italiana, in collaborazione con importanti Università e Istituti di Ricerca che contribuiscono al progetto con lezioni di approfondimenti di fisiologie e patologia della vite. In tutto, si terranno 24 corsi in 13 regioni. Fra le novità di quest'anno, l'apertura di una scuola in Liguria, l'intensificarsi dei corsi di 2° livello riservati a chi ha già frequentato quello di primo livello, che saranno bene 7, e l'avvio in Franciacorta di un corso in inglese. I corsi si terranno in Liguria, Piemonte, Trentino Alto Adige, Lombardia, Veneto, Friuli Venezia Giulia, Emilia Romagna, Toscana, Marche, Lazio, Campania, Sicilia, Sardegna e saranno condotte dai tutor della Simonit&Sirch. Le lezioni si svolgeranno tra novembre 2018 e gennaio 2019 per la potatura invernale e in primavera 2019 per la potatura verde. Come per le scorse edizioni, sono aperte a tutti (addetti al lavoro, tecnici, studenti o anche semplici appassionati del verde) e si articoleranno in 4 giornate formative (3 invernali e 1 primaverile), durante le quali si svolgeranno 2 lezioni teoriche in aula e 6 esercitazioni pratiche in vigneto. Le lezioni e le esercitazioni verranno effettuate su vigneti potati secondo il Metodo Simonit&Sirch per il 1° livello e su vigneti allevati tradizionalmente nel territorio per il 2° livello. I Tutor guideranno i partecipanti in un percorso tra le conseguenze dei tagli di potatura e l'architettura della pianta in funzione della forma di allevamento, con l'obiettivo di eseguire una potatura più consapevole nel rispetto della fisiologia della vite e della struttura perenne della pianta. A chi frequenterà tutte le lezioni e supererà i test finali, sarà rilasciato un attestato di partecipazione. Inoltre sarà tenuto un registro interno alla Scuola, che attesta il percorso individuale formative svolto da ciascun partecipante, in previsione della sua partecipazione a futuri corsi di approfondimento. Date e programmi dettagliati si trovano sul sito www.simonitesirch.it, dove si possono anche fare le iscrizioni online. Il costo dei Corsi di 1° livello è di è di 440 € e comprende anche il materiale didattico (per gli studenti di Università e istituti tecnici 240 €). Quello dei Corsi di 2° livello (aperti solo a chi ha frequentato il corso di 1° livello) è di 800 €. L'obiettivo della Scuola è insegnare le basi del Metodo Simonit&Sirch di potatura ramificata della vite, ormai adottato da oltre 130 fra le principali aziende vinicole italiane e straniere. In sintesi, il Metodo Simonit&Sirch si fonda su 4 regole base che possono essere applicate universalmente: permettere alla pianta di ramificare con l'età, di occupare spazio col fusto e con i rami; garantire la continuità del flusso linfatico; eseguire tagli di piccole dimensioni sul legno giovane, poco invasivi; utilizzare, quando necessario, la cosidetta tecnica "del legno di rispetto" per allontanare il disseccamento dal flusso principale della linfa. Per informazioni e iscrizioni: www.simonitesirch.it - scuola@preparatoriuva.it - Tel. 0432.752417 SCUOLE POTATURA I LIVELLO LOMBARDIA - Franciacorta 5-6-7 novembre 2018 SEDE: Azienda Bellavista - Via Bellavista 5, Erbusco (BS)   TOSCANA - Siena 6-7-8 novembre 2018 SEDE: Azienda Agricola San Felice - Località San Felice, Castelnuovo Berardenga (SI)   CAMPANIA 7-8-9 novembre 2018 SEDE: Azienda Agricola Feudi di San Gregorio - Località Cerza Grossa, Sorbo Serpico (AV)   LAZIO 7-8-9 novembre 2018 SEDE: Cantina sperimentale Tuscia – Via Cantina Sperimentale 1, Velletri (RM)   SICILIA 12-13-14 novembre 2018 SEDE: Azienda Planeta – Contrada Dispensa, Menfi (AG)   LIGURIA 15-16-17 novembre 2018 SEDE: Azienda Agricola La Ricolla – via Garibaldi 8 Ne (GE)   FRIULI VENEZIA GIULIA 19-20-21 novembre 2018 SEDE: Enoteca di Cormòns - P. XXIV Maggio 21, Cormòns (GO)   VENETO - Valpolicella 20-21-22 novembre 2018 SEDE: Cantine Storiche Bolla - Via Alberto Bolla 3, Località Pedemonte, San Pietro Incariano (VR)   EMILIA ROMAGNA - Tebano 21-22-23 novembre 2018 SEDE: Terre Naldi Polo Tecnologico di Tebano - Via Tebano 45, Faenza (RA)   PIEMONTE 26-27-28 novembre 2018 SEDI: Banca del Vino - Piazza Vittorio Emanuele II 13, Pollenzo, Bra (CN) e Azienda Braida di Rocchetta Tanaro(AT)   SARDEGNA 28-29-30 novembre 2018 SEDE: Azienda Argiolas - Via Roma 28, Serdiana (CA)   MARCHE 3-4-5 dicembre 2018 SEDE: Azienda Agricola Fratelli Bucci - Contrada Cona 35, Ostra Vetere (AN)   TRENTINO ALTO ADIGE 3-4-5 dicembre 2018 SEDE: Cantine Ferrari - Via Ponte di Ravina 15, Trento   VENETO – Valdobbiadene 3-4-5 dicembre 2018 SEDE: Nino Franco -Via Garibaldi 147, Valdobbiadene (TV)   LOMBARDIA - Franciacorta – in inglese 10-11-12 dicembre 2018 SEDE: Azienda Bellavista - Via Bellavista 5, Erbusco (BS)   TOSCANA - Livorno 13-14-15 dicembre 2018 SEDE: Petra Azienda Agricola - Località San Lorenzo Alto 131, Suvereto (LI)   VENETO - Conegliano 28-29-30 gennaio 2019 SEDE: Campus di Conegliano presso la sede del Corso di Laurea in Scienze e tecnologie viticole ed enologiche - CIRVE, Via Dalmasso 1, Conegliano (TV) SCUOLE POTATURA II LIVELLO CAMPANIA 10-11-12 dicembre 2018 SEDE: Azienda Agricola Feudi di San Gregorio - Località Cerza Grossa, Sorbo Serpico (AV)   FRIULI VENEZIA GIULIA 17-18-19 dicembre 2018 SEDE: Enoteca di Cormòns - P. XXIV Maggio 21, Cormòns (GO)   VENETO - Conegliano 18-19-20 dicembre 2018 SEDE: Azienda Agricola Cecchetto - Via Piave, 67, 31028 Vazzola (TV)   TOSCANA – Siena 19-20-21 dicembre 2018   VENETO – Valpolicella 7-8-9 gennaio 2019 SEDE: Allegrini - Via Giare 9/11 Fumane (VR)   LOMBARDIA - Franciacorta 10-11-12 gennaio 2019 SEDE: Azienda Bellavista - Via Bellavista 5, Erbusco (BS)   PIEMONTE - Barolo 24-25-26 gennaio 2019

Vinetia 2019 i 7 migliori vini della regione premiati da AIS Veneto

Vinetia 2019 i 7 migliori vini della regione premiati da AIS Veneto

Decretati i vincitori del Premio Fero, dedicato alle eccellenze enologiche venete. Area aziende e nuova grafica sensoriale le principali novità della nuova edizione di Vinetia

Genagricola e Capodarco firmato l'accordo pluriennale QUANDO IL VINO FA VERAMENTE BENE!

Genagricola e Capodarco firmato l'accordo pluriennale QUANDO IL VINO FA VERAMENTE BENE!

Genagricola, holding agroalimentare di Generali Italia e maggior azienda agricola italiana con 15.000 ettari coltivati, annuncia l'accordo pluriennale con Cooperativa Capodarco. Genagricola mette a disposizione di Capodarco una superficie a vigneto di 3 ettari all'interno della propria Azienda Presciano (nel Lazio), dalla conduzione della quale Capodarco ricaverà le uve per produrre uno dei suoi vini.

Olio Italiano

Olivo la potatura di risanamento dopo i danni causati dal gelo

Olivo la potatura di risanamento dopo i danni causati dal gelo

Venerdì 12 Ottobre, a Lenola (LT), il seminario tecnico con lezioni pratiche sul campo organizzato dal CAPOL. Interverrà Giorgio Pannelli.

Venerdì 12 Ottobre, dalle ore 17:30, a Lenola (LT), presso il Cinema “Lilla”, si svolgerà il seminario tecnico di aggiornamento per gli operatori del settore “Olivo: la potatura di risanamento dopo i danni causati dal gelo”, a cura del Dott. Giorgio Pannelli – già CRA OLI Sezione di Spoleto (PG), ed organizzato dall’Associazione CAPOL di Latina in collaborazione con la Pro Loco di Lenola e la Rete d’Impresa “Lenola nel Cuore”, patrocinato dal Comune di Lenola e dalla Regione Lazio. Interverranno: Fernando Magnafico – Sindaco di Lenola; Marrigo Rosato – Manager Rete d’Impresa; Luigi Centauri – Presidente CAPOL Latina. L’incontro intende approfondire aspetti di olivicoltura, tecnica colturale e qualità dell’olio, con particolare attenzione alla grave situazione provocata dalla gelata di fine febbraio 2018. Si parlerà degli interventi di potatura di risanamento necessari per eliminare le parti morte da graduare in relazione alla gravità del danno che varia in base all’intensità e alla durata degli abbassamenti di temperatura. A seguire una sessione di assaggi degli oli Evo rappresentativi del XIII Concorso “L’Olio delle Colline” curato dal Team di Assaggiatori professionisti del CAPOL ed una degustazione di prodotti tipici abbinati all’Olio Itrana di Lenola. Oltre alle lezioni teoriche, a partire dalle ore 14:00 si praticheranno esercitazioni sul campo ospitate dai produttori di Lenola Spirito Giovanni (località “Le Giardine”), “L’Impronta” di Pannozzo Filomena (località Passignano), Società Agricola Guglietta (località Camposerianni).

Assaggiatori di Olio il corso del CAPOL

Assaggiatori di Olio il corso del CAPOL

Dal 15 al 27 Ottobre, presso il Consorzio ASI di Latina. 7 giornate formative per un totale di 35 ore. Novità dell'edizione 2018: il modulo dedicato alle proprietà nutraceutiche dell'olio extravergine di oliva.

CONSORZIO OLIO GARDA DOP LAURA TURRI È IL NUOVO PRESIDENTE

CONSORZIO OLIO GARDA DOP LAURA TURRI È IL NUOVO PRESIDENTE

Rinnovato il Consiglio d'Amministrazione in carica per i prossimi quattro anni. Laura Turri torna ad essere presidente, Andrea Bertazzi sarà il suo vice

Vini Naturali

RIVOLUZIONE METERI AL VIA IL PRIMO CORSO DEDICATO ESCLUSIVAMENTE AI VINI NATURALI

RIVOLUZIONE METERI AL VIA IL PRIMO CORSO DEDICATO ESCLUSIVAMENTE AI VINI NATURALI

Dal 15 ottobre a Marghera un corso in quattro lezioni per i professionisti della ristorazione. Docenti: Paolo Vizzari, Andrea Lorenzon e Matteo Bressa

Meteri, azienda di distribuzione specializzata nei vini di terroir, presenta un percorso formativo tenuto da tre docenti d'eccezione: Paolo Vizzari, critico e narratore enogastronomico, Andrea Lorenzon, titolare del Ristorante Covino (Venezia), Matteo Bressan, sommelier del ristorante La Peca (Lonigo). Le lezioni, dalle 9.30 alle 18.30, inizieranno il 15 ottobre 2018 e continueranno per quattro lunedì all'auditorio di via Banchina dell'azoto a Marghera (Venezia). In degustazione ci saranno sessanta etichette, tutte scelte da Meteri, che da anni si occupa della selezione e distribuzione di vini naturali. Un percorso rivolto in modo specifico al personale delle aziende di ristorazione in cui si alterneranno momenti di formazione tecnica e pratica, con tasting e simulazioni. Una delle quattro giornate sarà dedicata alla visita ad un'azienda vitivinicola. "La cucina contemporanea e i suoi clienti – spiega Raffaele Bonivento, ideatore di Meteri – sono curiosi, ricercano originalità; la risposta sono vini buoni, espressivi e con una forte identità, come quelli fermentati naturalmente. Vini che il personale di sala deve essere adeguatamente preparato a presentare e offrire. Non esistono programmi formativi rivolti agli operatori di settore focalizzati sulle etichette naturali, per questo abbiamo deciso di creare una nuova divisione aziendale dedicata alla formazione, che si occuperà della creazione e della gestione dei corsi. Quello che partirà in ottobre sarà il primo di una serie numerosa: stiamo già lavorando per attivarne altri nei prossimi mesi, tutti contraddistinti da lezioni non didascaliche, ma giocose e dinamiche, in pieno stile Meteri". La quota di iscrizione al corso comprende trentadue ore di insegnamento, il materiale tecnico con dispense e video delle lezioni, sessanta vini in assaggio, pranzi e coffee break, il servizio navetta dalla stazione ferroviaria di Mestre e una visita didattica in cantina. Maggiori informazioni sul sito www.meteri.it, tramite email info@meteri.it o al numero + 39 324 6803134.

Prosecco Pizzolato-Fields un secondo posto tutto bio nella Top10 di Wine Enthusiast

Prosecco Pizzolato-Fields un secondo posto tutto bio nella Top10 di Wine Enthusiast

Bollicine trevigiane nella classifica "Best Wine Buys" del magazine americano

IMMAGINA IL TUO VINNATUR TASTING 2019 TORNA IL CONCORSO DI VINNATUR CHE PREMIA GLI ARTISTI

IMMAGINA IL TUO VINNATUR TASTING 2019 TORNA IL CONCORSO DI VINNATUR CHE PREMIA GLI ARTISTI

Aperte le iscrizioni per realizzare l'illustrazione della locandina per i prossimi eventi di VinNatur. In giuria anche la direttrice di Illustratore Italiano Maria La Duca

Franciacorta

Franciacorta protagonista della Milano Wine Week

Franciacorta protagonista della Milano Wine Week

Al debutto della prima 'settimana del vino' Franciacorta è sotto i riflettori

Franciacorta è orgogliosa di prendere parte a questo progetto unico nel suo genere, come spiega il Presidente del Consorzio, Vittorio Moretti: "Per Franciacorta, la Milano Wine Week, sarà l'opportunità di contare su una vetrina di grande richiamo in una metropoli sempre più internazionale, capitale europea del design e moda. La riconosciuta eleganza delle nostre bollicine - brindisi ufficiale della Milano fashion Week da ormai sette anni - sarà protagonista in questo evento per consolidare il legame duraturo che esiste con la città di Milano che, complice anche la particolare vicinanza geografica, ha fatto della Franciacorta la sua 'vigna'." Le iniziative che vedranno Franciacorta coinvolta saranno numerose:   Franciacorta Wine District Dal 7 al 14 Ottobre         I ristoranti ed i locali dell'affascinante e raffinato quartiere di Brera ospiteranno degustazioni di Franciacorta, creeranno ad hoc menù in abbinamento ed apriranno le porte a tutti coloro che vorranno scoprire la versatilità delle bollicine franciacortine. Inoltre tutte le mattine il Senato Caffè del Senato Hotel Milano — unico Franciacorta Bar urbano nel mondo — propone di cominciare la giornata in modo spumeggiante con un calice di Franciacorta a scelta dalla carta dedicata, abbinato all'esclusivo Salmone Coda Nera Riserva, oltre che al buffet dolce e salato. Franciacorta Masterclass Presso Palazzo Bovara, due diverse masterclass dedicate alla scoperta del territorio e dei suoi segreti attraverso la degustazione di 6 Franciacorta. Martedì 9 ottobre | H. 19.00 FRANCIACORTA DOSAGGIO ZERO Diverse interpretazioni della tipologia che meglio racconta il terroir Franciacorta Sabato 13 ottobre | H. 17.00 SATÈN, UNICITÀ IN FRANCIACORTA Degustazione della tipologia più elegante e morbida prodotta esclusivamente in Franciacorta. Prezzo: MASTERCLASS €15.00 Franciacorta Day Giovedì 11 Ottobre Due eventi, doppia soddisfazione! Nella stessa giornata Franciacorta propone l'appuntamento con la tappa milanese dei Festival itineranti Franciacorta e l'inedito Franciacorta Stories. Il Festival Franciacorta, nel suo format consueto, riunirà nella location di Palazzo Bovara i produttori franciacortini per l'incontro con operatori, esperti del settore ed eno-appassionati attraverso banchi d'assaggio e degustazioni. Dalle 15.00 alle 17.30 – Ingresso riservato a stampa e operatori.              Dalle 17.30 alle 20.00 – Apertura al pubblico.      Le 40 cantine presenti: ABRAMI ELISABETTA • ANTICA FRATTA • AZIENDA AGRICOLA FRATELLI BERLUCCHI • BARBOGLIO DE GAIONCELLI • BARONE PIZZINI • BELLAVISTA • BERLUCCHI GUIDO • BERSI SERLINI • BIONDELLI • BONFADINI • BORGO LA GALLINACCIA • BOSIO • CA' DEL BOSCO • CAMOSSI • CANTINA CHIARA ZILIANI • CASTELLO BONOMI TENUTE IN FRANCIACORTA • CASTEL FAGLIA MONOGRAM • COLLINE DELLA STELLA DI ANDREA ARICI • CORTE AURA • CORTE FUSIA • FERGHETTINA • FRANCA CONTEA • LANTIERI DE PARATICO • LA MONTINA • LA TORRE • LE MARCHESINE • MIRABELLA • MARCHESI ANTINORI TENUTA MONTENISA • MONTE ROSSA • MOSNEL • QUADRA • RICCI CURBASTRO • RONCO CALINO • SAN CRISTOFORO • SANTA LUCIA • SANTUS • TENUTA AMBROSINI • UBERTI • VEZZOLI GIUSEPPE • VILLA FRANCIACORTA              Franciacorta Stories dalle 19.30 alle 22.30, a pochi metri di distanza nei piani del palazzo di Brian & Barry, Franciacorta si racconta attraverso i diversi volti del territorio. Tanti temi e tanti vini in degustazione distribuiti sui diversi piani in un divertente saliscendi alla scoperta delle bollicine simbolo dell'eccellenza italiana: 1°            HAIR & BEAUTY| IL SATÈN: eleganza nel calice                 Il Satèn è un vino prodotto esclusivamente in Franciacorta. Le sue caratteristiche uniche ed inconfondibili                   lo distinguono da tutti gli altri Franciacorta tra i quali spicca grazie alla raffinatezza del suo perlage finissimo                 e persistente, quasi cremoso. La freschezza del Satèn, unita ad una piacevole sapidità, si armonizza con                 un'innata morbidezza che ricorda le sensazioni delicate della seta, a cui si ispira il suo nome. 2°            FASHION JEWELS| LE PICCOLE AZIENDE: gemme da scoprire     Circa il 60% delle aziende in Franciacorta è di piccole dimensioni o vanta una gestione familiare. La bellezza dell'artigianalità è racchiusa nei vini di questi produttori che seguono ogni passaggio della creazione di ciascun Franciacorta ricercando la qualità in ogni dettaglio. Tante originali identità, che insieme, costituiscono la grande e sfaccettata ricchezza del territorio. 5°            WOMAN ICONIC| LE DONNE DEL VINO: una ricchezza inestimabile      Nel mondo del vino da tempo si assiste alla rivoluzione – evoluzione a cui le donne hanno dato vita. La loro presenza si è dimostrata essere una risorsa preziosissima per lo sviluppo di tutto il territorio: con passione, sensibilità e determinazione le donne del vino hanno saputo dare un nuovo impulso alle proprie aziende trasformando l'équipe di lavoro in una squadra, l'ufficio in una casa e la cantina in una grande famiglia.             6°            MAN CONTEMPORARY| I GIOVANI PRODUTTORI: la grinta delle nuove generazioni   Creatività, estro ed innovazione per costruire il presente reinterpretando il passato. I numerosi giovani produttori sono il futuro della Franciacorta, coloro che con entusiasmo perseguono l'obiettivo di crescere, sviluppare e migliorare, mantenendo il rispetto e la passione come motore del loro viaggio. 7°            MAN TRADITIONAL| LE CANTINE STORICHE: il fascino della tradizione               Visionari, pionieri, temerari. Coloro che per primi hanno creduto nelle potenzialità del territorio e deciso di lanciarsi nell'audace impresa di creare un vino a metodo classico senza precedenti. Le loro idee sono state lungimiranti e la loro passione ha guidato molti altri produttori ad intraprendere lo stesso ambizioso progetto. Prezzi: FESTIVAL FRANCIACORTA € 25.00 - FRANCIACORTA STORIES € 20.00 - BIGLIETTO CUMULATIVO FRANCIACORTA DAY €35.00

FRANCIACORTA SUMMER FESTIVAL

FRANCIACORTA SUMMER FESTIVAL

Per tutto giugno la Franciacorta sarà in festa Dall' 1 al 3 un long week end dedicato al Food

Boké Noir Rosé Pas Dosé millesimato 2013

Boké Noir Rosé Pas Dosé millesimato 2013

Il nuovo Franciacorta firmato Villa

Tracciabilità

BARDOLINO DEBUTTANO LA ROCCA MONTEBALDO E SOMMACAMPAGNA

BARDOLINO DEBUTTANO LA ROCCA MONTEBALDO E SOMMACAMPAGNA

Un bollino assegnato dal Consorzio identifica i vini prodotti nelle tre sottozone secondo il nuovo disciplinare. Presentati a Verona con l'evento Bardolino CRU

La Rocca Bardolino (per la zona centrale lungo la riviera del lago) Montebaldo Bardolino (per la zona settentrionale pedemontana) e Sommacampagna Bardolino (per le colline moreniche meridionali). Ad avere per ora superato l'esame di un comitato volontario costituito in seno al Consorzio di tutela dagli stessi produttori sono state 14 aziende per un totale di 49 vini, considerando le diverse annate ancora a disposizione dei produttori. Sono le cantine che hanno partecipato al progetto Bardolino Cru-Village con cui dal 2015 un gruppo di produttori ha iniziato ad imporsi canoni più restrittivi rispetto a quelli consentiti dalla denominazione: scelta di vigneti di almeno 7 anni, resa massima di 100 quintali/ettaro, scelta della Corvina nella massima misura consentita (80% fino ad oggi, 95% con il nuovo disciplinare), nessun appassimento, uso ragionato del legno (solo legni grandi o barrique dal secondo passaggio) ed immissione nel mercato non prima di un anno dalla vendemmia. Accorgimenti che conducono a vini eleganti, caratterizzati da un colore rubino delicato e brillante, da una piacevole speziatura e da una decisa sapidità. Vini con un potenziale di affinamento di almeno 5 anni. Per il Bardolino si tratta di un vero e proprio ritorno al passato, che riporta alla fine dell'Ottocento quando era servito nei Grand Hotel svizzeri al pari dei vini della Borgogna e del Beaujolais. Già allora si conosceva l'esistenza di tre sottozone, già individuate dai commercianti di vino nel 1825 (trent’anni prima della classificazione dei Bordeaux, fatta nel 1855) e poi identificate geomorfologicamente da Giovanni Battista Perez nel 1900 nel volume “La Provincia di Verona ed i suoi vini”. Ai vini di queste macro-zone erano riconosciute alcune peculiarità organolettiche e qualitative, che però sfuggirono ai compilatori del disciplinare di produzione del 1968.  Alcuni di questi grandi Bardolino sono arrivati fino ai giorni nostri e serviti in una verticale organizzata in occasione di Bardolino CRU, evento di presentazione delle nuove sottozone che si è svolto alla Gran Guardia di Verona. I Bardolino di Bertani, Bolla e Masi di annate come 1956, 1959, 1961, 1964 e 1968 hanno dimostrato grande capacità di conservazione e incantato i presenti. Il nuovo disciplinare che recupera questa tradizione è già stato approvato dall'assemblea dei soci del Consorzio ed è in attesa di via libera da parte del Ministero delle Politiche Agricole. In sua attesa sarà il bollino attribuito a circa 100.000 bottiglie a garantire il rispetto dei canoni produttivi e delle caratteristiche del vino. Le selezioni dei vini da parte del comitato istituito dal Consorzio continueranno nei prossimi mesi.

Veneto Vendemmia 2018: buona, salvo imprevisti meteo.

Veneto Vendemmia 2018: buona, salvo imprevisti meteo.

A Veneto Agricoltura presentati oggi i dati previsionali della vendemmia nel Nord Est, nelle principali regioni viticole italiane, in Francia e Spagna. Nel Veneto produzione in aumento (+12/15%, ma con punte anche superiori) e di buona qualità. L'evento, giunto alla 44^ edizione, organizzato da Veneto Agricoltura, con Regione, Avepa, Arpav, CREA-VE e la collaborazione della Regione Friuli-Venezia Giulia e le Province di Bolzano e Trento. Disponibili foto, video e Report completo (vedi link sotto).

VINO ITALIANO AL SUPERMERCATO I CONSUMATORI  COME SCELGONO

VINO ITALIANO AL SUPERMERCATO I CONSUMATORI COME SCELGONO

La ricerca completa di IRI sul vino in Gdo presentata oggi a Vinitaly - Focus speciale sulle vendite di vino italiano nella Gdo Statunitense - Produttori e distributori a confronto: il punto di vista di Federvini, Unione Italiana Vini, Coop, Conad, Carrefour.