Segui Vinievino su:

Cantine

Società Agricola La Callaltella S.s.

Società Agricola La Callaltella S.s.

via Callaltella, 13 31048
San Biagio di Callalta (Treviso)

AziendaLa nostra azienda nasce nel 1951, come azienda agricola Fratelli Bonetto, e sorge nel cuore della campagna trevigiana.Il nome La...

Enoteche

Vinifera

Vinifera

Via Savonarola 159 35137
Padova (Padova)

Vinifera è una bottiglieria sita nel centro storico di Padova, in via Savonarola 159. Tratta la vendita di vini di pregio o ricercati e si...

Agronomi

Giuseppe Zatti

Giuseppe Zatti

Via Geloni 26/A 27045
Casteggio (Pavia)

Classe 1961, Maturità Scientifica, laurea in Scienze Agrarienel 1986 con specializzazione in viticoltura ed enologia,esame di Stato nel...

Enologi

Massimo Urriani

Massimo Urriani

Via G. Vannicola, 16 63036
Spinetoli (Ascoli Piceno)

Nato nel 1970 si è diplomato Perito Agrario con specializzazione in viticoltura ed enologia all'Istituto Celso Ulpiani di Ascoli Piceno...

Sommelier

Patrizia Cambi

Patrizia Cambi

Celle Ligure 17015
Celle Ligure (Savona)

Sommelier Diploma FisarSommelier professionista diplomata FISAR.. Esperienza di servizio in eventi e degustazioni anche in abitazioni private....

Consorzi

Consorzio Cembrani Doc

Consorzio Cembrani Doc

Viale IV Novembre, 52 38034
Cembra (Trento)

“Il Consorzio Cembrani D.O.C. pone le proprie basi sul principio dell'unire le forze per uno sviluppo territoriale, culturale e commerciale della...

scegli il tuo vino

Mannostab® l'originale

Mannostab® l'originale

Prodotti enologici - Vendo

Mannoproteina specifica da pareti di lievito, per la stabilizzazione dei sali di bitartrato di potassio nel vino.

Partendo dall'osservazione empirica che i vini bianchi, conservati sulle fecce totali per diversi mesi,...

Prezzo Trattativa riservata/da concordare

CELSTAB®, l'efficacia

CELSTAB®, l'efficacia

Prodotti enologici - Vendo

Laffort, forte della sua esperienza e della sua più che decennale attività di ricerca sulle metodiche colloidali applicate alla stabilizzazione tartarica dei vini,  ha selezionato e messo a punto una CMC purificata...

Prezzo Trattativa riservata/da concordare

Il fenomeno Vegecoll®

Il fenomeno Vegecoll®

Prodotti enologici - Vendo

Nuove frontiere nel collaggio dei mosti e dei vini. Il nuovo chiarificante di origine vegetale

La corretta chiarifica dei mosti e lo scrupoloso collaggio dei vini restano passaggi essenziali nella produzione di vini...

Prezzo Trattativa riservata/da concordare

Vino Bianco italiano Vino Bianco italiano

La produzione di vini bianchi in Italia è davvero florida: dal Veneto alla Sardegna, dal nord al sud, le coordinate per orientarsi nel mondo del vino bianco italiano sono offerte da Vini e vino: produzioni, tipologie, regioni.

Vino Torchiato di Fregona Doc

Vino Torchiato di Fregona Doc

L?aria fresca e secca dell?Altopiano del Cansiglio, nelle cui balze sorgono i vigneti del...

Vino Bianco Glera IGT della Marca Trevigiana

Vino Bianco Glera IGT della Marca Trevigiana

Vigneti: coltivati a Bellussi, situati in fondo valle, età media 20 anni, nessun impiego di...

Vino Naturale italiano Vino Naturale italiano

Una filosofia produttiva si sta consolidando tra i produttori: produrre in modo naturale lavorando nel rispetto della terra, del territorio e dei cicli della natura. Fuori dalla logica delle certificazioni i produttori di...

Vino Lambrusco - Camillo Donati

Vino Lambrusco - Camillo Donati

Il vitigno Lambrusco Maestri. Impiantato prevalentemente in zone di pianura ( nato dallestro di...

Vino Recioto di Gambellara

Vino Recioto di Gambellara

Il Recioto di Gambellara un vino dolce ottenuto con l'uva Garganega in appassimento. Le uve...

Cavatappi Cavatappi

Cavatappi Doppia Leva Toledo

Cavatappi Doppia Leva Toledo

Il cavatappi Pulltap's a doppia leva ha rivoluzionato il modo di stappare il vino. Permette di...

Cavatappi Doppia Leva Classic Gold

Cavatappi Doppia Leva Classic Gold

Il cavatappi Pulltap's a doppia leva ha rivoluzionato il modo di stappare il vino. Permette di...

Tappi di sughero Tappi di sughero

Divinos Genius

Divinos Genius

Divinos il tappo fai da te Il tappo in sughero affidabile, ecologico e...

Divinos Premium

Divinos Premium

Divinos Il tappo in sughero affidabile, ecologico e garantito Premium Colmatato 45x26 PER...

Grappa Italiana Grappa Italiana

La Grappa è un famoso distillato tipico italiano. Molte sono le tipologie di Grappe grazie alle vinacce utilizzate in distillazione, all'alambicco impiegato e per scelta del Distillatore. Vinievino ha fatto una attenta...

 Grappa Traminer 0,5

Grappa Traminer 0,5

Denominazione: Trentino Grappa Vinacce dolci da uve Traminer provenienti da vigneti della zona...

Grappa Cabernet Sauvignon

Grappa Cabernet Sauvignon

Organolettica Aspetto limpido e cristallino. Grappa di razza dal profumo fragrante, intenso e...

Vino Spumante italiano Vino Spumante italiano

La tradizione spumantistica italiana non ha eguali al mondo per qualità e varietà di vini e lavorazioni. Vini e vino vi permette di conoscere al meglio la produzione di spumanti in Italia, guidandovi tra etichette, zone di...

Vino Castigo

Vino Castigo

Spumante Brut Blanc de Blanc Appunti di degustazione: Colore: Giallo paglierino Naso: Elegante...

Vino Spumante Brut

Vino Spumante Brut

NOTE ORGANOLETTICHE: Colore giallo paglierino brillante, spumeggiante effervescenza finissima e...

Vino da Dessert italiano Vino da Dessert italiano

La produzione di vini da dessert avviene in tutta Italia, con tipologie, tecniche di produzione e vitigni diversi che rendono unico ogni prodotto. Questa sezione del sito offre un elenco dei vini dolci più rinomati d'Italia,...

Vino La Valle del Re - Custoza D.O.C. Passito

Vino La Valle del Re - Custoza D.O.C. Passito

Zona viticola: Vigneti siti nel Comune di Sommacampagna (Verona) sulle ultime propaggini delle...

Vino Passito "Raggio di sole"

Vino Passito "Raggio di sole"

Colore: giallo dorato Profumo: intenso, fruttato di uva sultanina Sapore: morbido di corpo,...

Riscaldatori Riscaldatori

Riscaldatori per il vino a immersione completa

Riscaldatori per il vino a immersione completa

I riscaldatori per vino a immersione completa dell’Elmiti sono composti da un tubo D. 10 mm in...

Vino Rosato italiano Vino Rosato italiano

Il vino rosato acquista sempre maggiore interesse per la grande quantità e qualità della produzione italiana. In quest'area del sito c'è un'attenta selezione di rosati italiani, facilmente consultabili per regione e tipologie.

Vino Lara Elisabetta - Pinot Nero Metodo Classico Brut Rosè

Vino Lara Elisabetta - Pinot Nero Metodo Classico Brut Rosè

Colore: rosa salmone di media intensità. Perlage fine e molto persistente Olfatto: al naso si...

Vino Corallo

Vino Corallo

Zona viticola: Vigneti siti nel Comune di Sommacampagna (Verona) sulle ultime propaggini delle...

Prodotti della filiera Prodotti della filiera

Divinos Frizzante

Divinos Frizzante

Divinos il tappo fai da te Il tappo in sughero affidabile, ecologico e...

Divinos Genius

Divinos Genius

Divinos il tappo fai da te Il tappo in sughero affidabile, ecologico e...

Vino Rosso italiano Vino Rosso italiano

Il mondo dei vini rossi italiani è estremamente ricco e variegato. Vini e vino vi offre una pronta guida al vino rosso, facilmente consultabile per regione e tipologia.

BRUNELLO DI MONTALCINO D.O.C.G. RISERVA 2010

BRUNELLO DI MONTALCINO D.O.C.G. RISERVA 2010

Uvaggio: Sangiovese Grosso detto a Montalcino “Brunello” con accurata selezione Vinificazione:...

ROSSO DI MONTALCINO D.O.C. 2014

ROSSO DI MONTALCINO D.O.C. 2014

Uvaggio: 100% Sangiovese grosso detto a Montalcino “Brunello” con denominazione “a...

Store Vino per Te Store Vino per Te

Vini e vino ha scelto per te i migliori vini di cantine meno conosciute ma con una qualità eccellente. Dai territori italiani una selezione accurata come nelle migliori enoteche, il punto di acquisto certificato da chi di...

geowine

Guide

Duemilavini 2012 - Ais

Duemilavini 2012 - Ais

La guida Duemila Vini è curata dall' Associazione Italiana Sommellier.
Il libro descrive il panorama vinicolo italiano e i luoghi di...

Annunci di Lavoro

Addetti Telemarketing

Marketing - Offro Lavoro

Azienda di comprovata esperienza e professionalità Cerca con urgenza 6 telemarketer da inserire nel proprio organico. Si offrono retribuzione fissa, incentivi elevati legati ai risultati. Sede di Lavoro: Conegliano Si...

Ricerca Agenti plurimandatari

Vendite Italia - Offro Lavoro

Per ampliamento rete commerciale sul territorio nazionale Azienda leader nel panorama di internet per progetto importante su scala internazionale nel settore eno-gastronomico Ricerca Agenti plurimandatari - Candidati...

Vino e cultura

Vino e natura protagonisti a San Marino con Sapori DIVINO

Vino e natura protagonisti a San Marino con Sapori DIVINO

Sabato 19 e domenica 20 novembre al Best Western Palace Hotel in programma degustazioni e incontri con 25 vignaioli italiani tra abbinamenti cibo-vino e stage

Un viaggio a bordo del bicchiere tra i vini di venticinque cantine italiane che puntano su qualità e natura per raccontare il proprio territorio: sabato 19 e domenica 20 novembre nella Repubblica di San Marino andrà in scena la prima edizione di “Sapori DIVINO”, una due giorni organizzata da Valorexpo Srl e dedicata a wine lover, operatori e giornalisti con degustazioni, conferenze e stage in cui protagonisti saranno il nettare di Bacco e la terra da cui nasce.  Vigneron provenienti da dieci diverse regioni italiane (Piemonte, Friuli Venezia Giulia, Trentino Alto Adige, Veneto, Lombardia, Emilia Romagna, Marche, Abruzzo, Puglia e Sicilia), più un ospite francese d’eccezione, si ritroveranno all’interno dell’area expo del Best Western Palace Hotel (via Cinque Febbraio, Serravalle) per fare assaggiare i loro vini in abbinamento a tipicità gastronomiche locali. Calice alla mano sarà possibile confrontare bollicine, vini bianchi, rossi e rosé provenienti da diversi terroir italiani e incontrare vignaioli accomunati dalla volontà di fare vino nel rispetto della natura, molti dei quali hanno intrapreso la strada dell’agricoltura biologica e biodinamica. Durante i due giorni, grazie alla collaborazione con l’Associazione Sommelier Repubblica di San Marino, l’Associazione nazionale le Donne del Vino, Movimento Turismo del Vino e Tannino Wine Bar si svolgeranno conferenze e stage per imparare a conoscere da vicino piccoli e grandi segreti del lavoro in vigna e in cantina e riconoscerne i risultati in bottiglia. Media Partner dell’evento è Italia nel Bicchiere.  L’ingresso alla manifestazione è gratuito. Per poter assaggiare i vini è possibile acquistare un coupon degustazione comprensivo di calice, sacchetta porta calice e ticket assaggi.  Sapori DIVINO si terrà in concomitanza con la fiera internazionale di prodotti biologici e trattamenti naturali “Health&Beauty” e il “Family Village – Gioca, Impara, Condividi”, ospitate sempre all’interno del Best Western Palace Hotel.  Per ulteriori informazioni vi invitiamo a consultare il sito: www.valorexpo.com T. 0549/909067 E. saporidivino@valorexpo.com

Chianti Classico Riserva Carpineto  tra i protagonisti di The Duel of Wine

Chianti Classico Riserva Carpineto tra i protagonisti di The Duel of Wine

che arriva nelle sale il 29 settembre con l'anteprima a Roma. A seguire abbinamenti dal vivo nella cena con Charlie Arturaola, leggenda vivente dei sommelier

Vino, musica e arte in un solo evento: a San Zenone degli Ezzelini arriva ShoWine, lo spettacolo enologico

Vino, musica e arte in un solo evento: a San Zenone degli Ezzelini arriva ShoWine, lo spettacolo enologico

Due giorni dedicati alle piccole cantine del territorio, agli artisti e musicisti, nel parco secolare di Villa Albrizzi Marini.

Turismo del Vino

WINE TASTING EXPERIENCE® OLTRE LA DEGUSTAZIONE TRADIZIONALE:  I MIGLIORI ESPERTI DEL TERRITORIO  RACCONTANO I GRANDI VINI DELLE LANGHE

WINE TASTING EXPERIENCE® OLTRE LA DEGUSTAZIONE TRADIZIONALE: I MIGLIORI ESPERTI DEL TERRITORIO RACCONTANO I GRANDI VINI DELLE LANGHE

RITORNANO LE DEGUSTAZIONI GUIDATE DELLA STRADA DEL BAROLO: ALLA FIERA DEL TARTUFO DI ALBA, DALL'8 OTTOBRE AL 27 NOVEMBRE E PER TUTTO OTTOBRE APPUNTAMENTI SPECIALI ALLA CANTINA COMUNALE DI CASTIGLIONE FALLETTO

La Wine Tasting Experience®, originale formula di degustazione ideata dalla Strada del Barolo e divenuta negli anni un evento irrinunciabile per centinaia di winelover in visita nelle Langhe, fa parte come di consueto del programma ufficiale della Fiera Internazionale del Tartufo Bianco d’Alba. Gli incontri si terranno tutti i sabati alle 17.30 (in inglese) e tutte le domeniche alle 15.30 (in italiano) dall’8 ottobre al 27 novembre nel Cortile della Maddalena. “Il gusto del territorio”, “I Cru del Re” e “I volti del Nebbiolo” sono i temi che si alterneranno per tutta la durata della Fiera. “Il gusto del territorio” è un percorso introduttivo tra le produzioni più caratteristiche del Piemonte, con la degustazione di quattro differenti vini fra Arneis, Dolcetto, Barbera, Nebbiolo, Barolo e Moscato; “I Cru del Re” rappresentano un viaggio scandito dalla degustazione di tre diverse etichette di Barolo; la vera novità della stagione è “I volti del Nebbiolo”, degustazione che proporrà il confronto fra Barolo, Barbaresco e Roero spiegando le diverse espressioni del vitigno Nebbiolo. La durata delle degustazioni è di circa un’ora e i biglietti possono essere acquistati direttamente sul sito www.winetastingexperience.it al costo di 23 euro persona (comprensivi di materiale didattico e ingresso al Mercato del Tartufo). Da quest’anno poi, sono in programma le “Food & Wine Experience”, una serie di appuntamenti speciali con le Wine Tasting Experience® abbinate a prodotti agroalimentari d’eccellenza del Piemonte che si terranno per tutto il mese di ottobre alla Cantina Comunale di Castiglione Falletto, nel cuore della Langa del Barolo. I migliori vini piemontesi incontrano le specialità gastronomiche della regione in un eccezionale connubio di gusto. Protagonisti di queste degustazioni saranno la Robiola di Roccaverano D.O.P., l’unico caprino storico d’Italia, degno di confrontarsi con i celebri chèvres d’oltralpe, i salumi di eccellenza del Piemonte forniti dall’agrisalumeria “Luiset” e una selezione di dolci a base di Nocciola Tonda Gentile del Piemonte I.G.P., universalmente riconosciuta come la migliore al mondo. I temi saranno sempre “Il gusto del territorio” e “I Cru del Barolo” e vini saranno selezionati attentamente sulla base degli abbinamenti gastronomici, in modo da esaltare le peculiarità organolettiche dei diversi prodotti in assaggio. Il costo delle “Food & Wine Experience” sarà 28 euro a persona. LA FORMULA DELLA WINE TASTING EXPERIENCE ® - Sull’esempio delle Ecole Du Vin francesi, gli appuntamenti vanno oltre la tradizionale degustazione in cantina, classica tappa di ogni enoturista, soprattutto per la possibilità di confrontare etichette di produttori diversi in un unico appuntamento, guidati da esperti del territorio in grado di illustrare ogni segreto dei vini e pronti a soddisfare tutte le curiosità. I “docenti” sono infatti produttori, enologi o sommelier d’esperienza, ciascuno con il suo personale punto di vista, dal valore dei profumi in un calice di vino agli abbinamenti fra vino e cibo, fino alle caratteristiche dei vini in rapporto al terroir. Domande dal pubblico, approfondimenti, consigli sulla degustazione, vini di produttori sempre diversi: tutti questi elementi rendono le Wine Tasting Experience® un modo nuovo per avvicinarsi alla conoscenza dei vini, oltre a rappresentare un’occasione unica per approfondire i dettagli della produzione del territorio di Langhe e Roero. Per rendere sempre più esperienziali le Wine Tasting Experience® e coinvolgere direttamente i partecipanti, i docenti utilizzeranno video di supporto, ricchi di infografiche e mappe interattive. LINGUA INGLESE  - Con un occhio di riguardo per i sempre più numerosi enoturisti stranieri, le Wine Tasting Experience® sono condotte anche in lingua inglese. WINE TASTING EXPERIENCE® ESCLUSIVE - Oltre agli appuntamenti “a calendario”, è sempre possibile organizzare una Wine Tasting Experience® personalizzata in esclusiva per gruppi di almeno sei persone, che possono definire insieme agli organizzatori date, orari, location, lingue (oltre all’italiano: inglese, francese e tedesco) e naturalmente l’offerta di vini in degustazione. Date e orari delle Wine Tasting Experience®: Sabato 8 ottobre - ore 17.30: The taste of the hills (ENG), Degustazione di quattro differenti vini di Langhe e Roero: Arneis, Dolcetto, Barbera e Barolo. Domenica 9 ottobre - ore 15.30: Il gusto del territorio, Degustazione di quattro differenti vini di Langhe e Roero: Arneis, Dolcetto, Barbera e Barolo. Sabato 15 ottobre - ore 17.30: The crus of Barolo (ENG), Degustazione di tre differenti cru di Barolo Domenica 16 ottobre - ore 15.30: I cru del Barolo, Degustazione di tre differenti cru di Barolo. Sabato 22 ottobre - ore 17.30: The many faces of Nebbiolo (ENG), Alla scoperta dei diversi volti del Nebbiolo. Degustazione di 3 vini ottenuti dal vitigno Nebbiolo: Roero, Barolo e Barbaresco. Domenica 23 ottobre - ore 15.30: I volti del Nebbiolo, Alla scoperta dei diversi volti del Nebbiolo. Degustazione di 3 vini ottenuti dal vitigno Nebbiolo: Roero, Barolo e Barbaresco. Sabato 29 ottobre - ore 17.30: The crus of Barolo (ENG), Degustazione di tre differenti cru di Barolo. Domenica 30 ottobre - ore 15.30: I cru del Barolo, Degustazione di tre differenti cru di Barolo. Lunedì 31 ottobre - ore 17.30: The taste of the hills (ENG), Degustazione di quattro differenti vini di Langhe e Roero: Arneis, Dolcetto, Barbera e Barolo. Martedì 1 novembre - ore 15.30: Il gusto del territorio, Degustazione di quattro differenti vini di Langhe e Roero: Arneis, Dolcetto, Barbera e Barolo. Sabato 5 novembre - ore 17.30: The many faces of Nebbiolo (ENG), Alla scoperta dei diversi volti del Nebbiolo. Degustazione di 3 vini ottenuti dal vitigno Nebbiolo: Roero, Barolo e Barbaresco. Domenica 6 novembre - ore 15.30: I volti del Nebbiolo, Alla scoperta dei diversi volti del Nebbiolo. Degustazione di 3 vini ottenuti dal vitigno Nebbiolo: Roero, Barolo e Barbaresco. Sabato 12 novembre - ore 17.30: The taste of the hills (ENG), Degustazione di quattro differenti vini di Langhe e Roero: Arneis, Dolcetto, Barbera e Barolo. Domenica 13 novembre - ore 15.30: Il gusto del territorio, Degustazione di quattro differenti vini di Langhe e Roero: Arneis, Dolcetto, Barbera e Barolo. Sabato 19 novembre - ore 17.30: The crus of Barolo (ENG), Degustazione di tre differenti cru di Barolo. Domenica 20 novembre - ore 15.30: I cru del Barolo, Degustazione di tre differenti cru di Barolo. Sabato 26 novembre - ore 17.30: The many faces of Nebbiolo (ENG), Alla scoperta dei diversi volti del Nebbiolo. Degustazione di 3 vini ottenuti dal vitigno Nebbiolo: Roero, Barolo e Barbaresco. Domenica 27 novembre - ore 15.30: I volti del Nebbiolo, Alla scoperta dei diversi volti del Nebbiolo. Degustazione di 3 vini ottenuti dal vitigno Nebbiolo: Roero, Barolo e Barbaresco.   “Food & Wine Experience” in Cantina Comunale a Castiglione Falletto: Sabato 8 ottobre - ore 11.30: The crus of Barolo (ENG), Degustazione di tre differenti cru di Barolo in abbinamento a Robiola di Roccaverano, salumi piemontesi “Luiset” e dolci a base di Nocciola Piemonte IGP. Domenica 9 ottobre - ore 11.30: I cru del Barolo, Degustazione di tre differenti cru di Barolo in abbinamento a Robiola di Roccaverano, salumi piemontesi “Luiset” e dolci a base di Nocciola Piemonte IGP. Sabato 15 ottobre - ore 11.30: The taste of the hills (ENG), Degustazione di quattro differenti vini di Langhe e Roero in abbinamento a Robiola di Roccaverano, salumi piemontesi “Luiset” e dolci a base di Nocciola Piemonte IGP. Domenica 16 ottobre - ore 11.30: Il gusto del territorio, Degustazione di quattro differenti vini di Langhe e Roero in abbinamento a Robiola di Roccaverano, salumi piemontesi “Luiset” e dolci a base di Nocciola Piemonte IGP. Sabato 22 ottobre - ore 11.30: The crus of Barolo (ENG), Degustazione di quattro differenti vini di Langhe e Roero: Arneis, Dolcetto, Barbera e Barolo, in abbinamento a Robiola di Roccaverano, salumi piemontesi “Luiset” e dolci a base di Nocciola Piemonte IGP. Domenica 23 ottobre - ore 11.30: I cru del Barolo, Degustazione di quattro differenti vini di Langhe e Roero: Arneis, Dolcetto, Barbera e Barolo, in abbinamento a Robiola di Roccaverano, salumi piemontesi “Luiset” e dolci a base di Nocciola Piemonte IGP. Sabato 29 ottobre - ore 11.30: The taste of the hills (ENG), Degustazione di quattro differenti vini di Langhe e Roero in abbinamento a Robiola di Roccaverano, salumi piemontesi “Luiset” e dolci a base di Nocciola Piemonte IGP. Domenica 30 ottobre - ore 11.30: Il gusto del territorio, Degustazione di quattro differenti vini di Langhe e Roero in abbinamento a Robiola di Roccaverano, salumi piemontesi “Luiset” e dolci a base di Nocciola Piemonte IGP.   Informazioni e prenotazioni: telefono +39 0173 288968 e-mail: tasting@stradadelbarolo.it    

CON DIVIN OTTOBRE LA STRADA DEL VINO E DEI SAPORI DEL TRENTINO DÀ IL BENVENUTO ALL'AUTUNNO

CON DIVIN OTTOBRE LA STRADA DEL VINO E DEI SAPORI DEL TRENTINO DÀ IL BENVENUTO ALL'AUTUNNO

Ritorna il calendario di appuntamenti organizzati dai soci della Strada del Vino e dei Sapori del Trentino alla scoperta dei paesaggi più suggestivi e delle tradizioni del territorio attraverso iniziative in vigneti, cantine, aziende agricole, ristoranti e agriturismi. Il via dal 30 settembre al 2 ottobre con Cantine Aperte in Vendemmia, seguono trekking e biciclettate, degustazioni guidate, laboratori e molto altro nei weekend successivi fino a fine ottobre.

Vino e cibo

Dal 7 al 9 ottobre il variegato mondo dei formaggi e latticini in gioco a Castegnato (BS) con grande assortimento di gusto e tipicità.

Dal 7 al 9 ottobre il variegato mondo dei formaggi e latticini in gioco a Castegnato (BS) con grande assortimento di gusto e tipicità.

Un viaggio completo nel mondo di formaggi e prodotti caseari fatto in modo giocoso, gustoso e divertente, questo l'appuntamento che aspetta il weekend del 7-9 ottobre i visitatori della XXI edizione di Franciacorta in Bianco, la rassegna lattiero casearia, che si terrà a Castegnato (Bs) (Polo Fieristico di via 2 giugno). La manifestazione quest'anno colpisce fin da subito per la crescita nell'assortimento e qualità di produttori che mette insieme: più di 60 tra consorzi, caseifici e boutique del formaggio, che permetteranno al pubblico di scoprire oltre 200 tipologie di formaggi e prodotti derivati dal latte: dal bitto al gorgonzola, dai caprini a latte crudo ai pecorini di diverse stagionature, dalle paste filate al Silter dop e accostarli a prodotti di birrifici artigianali, importanti cantine del Franciacorta, distillati, mieli e confetture di produttori anch'essi presenti. Tra le novità dell'anno in particolare spiccano: i prodotti a base di latte e carne di bufala dell'azienda agricola Tempio Paestum, un bell'esempio di filiera produttiva completa, dall'allevamento dell'animale alla trasformazione del suo latte, che porterà in Franciacorta sapori e profumi del Parco Nazionale del Cilento; mentre un secondo gemellaggio con il Nord Italia sarà con il paese di Bagolino (Bs) presente alla manifestazione con il suo Bagoss e diversi beni locali. Sul lato eventi e ospiti, aprirà le danze venerdì 7 alle 18,30 il giornalista enogastronomico Paolo Massobrio, autore de il Golosario, la guida alle Cose Buone d'Italia che da oltre vent'anni conquista golosi e curiosi del nostro stivale, il quale coordinerà il convegno Stato di salute del settore lattiero caseario nazionale ed il ruolo dei giovani in agricoltura con case history di produttori e ospiti come il giornalista Claudio Andrizzi, il vicepresidente nazionale di Coldiretti Ettore Prandini, il presidente dell'Associazione Allevatori di Brescia e Lombardia Germano Pe', il presidente dell'Unione Provinciale Agricoltori Francesco Martinoni. Quindi seguirà l'apertura di Bimbi Chef, giocosi e interessanti laboratori di cucina con il formaggio destinati ai più piccoli, e degli Showcooking realizzati con prodotti presenti in fiera che proseguiranno per tutta la manifestazione. l sabato 8 segnaliamo (oltre alle degustazioni il Sentiero dei sapori guidate di ONAF e ONAV e che proseguiranno anche domenica) il convegno Produzioni tipiche del territorio di montagna alle ore 11,00; mentre alle 15,30 il Consorzio Valtrompia Dop presenterà il caso della stagionatura dei formaggi in miniera. Da non perdere, alle 18,30, l'appuntamento più atteso con le due food-blogger più famose d’Italia, le Sorelle in pentola Angela e Chiara Maci, che incoroneranno i vincitori di B come #Biancolatte il contest di cucina col formaggio in cui si sono cimentati circa 50 foodblogger da tutta Italia in questi mesi, proponendo tantissime ricette creative dalle cheese cake salate alle paste ripiene, passando per tanti gnocchi, risotti e focaccine. La domenica 9 sarà una giornata densa di eventi per tutti con l'incontro su I formaggi in Valcamonica a cura di Silvano Nember (ore 10,30); la presentazione del libro tra arte e ricette Sette croste di formaggio con il suo ideatore Piero Arrigoni (ore 11,00); e alle 12,30 la Gara di stagionatura a cura del Consorzio Valtrompia Dop. Alle 15 il dottor Riccardo Raddino terrà un incontro per non dimenticare la salute dei golosi di formaggio False verità su colesterolo e formaggio , e alle 16,30 la presentazione di un grande prodotto caseario del territorio come il Silter Dop a cura di Oliviero Sisti, agronomo del Consorzio per la tutela del formaggio Silter Dop. La rassegna si chiuderà alle 20, dopo gli ultimi showcooking che vedranno protagonisti i visitatori e il brindisi finale. Franciacorta in Bianco è organizzata dal Comune di Castegnato e Castegnato Servizi con il contributo di realtà private come il Centro Commerciale Le Rondinelle di Roncadelle (Bs), Aso Group, Bettoni spa, Nocivelli ABP, Effe Tre srl e con il patrocinio del Ministero delle politiche agricole, alimentari e forestali, Regione Lombardia, Commissione Europea, Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di Brescia e Associazione dei Comuni Bresciani. Tutti gli aggiornamenti sulla manifestazione in tempo reale al sito www.franciacortainbianco.it e all'account facebook https://www.facebook.com/franciacorta.inbianco

Alla NY Internationl Competition 2016 un Rosso Veneto IGT sbaraglia i concorrenti

Alla NY Internationl Competition 2016 un Rosso Veneto IGT sbaraglia i concorrenti

Il vino La Corte 2015 Veneto Rosso Igt di Cantina di Monteforte conquista la medaglia d'oro

IL POTERE DEL CIBO NEL PROCESSO DI INTEGRAZIONE: UN PRANZO MULTIETNICO PER FESTEGGIARE LA VINCITRICE DEL PREMIO CASATO PRIME DONNE 2016, CHAIMAA FATIHI

IL POTERE DEL CIBO NEL PROCESSO DI INTEGRAZIONE: UN PRANZO MULTIETNICO PER FESTEGGIARE LA VINCITRICE DEL PREMIO CASATO PRIME DONNE 2016, CHAIMAA FATIHI

Domenica 18 settembre la premiazione a Montalcino dei vincitori del premio. Agli ospiti sarà servito un menù ispirato alla fusione tra cultura italiana e araba

Vino e professioni

ShowRUM Italian Rum FestivalIV edizione  Roma - 2 e 3 ottobre 2016 c/o A.Roma

ShowRUM Italian Rum FestivalIV edizione Roma - 2 e 3 ottobre 2016 c/o A.Roma

Lifestyle Hotel & Conference Center(via Giorgio Zoega, 59) Quattro aree espositive per degustazioni, la Tasting Competition, i cocktail dei migliori bartender, masterclass e seminari, il più grande temporary bar italiano, ma anche la ShowRUM Cocktail Week e il Trade Day per la quarta edizione del festival italiano dedicato al rum, diretto da Leonardo Pinto

Si tiene a Roma, domenica 2  e lunedì 3 ottobre 2016, presso il Centro Congressi dell’A.Roma - Lifestyle Hotel & Conference Center (via Giorgio Zoega, 59) la quarta edizione di ShowRUM - Italian Rum Festival, il primo e più importante evento italiano dedicato  al Rum e alla Cachaca. La rassegna, organizzata e diretta da Leonardo Pinto, in collaborazione con Isla de Rum e SDI Group, lo scorso anno ha registrato oltre 3mila presenze, con un costante aumento annuale dei visitatori. Oltre l’80 percento dei brand esteri hanno scelto ShowRUM come trampolino di lancio per il mercato italiano e nel tempo hanno trovato canali di importazione e distribuzione in Italia. Numeri che ben evidenziano la presenza di ShowRUM in un programma internazionale di festival dedicati al distillato con cui è gemellato, da quello di Miami, a quello di Parigi, passando per Londra, Berlino e Madrid.   Tra gli eventi dello ShowRUM 2016, la STC - ShowRUM Tasting  Competition, unica Blind Tasting Competition italiana dedicata a Rum e Cachaca, nella quale i rum vengono divisi per anni di invecchiamento e per alambicchi di provenienza oltre che per tipologia. Unica al mondo, inoltre, a premiare, grazie a una giuria di esperti nazionali ed internazionali solo il best in class per ogni categoria. L’ampia area espositiva con gli stand sarà suddivisa in quattro macro-aree: rum tradizionali, agricole, cachaca e imbottigliatori indipendenti, che permetteranno ai visitatori di rendere la giornata non solo un momento di degustazione di altissima qualità, ma anche di informazione e conoscenza. Saranno quindi protagoniste le degustazioni delle più grandi etichette presenti sul mercato italiano e internazionale e i cocktails preparati da barman professionisti, ma anche i sigari e il cioccolato di Venchi, le masterclass - tra cui una dedicata al ghiaccio nei cocktail - e i seminari con i maggiori esperti mondiali. ShowRUM sarà occasione per creare il più grande temporary bar italiano, che coinvolgerà 8 fra i migliori bar d'Italia, avvicinati tra loro a coppie su 4 banconi, che misceleranno fianco a fianco per 'affinità elettive'. Dai bartender ai grandi buyer, passando per i Market Influencer, gli importatori, i distributori, la stampa e i blogger, oltre agli appassionati e ai neofiti del rum animeranno la rassegna che prevede un Trade Day, lunedì 3 ottobre, giornata interamente dedicata agli operatori e professionisti del settore, focalizzata sulla formazione professionale, ricca di appuntamenti e seminari con ospiti d'eccezione. Il programma completo al link www.showrum.it    “ShowRUM era all'inizio un sogno – dichiara Leonardo Pinto, fondatore e direttore di ShowRUM - nato nella mia testa sei anni fa, guardando i festival di Londra e Miami. L'idea di dare al mercato italiano del rum un punto di incontro e scambio sia per i professionisti che per gli appassionati, cercando di elevare fama e conoscenza di questo distillato è riuscita giá in poche edizioni. In soli tre anni  ShowRUM ha catalizzato l'attenzione internazionale, divenendo il crocevia italiano nel mondo del rum. Per questo miriamo da un lato a coinvolgere il pubblico e ad aumentare la conoscenza e l'apprezzamento di questo distillato eccezionale dalle mille sfumature, dall'altro a consolidarne la presenza e la reputazione nel mercato anche tra i professionisti. Sempre con un occhio al bere consapevole e al consumo responsabile, valorizzando anche il bartender come figura professionale”.   ShowRUM sarà preceduto, sempre a Roma, dalla ShowRUM Cocktail Week, un evento che coinvolgerà alcuni dei migliori cocktail bar delle capitale, in una settimana di degustazioni di cocktail a base rum, organizzata in collaborazione con la Guida ai Cocktail bar d’Italia di BlueBlazeR, la nuova app scaricabile gratuitamente al link www.blueblazer.it/app ShowRUM 2016 è organizzato da ShowRUM srl con la partecipazione di Isla de Rum e SDIgroup e di alcune importanti sponsorship di settore tra cui Vetroelite Spa. Link al video-riassunto del festival: https://www.youtube.com/watch?v=229AnRCZBws    Per maggiori informazioni www.showrum.itwww.facebook.com/ShowRumItaly tel. 334 5638193 Orari e prezzi  Giornata per il pubblico - domenica 2 ottobre - dalle ore 14:00 alle ore 21:00 (ingresso 10 euro in prevendita, 15 euro in loco) Trade day - lunedì 3 ottobre  - dalle 11:00 alle 19:00Location Centro Congressi A.Roma - Lifestyle Hotel & Conference CenterVia Giorgio Zoega, 59 – Roma Ufficio stampaCarlo Dutto twitter: carlo dutto press

Risultati più che positivi

Risultati più che positivi

Per la realtà vitivinicola che ha unito Cantina Colli Vicentini di Montecchio Maggiore, Cantina di Gambellara e Cantina Val Leogra di Malo

ANTONIO CENTOCANTI

ANTONIO CENTOCANTI

E' il nuovo presidente dell'Istituto Marchigiano di Tutela Vini

Barolo

SV TASTING LAB  ATLANTE ESSENZIALE DEI GRANDI CRU DEL BAROLO

SV TASTING LAB ATLANTE ESSENZIALE DEI GRANDI CRU DEL BAROLO

Riprendono le degustazioni presso la sede del Seminario Veronelli a Bergamo: al via una collezione di cinque serate dedicate ai migliori vini d'Italia Lunedì 26 settembre 2016 - ore 21.00 Viale delle Mura 1, Bergamo

A inaugurare il ciclo di incontri - dopo la pausa estiva riservata alla redazione dell’attesissima Guida Oro I Vini di Veronelli 2017 - sarà "Atlante essenziale dei grandi cru del Barolo", una degustazione di Barolo provenienti da alcuni tra i migliori vigneti della denominazione, aree vitate di cui i docenti Seminario Veronelli metteranno in luce le specificità pedoclimatiche e il fondamentale contributo al profilo organolettico dei vini. Un modo per conoscere da vicino alcune vigne d'eccellenza, elementi costitutivi del nostro patrimonio culturale così come lo sono musei, opere architettoniche, musicali e letterarie. A Barolo, infatti, più che in ogni altro luogo d'Italia, il senso profondo del concetto di cru è stato compreso e praticato: ogni singola vigna concorre a costituire un distretto gastronomico fatto di prodotti, saperi e relazioni di qualità. «L’eccezionale capacità del vitigno nebbiolo di “assorbire” e restituire nel bicchiere le differenze dei suoli e dei microclimi ha storicamente permesso d’individuare, all’interno della denominazione Barolo, alcune vigne eccezionalmente vocate: grandi cru in grado di generare con continuità vini di assoluta eccellenza» - ha anticipato Andrea Bonini, direttore del Seminario Permanente Luigi Veronelli. «L'incontro "Atlante essenziale dei grandi cru del Barolo"»aggiunge Andrea Alpi, responsabile della didattica e della formazione «sarà un invito a “camminare la terra” di otto vigneti attraverso l’assaggio di altrettanti capolavori liquidi frutto dell'esperienza di generazioni di vignaioli». Di assoluto prestigio le aziende produttrici selezionate per la degustazione di lunedì 26 settembre: Ettore Germano, Brezza Giacomo e Figli, Silvano Bolmida, Rinaldi Francesco e Figli, Poderi e Cantine Oddero, Vietti, Cantina Renato Ratti. Gli appuntamenti con SV Tasting Lab proseguiranno con altri quattro incontri monografici, sempre al lunedì sera, intitolati I tesori nascosti del vino italiano (21 novembre), Le grandi vigne d’Italia (12 dicembre), Aglianico, atto II: dal Vulture alle Murge (9 gennaio) e Mondo Lambrusco (13 febbraio). Informazioni e prenotazioni  Per partecipare agli incontri SV Tasting Lab è sufficiente acquistare il ticket della singola serata (costo 25 euro) sul sito dell’associazione www.seminarioveronelli./eventi.  Gli incontri del SV Tasting Lab sono riservati agli Associati al Seminario Veronelli, tuttavia coloro che, non essendolo, desiderassero partecipare, potranno farlo sottoscrivendo la sera della degustazione la quota associativa di 52 euro, valida per tutto il 2016.  Per ulteriori informazioni è disponibile la Segreteria del Seminario Veronelli al numero telefonico 035 249961 o all'indirizzo e-mail eventi@seminarioveronelli.com. Ufficio stampa Seminario Veronelli Emanuela Capitanio

Sostenibilità ambientale

Amorim e l'aiuto affidabile, garantito, ecologico: IL TAPPO DIVINOS

Amorim e l'aiuto affidabile, garantito, ecologico: IL TAPPO DIVINOS

Forte di un know-how imbattibile e di una ricerca sempre all’avanguardia, Amorim Cork Italia, realtà leader nelle proposte di chiusura in sughero, mostra la sua capacità di rispondere alle esigenze a tutto tondo con la new entry DIVINOS, rivolta ai privati che vogliono imbottigliare da sé il vino. Dopo grandi successi come Excellence, Colors, Helix, l’ultima gamma di tappi adegua le elevate prestazioni tecniche dell’azienda anche all’utilizzo quotidiano e personale. Per il mondo del fai-da-te rappresenta quindi un’offerta professionale, che punta alla sensibilizzazione su un maggiore utilizzo del sughero, materia prima naturale, sostenibile e di eccellenza. Curando l’attenzione per i dettagli quanto viene proposto da Amorim ai privati è un vero e proprio percorso, un’esperienza personalizzata e pratica, che soddisfa quattro tipologie di vino, con altrettante chiusure ad alto standard qualitativo, fiori all’occhiello tra le proposte aziendali. Le quattro versioni di DIVINOS sono infatti il tappo PREMIUM, ideale per i vini speciali, il FRIZZANTE per vini appunto frizzanti; il GENIUS, la soluzione economica per i vini di tutti i giorni e il TRANQUILLO, una soluzione all'avanguardia per vini fermi e aromatici, che rappresenta il best-seller Amorim nel mondo e adesso è a disposizione di chi il vino lo fa a casa, con passione. Una proposta che si arricchisce nei particolari: Amorim ha ideato anche le apposite etichette autoadesive e user-friendly, facili da applicare e rimuovere, ma resistenti all’acqua. In ogni confezione di tappi DIVINOS ne vengono regalate cinque di prova e poi possono essere acquistate in pacchetti da 100, tanti quanti sono i tappi contenuti in ogni bag DIVINOS. Il tappo in sughero, così, diventa protagonista di una storia personale, oltre che strumento di tutela e vera e propria valorizzazione del prodotto. DIVINOS è presente, tramite appositi espositori, nei consorzi agrari, nei negozi che vendono accessori per l’enologia e nelle cantine che vendono vino sfuso.   www.amorimcorkitalia.com

Vini Naturali

La vera natura del dolcetto del Drago e la genesi di un mito

La vera natura del dolcetto del Drago e la genesi di un mito

Era il 1960 circa, e lo scenario era quello della Cascina Drago del Dott. Luciano Degiacomi a San Rocco Seno d’Elvio, Alba. Su, sulla punta della collina c’era – e ancora c’è – una vigna quieta, stranamente avvolgente, silenziosa e in un certo suo modo esotica, diversa. Una vigna dove la vite è bassa per le raffiche che le impediscono di crescere liberamente, e la vegetazione è piegata dal vento, tanto che è perennemente inclinata anche quando l’aria non si sente. E quando tira è un’aria salmastra, marina, che attraversa per canali impervi l’entroterra ligure ed arriva alla punta del Drago. Qui, nella tarda primavera, nelle zone più riparate nascono e proliferano da sempre le orchidee selvatiche, un’autentica rarità, fiorellini di un lilla delicato che riescono a sopravvivere solo in ambienti particolarmente salubri.  Sul Bricco del Drago c’è una vigna di dolcetto; e anche il dolcetto non è un dolcetto qualsiasi. Impiantato a metà degli anni ‘60 da Luciano Degiacomi, precedente proprietario del podere, da subito il frutto del Drago rivelò un carattere fuori dagli schemi: un’uva dolcetto che dava origine ad un vino selvatico, potente, ricco, assolutamente troppo esuberante. Un vino non adatto ad essere prodotto in purezza né ad essere venduto secondo consuetudine, l’anno successivo alla vendemmia. Si tentò allora di invecchiarlo in legno per educarlo ed ingentilirlo; e ancora il risultato fu impressionante ma non adeguato: ancora troppo selvaggio e indomabile. Del tutto diverso dal dolcetto buono, ma decisamente più negli schemi, a cui il Piemonte era abituato.  Il successivo tentativo di educare il dolcetto del Drago fu quello che andò a buon fine: scartata la possibilità di vinificarlo e metterlo in commercio subito, scartata l’ipotesi di invecchiarlo da solo, rimaneva da percorrere la strada dell’assemblaggio: unirlo cioè al nebbiolo, con l’obiettivo che non era, come normalmente si pensa, quello di dare maggiore struttura. La struttura c’era; ciò che mancava era la finezza, l’eleganza che solo il nebbiolo avrebbe potuto portare soprattutto al naso.  Nacque così il Bricco del Drago, uve dolcetto e nebbiolo allora ancora in proporzioni variabili, alla ricerca del perfetto equilibrio dell’una e dell’altra. La percentuale che oggi Poderi Colla mantiene ormai da un paio di decenni prevede il 15% nebbiolo e l’85% dolcetto. “Un vino”, come afferma Tino Colla, “che ha ormai più di quaranta vendemmie, prodotto per la prima volta da me e mio fratello Beppe nel 1994, assemblando i due vini esattamente in questa proporzione. Perché il dolcetto da cui nasce il Bricco del Drago è così diverso da tutti gli altri? Perché ha una potenza, una possibilità evolutiva e una longevità così particolari ed uniche? Non lo so. Sarà il vento marino che sferza la collina, sarà il terreno, che noi in dialetto abbiamo identificato come vigna delle macie, cioè delle macchie, per la sua disomogeneità nella composizione (sabbia, scheletro, tufo, distribuite in modo assolutamente variegato sulla punta della collina, di origine paleolitica); o forse l’esposizione. Chissà. Ciò che è certo è che il Bricco del Drago è un vino fuori dall’ordinario, assolutamente inaspettato, né dolcetto né nebbiolo. Un vino da invecchiamento che ricorda un taglio bordolese, con cui spesso, quando è invecchiato, viene confuso in degustazione alla cieca”.  Così particolare da essere l’unico vino da tavola ad aver ottenuto la delimitazione della zona di produzione con Decreto del Presidente della Repubblica, n. 196 del 1987.     Il Bricco del Drago fu il primo – e forse unico - vino ad utilizzare la denominazione di origine semplice, che faceva già categoria a sé quando Luigi Veronelli per primo lo citò insieme a Biondi Santi, riconoscendone già allora la natura ibrida, complessa e fuori dagli schemi che ancora oggi lo caratterizza. Oggi sul mercato c’è l’annata 2012: un vino potente ma equilibrato e godibile. Un dolcetto che non ha nulla a che fare con il dolcetto così come lo si immagina comunemente. Al naso troviamo frutta rossa matura e spezie.  E poiché non è immesso sul mercato troppo giovane ha una tannicità evoluta e morbida coperta dalla vinosità. L’invecchiamento in bottiglia prevede circa due anni in botti di rovere di slavonia, mentre il taglio si fa subito, solitamente prima della fine dell'anno di vendemmia. Un mito che va assaggiato, raccontato, compreso, che assume un significato profondo solo se viene capito nella sua essenza. La famiglia Colla è felice di ospitare in cantina tutti coloro che vorranno conoscere più a fondo uno dei più grandi miti del panorama vinicolo piemontese  

Vini Veri 2016

Vini Veri 2016

Vini secondo natura (tredicesima edizione dall'8 al 10 aprile)

Freie Weinbauern Sudtirol a Bologna

Freie Weinbauern Sudtirol a Bologna

Tra i protagonisti il pioniere della viticoltura biologica

Vino al Femminile

"Donne Oltre" EnoArte sul marmo

Performance live di Elisabetta Rogai a Pietrasanta Galleria Open One

Ascoltare il tempo e la natura per un magico incontro, quello del 16 luglio di Elisabetta Rogai, alla Galleria Open One con il marmo di Carrara dell’azienda Bovecchi, con il Patrocinio del Comune di Pietrasanta e Fidapa, Versilia, BPW Italy sezione Versilia, Federazione Italiana Donne Arti Professioni e Affari, una risorsa per lo sviluppo sociale, economico e politico del nostri paese, per un viaggio nelle terre che ci regalano il loro prodotto, alla scoperta di questo incredibile mondo, dove si indovina un lungo lavoro fatto di passione e amore, valori, cultura e tradizione.  Il legame della Versilia con l’arte e il marmo è datato, risale al 1500, quando Michelangelo sceglieva il marmo per le sue opere e lo faceva trasportare a mare dai carri trascinati da buoi, e poi avanti negli anni, fino al 1956 quando Henry Moore iniziò la sua collaborazione con gli scalpellini della zona, e poi le fonderie che hanno lavorato per artisti come Botero, Joan Mirò, Isamu Noguchi, Giacomo Manzù, artisti come Lorenzo Viani: la Versilia ha sempre avuto un fil rouge privilegiato con l’arte, artisti che qui hanno creato e lavorato, dalla natura della Versilia e dal suo mare traggono ispirazione, natura rivolta all’arte, che, a volte è dolce e spudorata nei colori e a volte dura e violenta. Ed Elisabetta Rogai coglie l’attimo, lo vive, trasformandolo in un momento evocativo, ma anche innovazione, pensato, riflesso dai suoi pensieri, dalla sua curiosità, dal suo eclettismo…..nasce una nuova materia dove dipingere con il vino, il Marmo, bianco, che quasi sgomenta da com’è bianco, ma lei lo domina, con grazia e con sapienza, lo fa vivere, lo plasma di colore, gli da un anima. E l’eclettismo della Rogai ci porta per la prima volta ad un inedito abbinamento, marmo e vino, il marmo usato come inedita tela d’artista per dipingere con il vino, un abbinamento insolito ma anche logico, quello di unire, con l’arte, due prodotti del territorio che rappresentano in maniera efficace la nostra terra e tutti le caratteristiche della cultura come tradizioni, storia e la proiezione verso il futuro, stagione dopo stagione; niente, infatti, come il vino e il marmo parlano della nostra terra, fatta da uomini e donne veri, ruvidi e ironici, gente della terra e venuta dalla terra, gente che ti guarda diretta in faccia quando alza gli occhi, e perciò ancora più diretta, che, coinvolgendo le emozioni in un bicchiere di vino suggerisce la ricerca per individuarlo, l’evoluzione delle aspettative e delle esigenze, gesti armonizzati da un rapporto che acquisisce le sfumature più sofisticate per far nascere un capolavoro della natura.  www.openone.it www.elisabettarogai.it

Le Donne del Vino della Campania unite nel fare impresa e solidarietà

Le Donne del Vino della Campania unite nel fare impresa e solidarietà

Le donne per le donne. Unite nel fare impresa e nella solidarietà, ma anche nel riconoscimento a chi si è distinta nella professione.

Serata con Angéline Templier-Lassalle

Serata con Angéline Templier-Lassalle

Lo champagne declinato al femminile che sarebbe piaciuto a nonno Jules Lassalle