News

Vendemmia 2015 per Frescobaldi: annata a 5 stelle

Lamberto Frescobaldi guarda con grande ottimismo alla vendemmia appena iniziata, prevendendo un'annata di grande qualità

Vendemmia 2015 per Frescobaldi: annata a 5 stelle

Vini fiera

AUTOCHTONA 2015

A Bolzano è iniziato il conto alla rovescia per la 12^ edizione della kermesse dedicata ai vini autoctoni. Protagoniste oltre 100 "micro" realtà di eccellenza

AUTOCHTONA 2015

Segui Vinievino su:

Cantine

Società Agricola La Callaltella S.s.

Società Agricola La Callaltella S.s.

via Callaltella, 13 31048
San Biagio di Callalta (Treviso)

AziendaLa nostra azienda nasce nel 1951, come azienda agricola Fratelli Bonetto, e sorge nel cuore della campagna trevigiana.Il nome La...

Enoteche

Vinifera

Vinifera

Via Savonarola 159 35137
Padova (Padova)

Vinifera è una bottiglieria sita nel centro storico di Padova, in via Savonarola 159. Tratta la vendita di vini di pregio o ricercati e si...

Agronomi

Giuseppe Zatti

Giuseppe Zatti

Via Geloni 26/A 27045
Casteggio (Pavia)

Classe 1961, Maturità Scientifica, laurea in Scienze Agrarienel 1986 con specializzazione in viticoltura ed enologia,esame di Stato nel...

Enologi

Massimo Urriani

Massimo Urriani

Via G. Vannicola, 16 63036
Spinetoli (Ascoli Piceno)

Nato nel 1970 si è diplomato Perito Agrario con specializzazione in viticoltura ed enologia all'Istituto Celso Ulpiani di Ascoli Piceno...

Sommelier

Patrizia Cambi

Patrizia Cambi

Celle Ligure 17015
Celle Ligure (Savona)

Sommelier Diploma FisarSommelier professionista diplomata FISAR.. Esperienza di servizio in eventi e degustazioni anche in abitazioni private....

Consorzi

Consorzio Cembrani Doc

Consorzio Cembrani Doc

Viale IV Novembre, 52 38034
Cembra (Trento)

L'azienda agricola DONNA CATERINA nasce e si consolida nella zona fra il fiume Piave e la colline di Conegliano. Situata a Vazzola, terra...

scegli il tuo vino

Sistema di refrigerazione chiavi in mano per il controllo dei processi produttivi

Sistema di refrigerazione chiavi in mano per il controllo dei processi produttivi

Impianto frigo - caldo - Noleggio

Aggreko fornisce sistemi di refrigerazione per supportare la richiesta stagionale di freddo supplementare; controllare la temperatura durante l'avvio del processo di fermentazione è fondamentale. Infatti...

Prezzo Trattativa riservata/da concordare

Sistemi completi a noleggio per la fornitura di energia elettrica e termica

Sistemi completi a noleggio per la fornitura di energia elettrica e termica

Impianto frigo - caldo - Noleggio

Nel caso l'energia elettrica venga a mancare in situazioni critiche come ad esempio la vendemmia, Aggreko può fornire supporto immediato ed efficiente per sopperire alla momentanea mancanza, tramite la fornitura di un...

Prezzo Trattativa riservata/da concordare

Sistema chiavi in mano per il trattamento di uve e mosti

Sistema chiavi in mano per il trattamento di uve e mosti

Impianto frigo - caldo - Noleggio

Disporre di un ulteriore supporto di energia può risultare utile in diverse fasi del processo di vinificazione; a seconda della tipologia di prodotto che si va ad elaborare si incorre in una serie di "punti critici"...

Prezzo Trattativa riservata/da concordare

Vino Naturale italiano Vino Naturale italiano

Una filosofia produttiva si sta consolidando tra i produttori: produrre in modo naturale lavorando nel rispetto della terra, del territorio e dei cicli della natura. Fuori dalla logica delle certificazioni i produttori di...

Vino Prosecco ColFondo Casa Belfi

Vino Prosecco ColFondo Casa Belfi

PROFILO SENSORIALE: Colore: giallo paglierino con riflessi verdognoli, perlage sottile e...

Vino Lambrusco - Camillo Donati

Vino Lambrusco - Camillo Donati

Il vitigno Lambrusco Maestri. Impiantato prevalentemente in zone di pianura ( nato dallestro di...

Vino Bianco italiano Vino Bianco italiano

La produzione di vini bianchi in Italia è davvero florida: dal Veneto alla Sardegna, dal nord al sud, le coordinate per orientarsi nel mondo del vino bianco italiano sono offerte da Vini e vino: produzioni, tipologie, regioni.

Vino Canus Pinot Grigio Doc Colli Orientali Del Friuli

Vino Canus Pinot Grigio Doc Colli Orientali Del Friuli

Caratteristiche organolettiche Vista: colore giallo paglierino con riflessi dorati. Olfatto:...

Vino Prosecco DOC Treviso Tranquillo

Vino Prosecco DOC Treviso Tranquillo

CARATTERISTICHE Ottenuto da unattenta lavorazione di uve selezionate, si presenta di colore...

Vino Rosso italiano Vino Rosso italiano

Il mondo dei vini rossi italiani è estremamente ricco e variegato. Vini e vino vi offre una pronta guida al vino rosso, facilmente consultabile per regione e tipologia.

Vino Carpanè IGT Corvina Veronese - Magnum

Vino Carpanè IGT Corvina Veronese - Magnum

Bottiglia Magnum Lt. 1,50 Varietà delle uve : 100% Corvina Vendemmia: raccolta manuale (metà...

Vino Syrah

Vino Syrah

Caratteristiche sensoriali/emozionali: Syrah si presenta di colore rosso rubino intenso, molto...

Vino da Dessert italiano Vino da Dessert italiano

La produzione di vini da dessert avviene in tutta Italia, con tipologie, tecniche di produzione e vitigni diversi che rendono unico ogni prodotto. Questa sezione del sito offre un elenco dei vini dolci più rinomati d'Italia,...

Vino Moscato D'Asti D.O.C.G.

Vino Moscato D'Asti D.O.C.G.

Vino classico da dessert con gradazione alcolica quasi mai superiore ai 5,5% gradi vol. Colore...

Vino Alto Adige Bianco Passito Aureus

Vino Alto Adige Bianco Passito Aureus

Si presenta di coloro oro antico. Al naso profuma di vaniglia, zabaione, crema inglese e leggeri...

Olio Italiano Olio Italiano

L'Italia dell'Olio ha mille facce: da nord a sud, da est a ovest, variano le colture, i metodi, le tradizioni, gli usi alimentari le condizioni pedologiche e climatiche in modo notevole. L'Olio Italiano impiega tecnologie...

Olio Prima Spremitura a freddo

Olio Prima Spremitura a freddo

Ottenuto dalla molitura a freddo di olive varietà Casaliva, Frantoio, Leccino e Grignano....

Olio extravergine di oliva "GALARDI"

Olio extravergine di oliva "GALARDI"

Tipologia: Olio Extravergine di Oliva Biologico Area di produzione: Toscana - Colline...

Grappa Italiana Grappa Italiana

La Grappa è un famoso distillato tipico italiano. Molte sono le tipologie di Grappe grazie alle vinacce utilizzate in distillazione, all'alambicco impiegato e per scelta del Distillatore. Vinievino ha fatto una attenta...

Aperbitter

Aperbitter

Nasce da una storica e originale ricetta di nostra proprietà! Aperbitter è un prodotto poco...

 Grappa Rachele

Grappa Rachele

Nome nato nel periodo del proibizionismo che racchiude fantastici racconti dei nostri nonni e...

Vino Rosato italiano Vino Rosato italiano

Il vino rosato acquista sempre maggiore interesse per la grande quantità e qualità della produzione italiana. In quest'area del sito c'è un'attenta selezione di rosati italiani, facilmente consultabili per regione e tipologie.

Vino Rosè Spumante Rosato Extra Dry

Vino Rosè Spumante Rosato Extra Dry

Questo "ros", ottenuto da uve Pinot Nero, ha un fine perlage, un profumo delicato che ricorda i...

Vino Rosato Frizzante

Vino Rosato Frizzante

Freschezza e identit la firma di questo vino rosato. Caratteristiche organolettiche Colore:...

Vino Spumante italiano Vino Spumante italiano

La tradizione spumantistica italiana non ha eguali al mondo per qualità e varietà di vini e lavorazioni. Vini e vino vi permette di conoscere al meglio la produzione di spumanti in Italia, guidandovi tra etichette, zone di...

Vino Rosé

Vino Rosé

Colore rosato tipico della macerazione delle bucce di uve di Pinot nero. Profumo ampio di frutta...

Vino Spumante dolce

Vino Spumante dolce

Uve: Moscato Colore: giallo paglierino con riflessi dorati Profumo: elegante, con sentore...

Store Vino per Te Store Vino per Te

Vini e vino ha scelto per te i migliori vini di cantine meno conosciute ma con una qualità eccellente. Dai territori italiani una selezione accurata come nelle migliori enoteche, il punto di acquisto certificato da chi di...

geowine

Guide

Vini buoni d'Italia 2012 ? Touring Club Italiano

Vini buoni d'Italia 2012 ? Touring Club Italiano

Mario Busso e Luigi Cremona curano l'unica guida dedicata ai vini da vitigni autoctoni conle migliori aziende d'Italia.
Vinibuoni...

Annunci di lavoro

Aggreko ricerca partners commerciali

Vendite Italia - Offro Lavoro

Aggreko, leader mondiale nel noleggio di gruppi frigoriferi ed energia elettrica ha sviluppato sistemi ad hoc per il controllo della fermentazione in cantina. Aggreko ricerca partners commerciali inseriti nel mercato del...

Ricerca Agenti plurimandatari

Vendite Italia - Offro Lavoro

Per ampliamento rete commerciale sul territorio nazionale Azienda leader nel panorama di internet per progetto importante su scala internazionale nel settore eno-gastronomico Ricerca Agenti plurimandatari - Candidati...

Expo 2015 Milano

Expo 2015: l'Emilia Romagna del vino presente con Enoteca Regionale

Expo 2015: l'Emilia Romagna del vino presente con Enoteca Regionale

Enoteca Regionale Emilia Romagna ha lavorato assieme ai Consorzi per assicurare una presenza dei vini dell’Emilia Romagna all’interno del Padiglione Vino dell’Expo, acquistando a nome dei vitivinicoltori di tutti i comprensori produttivi regionali un adeguato spazio espositivo. Spiega il Presidente, Pierluigi Sciolette: «Enoteca Regionale Emilia Romagna sarà presente per tutta la durata di Expo (1 Maggio – 31 Ottobre 2015) e, grazie ad una rotazione bimestrale, si avrà un potenziale espositivo di oltre 190 etichette rappresentative della produzione enologica regionale.» Nella Biblioteca del Vino, Enoteca Regionale Emilia Romagna ha acquistato uno spazio per i soli vini emiliano romagnoli dove è proiettato anche un video celebrativo delle eccellenze enogastronomiche della nostra regione realizzato per conto di Enoteca Regionale dalla giornalista Francesca Fabbri Fellini, nipote del grande Maestro Federico, che racconta: «Per conoscere davvero l'Emilia Romagna è necessario lasciare l'autostrada A14 e imboccare la Via Emilia... uno dei nostri simboli più celebri e antichi, straordinario mix di storia, natura, arte, buona cucina e vini di qualità. In 7 video-pillole ho scelto per questo viaggio sulla Via Emilia delle guide di eccellenza: 'I Magnifici 7 CHEF', come li ho soprannominati, Ambasciatori della nostra meravigliosa Regione: Claudio di Bernardo del Grand Hotel di Rimini, Valentino Marcattilii  del San Domenico di Imola (BO), Alberto Bettini  del Ristorante  Amerigo 1934 di Savigno (BO), Luca Marchini  de L'erba del Re di Modena, Alessio Malaguti della Trattoria La Rosa di Sant'Agostino (FE), Massimo Spigaroli del Relais Antica Corte Pallavicina di Polesine Parmense (PR), Isa Mazzocchi  de La Palta di Borgonovo Val Tidone (PC).»  

Incontrare la Puglia unita a EXPO MILANO 2015

Incontrare la Puglia unita a EXPO MILANO 2015

Dal 7 settembre al 4 ottobre "Puglia rurale: la Puglia sposa il mondo": Conoscere, promuovere e valorizzare la Puglia più autentica.

La Puglia del Vino a Expo Milano 2015

La Puglia del Vino a Expo Milano 2015

A "VINO - A Taste of ITALY" un viaggio tra territori, itinerari enoturistici e autoctoni Pugliesi

Prosecco

CONEGLIANO VALDOBBIADENE: la vendemmia eroica e di qualità

CONEGLIANO VALDOBBIADENE: la vendemmia eroica e di qualità

Nell’area del Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore si preannuncia una delle migliori vendemmie  degli ultimi anni, prevista entro la prima decade di settembre. È  al via, dunque, una delle fasi più affascinanti della produzione di questo spumante Docg venduto in oltre 80 Paesi, con un valore al consumo di 515 milioni di euro. Il periodo della raccolta, infatti, è uno dei momenti in cui le colline del Prosecco Superiore mostrano tutta la loro unicità. In questo territorio, che richiede annualmente 600 – 800 ore di lavoro manuale per ogni ettaro, la vendemmia è eroica: basta guardare i panorami del Cartizze per rendersene conto o osservare il lavoro di chi si mette all’opera tra i filari, tra cassette da trasportare a mano e invenzioni originali messe in atto dalle diverse cantine, come l’utilizzo di monorotaie che percorrono le scoscese distese tra Conegliano e Valdobbiadene. Il tutto in una denominazione dalla storia secolare, come testimoniano viti centenarie, che è sempre più attenta all’ambiente applicando la lotta integrata e ricerche innovative, tutte indirizzate a una maggiore sostenibilità della coltivazione della vite e alla conservazione della biodiversità di flora e fauna presente nei vigneti. Le attese per la qualità della nuova annata quest’anno regaleranno ancora più entusiasmo. Ad oggi, secondo le aspettative, quella 2015 sarà una delle migliori vendemmie degli ultimi anni. L’ondata di caldo che ha interessato la zona da metà luglio, ha provocato qualche apprensione, ma allo stesso tempo ha concentrato l’attività della vite sulla maturazione dei grappoli.  Le ultime piogge, inoltre, hanno riportato l’annata nelle condizioni ideali per una vendemmia di alto livello. Accanto ai viticoltori di collina sta giocando un ruolo fondamentale l’assistenza tecnica del Consorzio di Tutela impegnata a svolgere le curve di maturazione utilizzando 20 vigneti pilota che consentono di avere una precisa fotografia sull’andamento, al fine di individuare l’epoca ottimale della vendemmia di ogni singola collina. L’analisi della maturazione, attualmente ancora in corso, consente ai viticoltori di monitorare costantemente acidità e concentrazione zuccherina. I prossimi giorni saranno determinanti per stabilire l’inizio della raccolta che, in seguito ai prelievi delle uve e ai sopralluoghi in vigneto svolti dai tecnici del Consorzio di Tutela, dovrebbe cominciare verso la prima decade di settembre. Momento decisivo per fare il punto saranno le riunioni di pre-vendemmia in programma il 2 e 3 settembre 2015. In questa occasione si daranno ai viticoltori ulteriori suggerimenti da adottare nelle settimane che precedono la raccolta. Sfogliature, cimature e tutti gli interventi utili ad arieggiare i grappoli sono un prezioso contributo per la qualità dell’uva che si raccoglierà nelle prossime settimane. Il 2 settembre l’appuntamento è alla scuola primaria di Rua di Feletto, alle ore 20.30. Il 3 settembre l’incontro si terrà a Villa dei Cedri, a Valdobbiadene, sempre alle 20.30. Fonte: Gheusis

Prosecco doc: in Cina è materia di studio

Prosecco doc: in Cina è materia di studio

Prosecco Doc è ufficialmente sui banchi della Shanghai Trade School

Concorso Enologico Fascetta d'Oro: i migliori prosecchi  2015

Concorso Enologico Fascetta d'Oro: i migliori prosecchi 2015

I vini del territorio selezionati alla primavera del prosecco

Denominazioni

Acetaie Aperte 2015: l'aceto balsamico di Modena protagonista il 27 settembre

Acetaie Aperte 2015: l'aceto balsamico di Modena protagonista il 27 settembre

 Un week end in cui l'oro nero di Modena sarà il protagonista assoluto: domenica 27 settembre, in tutta la provincia di Modena torna infatti Acetaie Aperte, l'evento organizzato dal Consorzio di Tutela Aceto Balsamico di Modena e dal Consorzio Aceto Balsamico Tradizionale di Modena DOP per far conoscere al pubblico come nasce questo prezioso alimento dalla storia secolare. La giornata di Acetaie Aperte di domenica 27 settembre prevede un programma comune a tutte le acetaie partecipanti fatto di degustazioni e visite guidate ai locali di produzione, ma sarà comunque una occasione in cui ogni produttore potrà mettere in campo iniziative personalizzate con l'obiettivo comunque condiviso di trasmettere il valore di questo alimento - culturale e spirituale prima ancora che economico - ed accrescerne ulteriormente la notorietà tra i consumatori. Con l'edizione 2015, Acetaie Aperte si inserisce a pieno titolo tra gli itinerari turistici creati ad hoc per i visitatori di Expo, i quali avranno la possibilità in questo modo di conoscere da vicino come nascono questi prodotti di eccellenza del nostro agroalimentare esportati in oltre 120 paesi. Sabato 19 settembre, in concomitanza con il  week end dedicato al Festival della Filosofia, è prevista nel pomeriggio una preview con un aperitivo "balsamico" alla Palazzina Vigarani a Modena, durante la quale saranno anche distribuite le mappe con i riferimenti di tutte le acetaie aderenti alla giornata di domenica 27.   Per informazioni tel. 059-208621; www.acetaieaperte.com; www.consorziobalsamico.it   Ufficio stampa Consorzio di Tutela Aceto Balsamico di Modena IGP

Vino e cibo

Ad ogni vino il suo pecorino per l'armonia perfetta fra Orcia Doc e cacio di Pienza

Ad ogni vino il suo pecorino per l'armonia perfetta fra Orcia Doc e cacio di Pienza

Alla "Fiera del Cacio" si gioca con gli abbinamenti ... i vini Orcia si potranno degustare con le eccellenze dei pecorini presentati dagli assaggiatori Onaf che valuteranno le migliori proposte dei visitatori

In collaborazione con la Soprintendenza Belle Arti e Paesaggio per le province di Siena, Grosseto e Arezzo e nell’ambito delle iniziative per EXPO 2015, venerdì 4 settembre si rinnova l’appuntamento per gli amanti del formaggio pecorino e dei vini nella città capolavoro di Pienza, creata alla metà del Quattrocento dal Papa umanista Pio II. Un pomeriggio di degustazione (dalle 15:00 alle 18:30) che vedrà protagonisti i grandi vini Orcia doc e il famoso cacio all’interno dello splendido Chiostro di San Francesco. La degustazione si svolge nel quadro della Fiera del Cacio evento che, ogni anno, accende i riflettori sul formaggio di cui Pienza è uno storico mercato, con un ricco programma di concorsi, concerti, convegni. Novità assoluta di quest’anno sarà il gioco della perfetta armonia con i vini Orcia. Grazie ad una scheda fornita all’ingresso, i partecipanti alla degustazione potranno proporre il giusto abbinamento fra vino e pecorino, ma solo i migliori abbinamenti, valutati dagli assaggiatori Onaf, riceveranno una simpatica sorpresa offerta dal Consorzio vino Orcia. << Si tratta di un’esperienza unica e allo stesso tempo divertente per assaggiare e conoscere i vini della nostra giovane denominazione. I produttori di Orcia, artigiani del vino più bello del mondo, serviranno direttamente i vini, mentre gli assaggiatori Onaf proporranno in degustazione pecorini di diverse stagionature e daranno consigli di abbinamento ai visitatori >> spiega Donatella Cinelli Colombini, presidente del Consorzio Orcia. La cantine presenti saranno: Bagnaia, Capitoni Marco, Cretaiole, Donatella Cinelli Colombini, La Canonica, Olivi-Le Buche, Podere Albiano, Poggio Grande, Poggio al Vento, SassodiSole, Trequanda e Vegliena. <<Anche quest’anno in occasione della “Fiera del Cacio” il Comune di Pienza ha deciso di collaborare con il Consorzio vino Orcia data l’esperienza positiva e di successo della precedente edizione>> commenta il Sindaco di Pienza Fabrizio Fè. <<Una collaborazione che prevede anche il coinvolgimento dei ristoranti di Pienza>> ha aggiunto Gianpietro Colombini, Assessore al Turismo, spiegando che, dal 31 agosto al 6 settembre, i ristoratori proporranno “Il Piatto della perfetta armonia”, ossia quattro tipi di pecorino con un calice di vino Orcia doc. Ma scopriamo insieme ai maestri assaggiatori Onaf, quali sono i segreti della perfetta armonia fra formaggio e vino in vista della degustazione di venerdì 4 settembre: la succulenza e l’untuosità del formaggio vanno bilanciate con il tannino e l’alcolicità dei vini. La sapidità e l’acidità di ciò che troviamo nel bicchiere si contrappone al grasso sempre presente nel formaggio e soprattutto nei pecorini. Per raggiungere l’equilibrio nell’abbinamento vanno considerate anche sapidità, aromaticità, speziatura e piccantezza dei formaggi mettendole a confronto con i profumi e la morbidezza del vino. Ecco quindi che l’abbinamento vino - formaggio diventa un gioco divertente e coinvolgente per fare in modo che il sapore del vino esalti il gusto del pecorino. EVENTI DEL GIORNO 4 SETTEMBRE  La giornata, che si svolge nell’ambito del progetto della Presidenza del Consiglio dei Ministri  “Expo e territori” ed è supportata dal sostegno del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo - Soprintendenza Belle Arti e Paesaggio per le province di Siena Grosseto e Arezzo, vedrà una serie di eventi legati alla tradizione culturale ed enogastronomica di Pienza e del suo territorio; oltre alla già indicata degustazione ed individuazione del piatto della “perfetta armonia” si terranno sempre nella stessa giornata la presentazione del libro del prof. Fabio Pellegrini “ IL PLATINA – L’umanista gastronomo di Pio II° “ e la sera in Piazza Pio II° il concerto dei Leggera Electric Folk Band che ha rivisitato in chiave moderna le canzoni popolari e tradizionali del territorio. IL VINO ORCIA DOC E IL SUO CONSORZIO  La denominazione Orcia è nata il 14 febbraio 2000 e comprende le varietà  Orcia  ottenuto da uve rosse con almeno il 60% di Sangiovese e Orcia “Sangiovese” con almeno il 90% di questo vitigno, entrambe anche nella tipologia “Riserva”. La denominazione Orcia comprende le tipologie Bianco, Rosato e  Vin Santo. I vini nascono in una quarantina di cantine e manifestano l’impegno e la passione dei produttori che nella stragrande maggioranza fanno tutto direttamente: dalla vigna alla vendita delle bottiglie. In un’epoca di globalizzazione, il vino Orcia è  ancora un prodotto familiare, fatto da chi vive in mezzo alle vigne, nel rispetto della natura e con ottime competenze di enologia e viticultura. Il vino Orcia è prodotto in uno dei comprensori agricoli più belli del mondo e in parte iscritto nel patrimonio dell’Umanità Unesco.  13 comuni: Buonconvento, Castiglione d’Orcia, Pienza, Radicofani, San Giovanni d’Asso, San Quirico d’Orcia, Trequanda e parte di Abbadia San Salvatore, Chianciano Terme, Montalcino, San Casciano dei Bagni, Sarteano e Torrita di Siena. LA CITTA’ DI PIENZA La città capolavoro, voluta dal Papa Mecenate Pio II  nel  suo borgo natio di Corsignano.  La città ideale del Rinascimento, quella in cui meglio si esprime l’utopia della “civitas” come sistema di vita e di governo. É  la prima costruita  secondo un “piano urbanistico”  in soli 3 anni (1459-62) dall’architetto Bernardo Rosellino con bellissimi e imponenti edifici: il Duomo, il restauro del preesistente Palazzo Pubblico, quello Borgia e il Palazzo Piccolomini con il giardino pensile e il loggiato in cui Zeffirelli ambientò la casa dei Capuleti nel suo film “Romeo e Giulietta”. Pienza è iscritta nel patrimonio dell’Umanità Unesco dal 1996, riconoscimento che, dal 2004, si estende anche a tutta la Val d’Orcia considerata l’espressione più alta del rapporto uomo-natura. Nel 2014 Pienza celebra il centenario dalla nascita del poeta Mario Luzi, cittadino onorario che fece della città di Pio II la sua residenza di elezione. Da secoli Pienza è un mercato del formaggio di pecora che, la prima settimana di settembre aveva messo in vendita alla fiera di San Matteo, divenuta nel 1974 “Fiera del cacio” che recentemente si è arricchita del gioco del “cacio al fuso” e di un concorso ONAF per i migliori pecorini (di caseifici e aziende agricole) della Toscana del Sud.   ONAF Organizzazione Nazionale Assaggiatori Formaggio è nata a Cuneo nel 1989 ed ha sede a Grinzane Cavour. É la prima organizzazione, in Italia, a promuovere l’analisi sensoriale come strumento per valutare e innalzare la qualità della produzione casearia. Conta 1.500 soci fra cui 300 Maestri assaggiatori. Organizza corsi, partecipa a giurie, conferenze, eventi e a tutto ciò che promuove la cultura del formaggio di qualità. L’Assaggiatore ONAF è un tecnico, conoscitore, appassionato e rigorosamente testimonia la passione che si può trovare nelle produzioni casearie. In questi ultimi anni si cerca di attirare l’attenzione sulla cultura alimentare, proprio per questo il formaggio è un alimento che non può essere trascurato; l’ONAF permette a chiunque l’accesso a questo “mondo sconosciuto” attraverso corsi specifici di formazione ed informazione. I corsi sono un viaggio tra testa, cuore e capacità sensoriali, una “palestra” per allenare tutti i nostri cinque sensi a recepire e scoprire sempre nuove sensazioni ed emozioni. Per ulteriori informazioni: Consorzio Vino Orcia

Vino e cultura

 ANDREA BOCELLI FOUNDATION: ALL'ASTA LE BOLLICINE DI CUVAGE

ANDREA BOCELLI FOUNDATION: ALL'ASTA LE BOLLICINE DI CUVAGE

Battute a 45.000 euro tre Jeroboam da 3 litri della cantina di Acqui Terme durante "Dinner for Haiti", gli esclusivi appuntamenti ideati da Andrea Bocelli a conclusione degli spettacoli del Teatro del Silenzio

Gli spumanti metodo classico di Cuvage hanno un cuore che batte per Haiti. Durante gli esclusivi appuntamenti organizzati da Andrea Bocelli nella sua casa sono infatti stati battuti a 15.000 euro ciascuno tre jeroboam del Brut Rosè di Cuvage, azienda di Acqui Terme che ha scelto di sposare questa importante causa. Il ricavato, offerto dagli ospiti invitati dal tenore alla sue “Dinner for Haiti”, sarà destinato a questo angolo del pianeta. Un progetto fortemente voluto dalla Andrea Bocelli Foundation (www.andreabocellifoundation.org), la fondazione creata dallo stesso Bocelli per aiutare le persone in difficoltà a causa di malattie, condizioni di povertà e emarginazione sociale promuovendo e sostenendo progetti nazionali e internazionali che favoriscano il superamento di tali barriere e la piena espressione del proprio potenziale. Cuvage, impegnata in altri progetti di solidarietà, ha scelto di essere al fianco del noto cantante in un’iniziativa benefica che ha a cuore il benessere di chi soffre e soprattutto i bimbi in difficoltà. La cantina Cuvage, sotto il cui marchio si produce esclusivamente metodo classico, ha legato il suo nome a quello dell’arte: <<Il legame di Cuvage con l’arte non è fine a se stesso – spiega il direttore marketing Enrico Gobino -. Si tratta di un’unione che si basa sull’impegno sociale della nostra azienda che ha deciso di sostenere progetti di solidarietà, di sostegno ai più deboli e di ricerca contro le malattie>>. L’asta tenutasi in casa Bocelli è partita da una base di 500 euro per una bottiglia e si è moltiplicata grazie a una solidarietà che non ha conosciuto confini. Ciascun Jeroboam Cuvage è stato autografato dai grandi nomi che hanno animato questa edizione di Teatro del Silenzio, l’atteso evento musicale ideato dal celebre tenore. Un appuntamento al quale Cuvage ha preso parte con i suoi vini in più occasioni, dall’asta all’accompagnamento nei calici della “Dinner for Haiti” ma non solo. Nell’Area Hospitality ‒ il “salotto” gourmet firmato per il secondo anno consecutivo Salotti del Gusto®, immerso nelle colline di Lajatico ‒ non sono infatti mancate le occasioni per degustare i vini di questa realtà che si sta affermando come punto di riferimento per l’arte del produrre spumante. Anche nei momenti più esclusivi, riservati agli ospiti selezionati, gli spumanti di Cuvage sono stati abbinati alle creazioni di chef rinomati, mentre sommelier esperti ne hanno raccontato la storia.

Douja d'Or 2015: tutti i vini italiani premiati con l'Oscar

Douja d'Or 2015: tutti i vini italiani premiati con l'Oscar

45 gli Oscar Douja d'or 2015 sui 550 vini italiani premiati al concorso nazionale Douja d'Or 2015.

Vino del Tribuno 2015: i migliori vini romagnoli

Vino del Tribuno 2015: i migliori vini romagnoli

Tutti i vini e le cantine premiate al concorso dedicato dei migliori vini dell'Emilia Romagna. Sempre maggiore il livello qualitativo dei vini romagnoli presentati al concorso Vino del Tribuno .

Turismo del Vino

CALICI DI STELLE 2015:  l'Italia del vino brinda guardando le stelle

CALICI DI STELLE 2015: l'Italia del vino brinda guardando le stelle

Anche quest'anno Calici di Stelle, la grande festa organizzata dal Movimento Turismo Vino in collaborazione con Città del Vino che fino al 10 agosto chiama a raccolta i wine lover di tutta Italia per vivere il fascino delle notti d'estate tra brindisi, melodie, spettacoli e costellazioni.

Come sempre a Calici di Stelle i più grandi vini italiani saranno protagonisti di un grande brindisi collettivo.  Sono ben 130 le Città del Vino che - ad oggi - ospitano Calici di Stelle in tutta Italia, con una variegata offerta di degustazioni, spettacoli, concerti e incontri che animeranno le piazze e gli angoli più belli dei borghi e dei centri storici. Molte  anche le location d'eccezzione che si animeranno per Calici di Stelle 2015: dal Padiglione VINO – A Taste of Italy a Expo alla Darsena di Milano, da Vinitaly and the City Expo Edition di Verona fino alle cantine, piazze e centri storici sparsi da Nord a Sud. Brindisi guardando le stelle, Tasting sul mare o nei rifugi di Cortina d’Ampezzo, spettacoli, mostre, aperture serali straordinarie di palazzi storici e musei, eco-jeep tour nei vigneti, cinema a cielo aperto, musei aperti, visite guidate, trekking tra le vigne, ma anche shopping e mercati dedicati alle produzioni tipiche. Il Fil rouge di tutte le iniziative by MTV e Città del Vino, le tre colonne sonore di #suonodabere, ideate dal music designer Paolo Scarpellini  “Le canzoni italiane più famose nel mondo”, “Il vino nelle canzoni” e “Il vino nell’Opera”: questi i titoli scelti per celebrare, in occasione dell’Esposizione Universale, le melodie e il vino made in Italy nel mondo, spaziando dalla musica leggera italiana a quelle d’autore, fino all’opera tricolore, senza dimenticare l’Inno di Mameli.        

Vitigni autoctoni

Autochtona, a Milano un assaggio della 12 edizione

Autochtona, a Milano un assaggio della 12 edizione

 Un viaggio nell’Italia del vino autoctono insieme ai custodi più preziosi di questo patrimonio, i piccoli produttori, veri e propri ambasciatori delle unicità del nostro territorio. Questa l’essenza di Autochtona, il consueto appuntamento autunnale di Fiera Bolzano in programma il 19 e 20 ottobre in contemporanea ad Hotel, Fiera internazionale specializzata per hotellerie e gastronomia. Vitigno autoctono di riferimento nella tradizione altoatesina, la Schiava è stata protagonista della serata di anteprima della dodicesima edizione della kermesse, che si è svolta martedì 21 luglio presso la Dream Factory di Milano insieme ad una penna di riferimento della cultura enogastronomica dell’Alto Adige e non solo, il giornalista Angelo Carrillo. Le etichette di Schiava degustate nel corso dell’appuntamento - fornite dal Consorzio Vini Alto Adige e che hanno accompagnato il menù a base di specialità altoatesine preparato dalla Scuola Kaiserhof di Merano - hanno fatto da cornice ideale per raccontare lo spirito della prossima edizione di Autochtona. “La Schiava è il vino che rappresenta più autenticamente la tradizione, la storia e la cultura del Tirolo meridionale - ha spiegato Carrillo – poiché ha un rapporto strettissimo con i riti quotidiani della vita degli altoatesini. È il vino di tutti i giorni e la sua salvaguardia e valorizzazione rappresenta sicuramente uno degli obiettivi della vitivinicoltura altoatesina dei prossimi anni”. La due giorni bolzanina, organizzata in collaborazione con AIS (Associazione Italiana Sommelier), è oggi diventata un punto di riferimento unico nel suo genere per conoscere da vicino tante piccole realtà e i loro interpreti. Un grande lavoro di valorizzazione e salvaguardia, raccontato attraverso i vini e le testimonianze di oltre 100 realtà d’eccellenza, spesso piccoli artigiani che custodiscono vitigni rari o dimenticati. “Il patrimonio autoctono è fondamentale - ha sottolineato Carrillo durante l’appuntamento milanese - e rappresenta quel differenziale che ci distingue rispetto agli altri Paesi, sottolineandone la sua unicità. A ricoprire un ruolo chiave nella salvaguardia di questo patrimonio sono i piccoli produttori, che rappresentano gli ambasciatori e i veri custodi di questo territorio”. Il 19 e il 20 ottobre, l’appuntamento per aziende, consorzi e operatori professionali è a Fiera Bolzano con Autochtona 2015, l’occasione ideale per conoscere, promuovere e valorizzare le produzioni autoctone italiane.   Etichette degustate nel corso della serata, fornite dal Consorzio Vini Alto Adige: -Alto Adige Meranese Schickenburg Graf von Meran 2014, Cantina Merano -Alto Adige Lago di Caldaro classico superiore Pfarrhof 2014, Kellerei Kaltern Caldaro -Alto Adige Santa Maddalena classico Rondell 2014, Glögglhof Franz Gojer -Alto Adige Schiava Gschleier 2013, Cantina Girlan  

Vini Buoni d'Italia 2016: tutti i migliori vini da golden star

Vini Buoni d'Italia 2016: tutti i migliori vini da golden star

Comincia la danza dei premi delle guide del vino 2016. La prima bibbia dell'enolgoia italian a rendere noti i migliori vini italiani per l'edizione 2016 è Vini Buoni d'Italia edita dal Touring curata da Mario Busso e Luigi Cremona.

Selezione del Sindaco 2015: i migliori vini

Selezione del Sindaco 2015: i migliori vini

Selezione del Sindaco 27 le Gran medaglie d'oro, 143 le medaglie d'oro.

Soave

AIS VENETO PRESENTA GLI AMBASCIATORI DEL SOAVE

AIS VENETO PRESENTA GLI AMBASCIATORI DEL SOAVE

A Soave Versus si svolgerà il primo Master dedicato al Soave curato da AIS Veneto.

È il Soave Master, concorso a tema in cui i giovani sommelier potranno cimentarsi e diventare ambasciatori della denominazione in giro per l'Italia. Sarà questo il primo master a tema di AIS Veneto la cui edizione 2015 si svolgerà in occasione di Soave Versus, manifestazione organizzata dal Consorzio di Tutela. Una cornice perfetta, tutta dedicata al vino bianco simbolo del territorio veronese, cui farà da sfondo lo storico Palazzo della Gran Guardia di Verona. Per tre giorni il pubblico e gli addetti ai lavori potranno degustare, scoprire e conoscere oltre 200 interpretazioni di questo “vulcanic wine”. Sarà in questo esclusivo contesto che il Master coronerà il primo Ambasciatore del Soave. I 30 contendenti parteciperanno, nella giornata di domenica 6 settembre, ad una full immersion formativa; nella mattina di lunedì 7 settembre dovranno confrontarsi con le prove scritte mentre, nel pomeriggio, si svolgerà l’emozionante finale aperta al pubblico. “Ognuno dei partecipanti – racconta Marco Aldegheri, presidente AIS Veneto - dovrà dimostrare alla commissione esaminatrice la propria preparazione  su questo autoctono che nasce in terra vulcanica, analizzandone l’importanza in termini produttivi, di qualità e di storicità. Per valutarli li sottoporremo ad una serie  di prove molto impegnative: degustazione e accoglienza, servizio e abbinamento, analisi di una carta dei vini ed una prova di comunicazione. Fondamentale, per conquistare il titolo di Soave Master, sarà infatti la capacità di raccontare tutta la tipicità di questo vino e del suo territorio”. Il concorso si svolgerà con la regia della Scuola Nazionale Concorsi AIS, come spiega il responsabile concorsi, Cristiano Cini:“Questo primo Master in Veneto è certamente un’occasione importante, sia per i partecipanti sia per dare visibilità ad un territorio con caratteristiche uniche. Il Concorso è infatti il momento in cui, attraverso i sommelier che giungeranno da tutta Italia, verrà raccontato non solo il Soave ma tutto il Veneto enologico, valorizzandone la tipicità, la qualità e la cultura. L'augurio è che questo appuntamento possa diventare un incontro di primaria importanza tra i tanti Master AIS già attivi in Italia, senza dimenticare che spesso i Master hanno premiato i sommelier che hanno poi conquistato il titolo nazionale”. Lunedì 7 settembre verrà così proclamato ufficialmente il Soave Master 2015 che, per un intero anno, avrà il privilegio di rappresentare questo grande vino.