Segui Vinievino su:

Cantine

Società Agricola La Callaltella S.s.

Società Agricola La Callaltella S.s.

via Callaltella, 13 31048
San Biagio di Callalta (Treviso)

AziendaLa nostra azienda nasce nel 1951, come azienda agricola Fratelli Bonetto, e sorge nel cuore della campagna trevigiana.Il nome La...

Enoteche

Vinifera

Vinifera

Via Savonarola 159 35137
Padova (Padova)

Vinifera è una bottiglieria sita nel centro storico di Padova, in via Savonarola 159. Tratta la vendita di vini di pregio o ricercati e si...

Agronomi

Giuseppe Zatti

Giuseppe Zatti

Via Geloni 26/A 27045
Casteggio (Pavia)

Classe 1961, Maturità Scientifica, laurea in Scienze Agrarienel 1986 con specializzazione in viticoltura ed enologia,esame di Stato nel...

Enologi

Massimo Urriani

Massimo Urriani

Via G. Vannicola, 16 63036
Spinetoli (Ascoli Piceno)

Nato nel 1970 si è diplomato Perito Agrario con specializzazione in viticoltura ed enologia all'Istituto Celso Ulpiani di Ascoli Piceno...

Sommelier

Mauro Carosso

Mauro Carosso

via Carlo Ignazio Giulio, 29 10122
Torino (Torino)

Sommelier professionista presso "Sede AIS Torino" (via Carlo Ignazio Giulio, 29 - 10122 Torino)

Consorzi

Consorzio Cembrani Doc

Consorzio Cembrani Doc

Viale IV Novembre, 52 38034
Cembra (Trento)

“Il Consorzio Cembrani D.O.C. pone le proprie basi sul principio dell'unire le forze per uno sviluppo territoriale, culturale e commerciale della...

scegli il tuo vino

Mannostab® l'originale

Mannostab® l'originale

Prodotti enologici - Vendo

Mannoproteina specifica da pareti di lievito, per la stabilizzazione dei sali di bitartrato di potassio nel vino.

Partendo dall'osservazione empirica che i vini bianchi, conservati sulle fecce totali per diversi mesi,...

Prezzo Trattativa riservata/da concordare

Il fenomeno Vegecoll®

Il fenomeno Vegecoll®

Prodotti enologici - Vendo

Nuove frontiere nel collaggio dei mosti e dei vini. Il nuovo chiarificante di origine vegetale

La corretta chiarifica dei mosti e lo scrupoloso collaggio dei vini restano passaggi essenziali nella produzione di vini...

Prezzo Trattativa riservata/da concordare

CELSTAB®, l'efficacia

CELSTAB®, l'efficacia

Prodotti enologici - Vendo

Laffort, forte della sua esperienza e della sua più che decennale attività di ricerca sulle metodiche colloidali applicate alla stabilizzazione tartarica dei vini,  ha selezionato e messo a punto una CMC purificata...

Prezzo Trattativa riservata/da concordare

Vino Rosso italiano Vino Rosso italiano

Il mondo dei vini rossi italiani è estremamente ricco e variegato. Vini e vino vi offre una pronta guida al vino rosso, facilmente consultabile per regione e tipologia.

Cerì

Cerì

Indicazione Geografica Tipica Cento litri è la capacità delle piccole botti di rovere bruciato...

Merlot Marche

Merlot Marche

Indicazione Geografica Tipica È il Merlot di Clementina, non del mondo. Nasce, Cresce, Vive in...

Vino Spumante italiano Vino Spumante italiano

La tradizione spumantistica italiana non ha eguali al mondo per qualità e varietà di vini e lavorazioni. Vini e vino vi permette di conoscere al meglio la produzione di spumanti in Italia, guidandovi tra etichette, zone di...

Passerina Brut

Passerina Brut

Metodo Charmat È vanto ed orgoglio della nostra realtà perché pochissimi osano tanto,...

Vino Prosecco Docg Spumante Dry

Vino Prosecco Docg Spumante Dry

Ottenuto con uve Glera (100%). Dedicato a Vincenzo Toffoli, fondatore dell?omonima azienda....

Corsi di formazione Meraki Corsi di formazione Meraki

Corsi per le persone che dialogano direttamente o al telefono con clienti fornitori per fiere ed eventi sian in italiano che in inglese

Corsi di formzione Meraki

Corsi di formzione Meraki

AUMENTA LA TUA CAPACITA’COMUNICATIVA E FISICASISTEMAMERAKI Il sistema Meraki è un insieme di...

Riscaldatori Riscaldatori

Riscaldatori per il vino a immersione completa

Riscaldatori per il vino a immersione completa

I riscaldatori per vino a immersione completa dell’Elmiti sono composti da un tubo D. 10 mm in...

App video assistenza clienti App video assistenza clienti

Video assistenza clienti collegato alla gestione interventi del Contagile crm

App video assistenza clienti

App video assistenza clienti

APP VIDEO ASSISTENZA AL CLIENTE Oggi l’assistenza tecnica offerta mediante app, piattaforme e...

Vino da Dessert italiano Vino da Dessert italiano

La produzione di vini da dessert avviene in tutta Italia, con tipologie, tecniche di produzione e vitigni diversi che rendono unico ogni prodotto. Questa sezione del sito offre un elenco dei vini dolci più rinomati d'Italia,...

Vino Moscato D'Asti D.O.C.G.

Vino Moscato D'Asti D.O.C.G.

Vino classico da dessert con gradazione alcolica quasi mai superiore ai 5,5% gradi vol. Colore...

Vino Alto Adige Bianco Passito Aureus

Vino Alto Adige Bianco Passito Aureus

Si presenta di coloro oro antico. Al naso profuma di vaniglia, zabaione, crema inglese e leggeri...

Noleggio gruppi elettrogeni gruppi frigoriferi Noleggio gruppi elettrogeni gruppi frigoriferi

Pronto intervento vendemmia!

Pronto intervento vendemmia!

Incrementa l'efficienza nel processo di elaborazione del vino con Aggreko

Incrementa l'efficienza nel processo di elaborazione del vino con Aggreko

Incrementa l'efficienza nel processo di elaborazione del vino con Aggreko

Incrementa l'efficienza nel processo di elaborazione del vino con il noleggio di sistemi per il...

Cavatappi Cavatappi

Cavatappi Doppia Leva con Swaroski

Cavatappi Doppia Leva con Swaroski

Il cavatappi Pulltap's a doppia leva ha rivoluzionato il modo di stappare il vino. Permette di...

Cavatappi Doppia Leva con Swaroski

Cavatappi Doppia Leva con Swaroski

Il cavatappi Pulltap's a doppia leva ha rivoluzionato il modo di stappare il vino. Permette di...

Web marketing e campagne dem (newsletter) e sms Web marketing e campagne dem (newsletter) e sms

Visibilità e marketing cantine italia ed estero

Visibilità e marketing cantine italia ed estero

Visibilità internazionale geolocalizzata, Prenotazione visita in cantina, E commerce B2B e...

Prodotti della filiera Prodotti della filiera

Pronto intervento vendemmia!

Pronto intervento vendemmia!

Incrementa l'efficienza nel processo di elaborazione del vino con Aggreko

Corsi di formzione Meraki

Corsi di formzione Meraki

AUMENTA LA TUA CAPACITA’COMUNICATIVA E FISICASISTEMAMERAKI Il sistema Meraki è un insieme di...

Grappa Italiana Grappa Italiana

La Grappa è un famoso distillato tipico italiano. Molte sono le tipologie di Grappe grazie alle vinacce utilizzate in distillazione, all'alambicco impiegato e per scelta del Distillatore. Vinievino ha fatto una attenta...

Grappa di Prosecco Conegliano Valdobbiadene DOCG

Grappa di Prosecco Conegliano Valdobbiadene DOCG

È una grappa particolarmente amabile, ottenuta dalle migliori vinacce fresche di Prosecco. La...

Henry Morgan's Dry Gin

Henry Morgan's Dry Gin

Prodotto esclusivamente dalla miscelazione di puro distillato da grano, (ottenuto con sistema di...

Olio Italiano Olio Italiano

L'Italia dell'Olio ha mille facce: da nord a sud, da est a ovest, variano le colture, i metodi, le tradizioni, gli usi alimentari le condizioni pedologiche e climatiche in modo notevole. L'Olio Italiano impiega tecnologie...

scatole cartone per bottiglie vino

scatole cartone per bottiglie vino

Stampa diretta su cartone Personalizzazione di ogni tipo di scatola Qualsiasi tiratura Stampa...

Vino Rosato italiano Vino Rosato italiano

Il vino rosato acquista sempre maggiore interesse per la grande quantità e qualità della produzione italiana. In quest'area del sito c'è un'attenta selezione di rosati italiani, facilmente consultabili per regione e tipologie.

Vino Schiava Gentile

Vino Schiava Gentile

La Schiava una varietà ancora molto coltivata in Valle di Cembra in Trentino e ne caratterizza...

Vino Lara Elisabetta - Pinot Nero Metodo Classico Brut Rosè

Vino Lara Elisabetta - Pinot Nero Metodo Classico Brut Rosè

Colore: rosa salmone di media intensità. Perlage fine e molto persistente Olfatto: al naso si...

Vino Bianco italiano Vino Bianco italiano

La produzione di vini bianchi in Italia è davvero florida: dal Veneto alla Sardegna, dal nord al sud, le coordinate per orientarsi nel mondo del vino bianco italiano sono offerte da Vini e vino: produzioni, tipologie, regioni.

Offida Passerina

Offida Passerina

Denominazione di Origine Controllata e Garantita Fragrante e paglierina, felice di essere...

Offida Pecorino

Offida Pecorino

Denominazione di Origine Controllata e Garantita Unico, antico, nobile, raro, di stile. Fatto...

Vino Naturale italiano Vino Naturale italiano

Una filosofia produttiva si sta consolidando tra i produttori: produrre in modo naturale lavorando nel rispetto della terra, del territorio e dei cicli della natura. Fuori dalla logica delle certificazioni i produttori di...

Vino Magma di Frank Cornelissen

Vino Magma di Frank Cornelissen

Selezione meticolosa di nerello mascalese dalle viti pi vecchie, oltre i mille metri...

Vino Veneto IGT Bianco dei Muni

Vino Veneto IGT Bianco dei Muni

Colore giallo paglierino con evidenti note dorate esaltate da una sottile velatura legata alla...

Store Vino per Te Store Vino per Te

Vini e vino ha scelto per te i migliori vini di cantine meno conosciute ma con una qualità eccellente. Dai territori italiani una selezione accurata come nelle migliori enoteche, il punto di acquisto certificato da chi di...

Aggreko

Guide

I vini d'Italia 2012 ? Le guide dell'Espresso

I vini d'Italia 2012 ? Le guide dell'Espresso


Edizione numero undici: oltre 10.000 vini recensiti, oltre 2.500 degustazioni, sezione introduttiva sulla degustazione e cartografia di...

Annunci di Lavoro

Addetti Telemarketing

Marketing - Offro Lavoro

Azienda di comprovata esperienza e professionalità Cerca con urgenza 6 telemarketer da inserire nel proprio organico. Si offrono retribuzione fissa, incentivi elevati legati ai risultati. Sede di Lavoro: Conegliano Si...

Ricerca Agenti plurimandatari

Vendite Italia - Offro Lavoro

Per ampliamento rete commerciale sul territorio nazionale Azienda leader nel panorama di internet per progetto importante su scala internazionale nel settore eno-gastronomico Ricerca Agenti plurimandatari - Candidati...

Vino e Distillati

LA NOTTE DEGLI ALAMBICCHI ACCESI QUANDO LA GRAPPA FA SPETTACOLO

LA NOTTE DEGLI ALAMBICCHI ACCESI QUANDO LA GRAPPA FA SPETTACOLO

Si avvicina la decima edizione dell'evento simbolo per la grappa artigianale trentina. L'appuntamento, come da tradizione, è dall'8 al 10 dicembre nel piccolo borgo di Santa Massenza di Vallelaghi, che vanta la più alta concentrazione in tutta Italia di distillerie a carattere artigianale e conduzione familiare. Ad arricchire la tre giorni, il caratteristico mercatino Vite di Luce.

Questa la cornice altamente suggestiva de La notte degli alambicchi accesi - evento a cura dell'associazione culturale "Santa Massenza piccola Nizza de Trent" e APT Trento, Monte Bondone, Valle dei Laghi, con il supporto della Strada del Vino e dei Sapori del Trentino nell'ambito del coordinamento delle manifestazioni enologiche provinciali - in programma da venerdì 8 a domenica 10 dicembre a Santa Massenza di Vallelaghi, culla della grappa artigianale trentina a pochi chilometri a ovest di Trento, all'inizio della splendida e caratteristica Valle dei Laghi. Un appuntamento giunto alla decima edizione ed entrato ormai a far parte della tradizione che, per la sua particolarità e il suo irresistibile fascino, attira ogni anno numerosi visitatori provenienti da tutta Italia, stravolgendo allegramente la quotidianità di un paese abitato abitualmente da poco più di un centinaio di persone. Evento clou è lo spettacolo itinerante interpretato dagli attori della compagnia teatrale Koiné, ideato per illustrare con uno stile ironico e divertente gli aspetti fisici, storici e antropologici dell'arte della distillazione della grappa. Il pubblico, guidato da una simpatica e irriverente voce narrante, visiterà le cinque distillerie del borgo - Distilleria Bernardino, Distilleria Francesco, Distilleria Giovanni Poli, Distilleria Giulio & Mauro, Maxentia - assistendo, di tappa in tappa, a diverse scene. Ad ogni sosta vi sarà la possibilità di scoprire, attraverso una degustazione dedicata*, le caratteristiche delle più rappresentative varietà di grappa trentina, tra cui quella di Nosiola, vitigno rappresentativo della Valle dei Laghi ed unica varietà a bacca bianca autoctona della Provincia. L'esibizione mira a sottolineare la cura artigianale della produzione di questo caratteristico prodotto, promosso e tutelato dall'Istituto Grappa del Trentino, che prevede la lavorazione solo di vinacce locali, data la straordinaria vocazione del territorio alla viticoltura, e la tradizionale distillazione con il metodo "a bagnomaria", arte centenaria tramandata di padre in figlio e operata da mastri distillatori in modeste quantità quando la vinaccia è ancora fresca e profumata. Ad impreziosire il paesaggio, luci e colori studiate per offrire ai visitatori un'immersione totale nella magica atmosfera del Natale e il progetto di animazione territoriale Vite di luce (in programma anche nei weekend del 2 e 3 e del 16 e 18 dicembre) che proporrà un mercatino con selezionatissime eccellenze artigiane ed enogastronomiche, ma anche spettacoli in strada e intrattenimento per i più piccoli. *Le degustazioni sono riservate esclusivamente ai maggiorenni. La partecipazione ha un costo di 9 euro. La prenotazione è obbligatoria al numero 0461-216000 e prevede il ritiro delle cuffie e del bicchiere a S. Massenza un'ora prima della partenza. È inoltre disponibile su prenotazione un transfer dedicato da Trento al costo di 10 euro (minimo 10 iscritti e fino a esaurimento posti). Profilo La notte degli alambicchi accesi La notte degli alambicchi accesi è un progetto a cura dell’Associazione culturale “Santa Massenza piccola Nizza de Trent”, APT Trento, Monte Bondone, Valle dei Laghi, Trentino Marketing, Strada del Vino e dei Sapori del Trentino, Istituto Tutela Grappa del Trentino, con la collaborazione di Comunità di Valle, Consorzio Pro Loco Valle dei Laghi Trento Monte Bondone e Comune di Vallelaghi. Profilo grappa del Trentino La grappa del Trentino nasce da una tradizione familiare centenaria che si è tramandata di padre in figlio.  La sua produzione caratterizza fortemente tutto il territorio trentino: ogni zona della provincia, infatti, si contraddistingue per microclimi particolari che si prestano come habitat naturali per vari tipi di vite. E così, come il vino, anche la grappa si connota in base alla valle di provenienza: la Valle di Cembra è specializzata nella produzione di grappa di Müller Thurgau, la Piana Rotaliana in quella di Teroldego, la Valle dei Laghi - e, in particolare Santa Massenza - in quella di Nosiola, la Vallagarina in quella di Marzemino. Le aziende, tutte di dimensioni medio-piccole e a conduzione familiare, lavorano esclusivamente vinaccia freschissima, in modeste quantità, per garantire qualità, profumi ed eleganza al prodotto finito, e la distillano secondo il tradizionale metodo "a bagnomaria" all'interno degli alambicchi di rame, che riscaldano il contenuto in modo graduale e uniforme, al fine di garantire l'estrazione degli aromi. Nel corso dell'operazione, i mastri distillatori separano l'essenza in testa, coda e cuore, eliminando le prime due e mantenendo solo quest'ultima, che rappresenta il meglio della produzione. Per salvaguardare tali tecniche di produzione, valorizzare il prodotto e promuoverlo, nel 1969 è nato l'Istituto Tutela Grappa del Trentino, che impone regole di autodisciplina e controlli severi, a garanzia di una indiscutibile qualità, certificata anche da organi esterni, come la Fondazione Mach, Istituto Agrario di San Michele all'Adige, che si occupa delle analisi di laboratorio, e dalla Camera di Commercio di Trento, presso la quale è operativa una Commissione per l'esame organolettico che ne controlla limpidezza, armonia dei profumi, morbidezza e tipicità del gusto.   In allegato alcune immagini della manifestazione. Per ricevere ulteriori informazioni o materiale fotografico, contattare: Ufficio stampa Strada del Vino e dei Sapori del Trentino Stefania Casagranda press@stradavinotrentino.com

Fever Tree al Rum Day & Whisky Day il 5 e 6 novembre al MegaWatt Court di Milano

Fever Tree al Rum Day & Whisky Day il 5 e 6 novembre al MegaWatt Court di Milano

Fever-Tree e i suoi mixer per dark spirits presenti all'appuntamento italiano per eccellenza dedicato a rum e whisky

Degustando Casa Gancia a Degustando tra mixology e foodpairing a Torino 12 luglio

Degustando Casa Gancia a Degustando tra mixology e foodpairing a Torino 12 luglio

Casa Gancia dà appuntamento il 12 luglio presso l'NH Santo Stefano di Torino per l'aperitivo "Degustando": una serata in cui la mixology e la ristorazione si incontreranno in una nuova filosofia enogastronomica, il foodpairing, che coniuga piatti e cocktail studiandone le catene molecolari e creando abbinamenti inediti e spesso sorprendenti.

Vino e cultura

ANDY WARHOL SUPERSTAR! & PROSECCO & SUPERIORE AI CARRARESI

ANDY WARHOL SUPERSTAR! & PROSECCO & SUPERIORE AI CARRARESI

A Treviso, in Casa dei Carraresi, due mostre parallele dedicate all'arte della Pop Art e alla storia della cultura trevigiana Apertura 11 novembre 2017 - 1 maggio 2018

"Quest'anno la Casa dei Carraresi si appresta ad accogliere in contemporanea due rassegne: "Andy Warhol - Superstar!", organizzata da Rosy Fuga De Rosa, e "Prosecco & Superiore ai Carraresi" organizzata da Paolo Lai, nel solco di un modello propositivo che sta suscitando crescente interesse", afferma entusiasta l'Avv. On Dino De Poli, presidente di Fondazione Cassamarca. "Sarà un percorso sensoriale, che va a coniugare il rapporto con la tradizione e la sete di cultura" queste, continua l'Avv. On Dino De Poli, le motivazioni che hanno spinto la Fondazione a dare assoluto consenso nell'ospitare nei propri spazi le mostre "Andy Warhol Superstar!" e "Prosecco & Superiore ai Carraresi", che dall'11 Novembre occuperanno le sale espositive di Casa dei Carraresi. Sotto la direzione artistica di Rosy Fuga De Rosa e l'organizzazione di Francesco Caprioli, "Andy Warhol Superstar!" nasce per omaggiare il genio della Pop Art e garantire una conoscenza e visione interattiva da parte del visitatore al mondo di Warhol e alla genialità della corrente artistica della seconda metà del XX secolo. "Siamo lieti di offrire a Treviso l'opportunità di vivere da vicino un incontro con un artista così poliedrico che si è impegnato in svariate forme d'arte: pittura, scultura, cinema, pubblicità" – afferma il presidente di Fondazione Cassamarca, sostenendo così l'esposizione che rimarrà aperta nel palazzo fronte Pescheria fino al prossimo primo maggio 2018. Saranno oltre 40 le opere del maestro, provenienti da collezioni private, che daranno vita ad un percorso che punta ai ritratti delle stars ma anche dei parvenu della celebrità. Si va dalla ricerca frenetica dell'icona Pop, all'atmosfera informale della Factory fino al glamour dello Studio 54, con le personalità che hanno reso mitico quel periodo artisticamente rivoluzionario. La mostra si contraddistinguerà per l'influenza reciproca che creerà con gli interessati visitatori grazie ai numerosi contributi multimediali che arricchiranno l'esposizione e alla presenza di uno spazio sperimentale tramite cui poter interagire in tempo reale con la New York di Andy Warhol, sperimentando così i "15 minuti di celebrità". Particolare attenzione all'interazione con i visitatori presenti anche da parte di Paolo Lai, ideatore della mostra Prosecco & Superiore ai Carraresi. "Terra – Vigna – Uomo" saranno le chiavi di lettura e insieme il filo conduttore del percorso espositivo, che offrirà allo spettatore un racconto culturale inedito, in cui l'esperienza multisensoriale diverrà parte integrante della mostra stessa. La mostra dedicata al vino simbolo della Marca Trevigiana sviluppata con il coordinamento scientifico del dott. Diego Tomasi del CREA-VE, in collaborazione con Fondazione Cassamarca, il Consorzio di Tutela  Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore, il Consorzio Vini Asolo Montello e il Consorzio Prosecco doc, l'Associazione Italiana Sommelier del Veneto ed Unindustria Treviso, sarà un unicum nel territorio trevigiano, con la prerogativa di fondere una mostra tradizionale con le innovazioni tecnologiche digitali, dalle piattaforme interattive agli spazi multisensoriali, per un approccio davvero diretto con questa realtà enologica di successo. <<L'idea della mostra nasce dalla mia passione per questo vino, molto apprezzato ma talvolta conosciuto solo superficialmente dai trevigiani stessi. L'obiettivo del progetto è aumentare la cultura del Prosecco, dare valore al lavoro dei produttori ma anche offrire alla città di Treviso un'attrazione turistica in più, capace di coinvolgere nuovi visitatori italiani e stranieri, appassionati di questo vino>>, afferma Paolo Lai. Il coordinamento del CREA-VE farà emergere la solidità tecnico-scientifica di questo vino, che nasce dalla conoscenza di un vitigno, il Glera, e si consolida con aspetti legati al territorio, alla tradizione, fino alle tecniche di trasformazione dell'uva. A concludere il percorso, la possibilità di degustare le bollicine di Prosecco doc e docg di una selezione di produttori nell'area enoteca. La presenza collaterale di due mostre all'interno della stessa location si preannuncia per la città di Treviso un evento unico, caratterizzato da interesse per la storia, la cultura ed il valore sociale delle diverse opere esposte.   Andy Warhol Superstar! 11 novembre 2017 – 1 maggio 2018 Casa dei Carraresi – Via Palestro 33/35 - Treviso Ufficio Stampa: Giuliamaria Dotto – Pr, Comunicazione, Eventi Giuliamaria Dotto – info@giuliamariadotto.it · 347 9250482 Chiara Zarpellon – mail@giuliamariadotto.it · 333 3608020   Prosecco & Superiore ai Carraresi 11 novembre 2017 – 1 maggio 2018 Casa dei Carraresi - Via Palestro 33/35 – Treviso   Ufficio stampa: Gheusis Srl 0422 928954 – info@gheusis.com  · 347 5835050

IL MONDO DEL PROSECCO DIVENTA MOSTRA D'ARTE POLISENSORIALE

IL MONDO DEL PROSECCO DIVENTA MOSTRA D'ARTE POLISENSORIALE

Prosecco & Superiore ai Carraresi rende alla portata di tutti la storia, la cultura e il valore sociale dello spumante simbolo della Marca Trevigiana, divenuto il più amato d'Italia. Apertura 11 novembre 2017 - 1 maggio 2018

Un libro e un vino per festeggiare i 90 anni di Marco Felluga patriarca dell'enologia del Friuli Venezia Giulia

Un libro e un vino per festeggiare i 90 anni di Marco Felluga patriarca dell'enologia del Friuli Venezia Giulia

"Una storia di intuizioni": così potrebbe essere definita quella di Marco Felluga, patriarca dell'enologia friulana, prestigioso vignaiolo del Collio goriziano, personaggio di spicco del mondo enologico nazionale, che il 28 ottobre 2017 ha compiuto 90 anni.

Denominazioni

Tutto pronto per il Durello & Friends

Tutto pronto per il Durello & Friends

Sarà la città di Giulietta e Romeo il palcoscenico per festeggiare le bollicine dei Lessini

Conto alla rovescia per l'atteso gran finale del 17-18 e 19 novembre della lunga maratona “Durello &Friends” che ha coinvolto la città scaligera già a cominciare da qualche settimana con il caleidoscopico calendario delle iniziative a corollario della tre giorni conclusiva. Una fortunata serie di appuntamenti ideati e organizzati dal Consorzio di Tutela di questa DOC dei Lessini per valorizzarne tutta la sua forza vulcanica. « Il Durello&Friends di quest’anno è senza dubbio un’edizione speciale – dichiara Alberto Marchisio, presidente del Consorzio del Lessini Durello ( nella foto )  – a cominciare dalle 30 “candeline” che la doc del Lessini Durello andrà a spegnere. Si tratta di un traguardo importante non solo in termini di maturità anagrafica ma anche e, soprattutto, sul fronte della qualità e delle chance di mercato: le nostre bollicine, forti dell’appeal che stanno riscontrando sia in Italia sia all’estero e legate a filo doppio ad una marcata identità territoriale, hanno oggi reali possibilità di distinguersi e di concorre sui grandi mercati internazionali». Questo perchè il Lessini Durello Doc sta sempre più qualificandosi come un'eccellenza enologica che trova la sua massima espressione nella produzione di uno spumante ottenuto sia con il metodo Martinotti che con il metodo Classico. Una variazione sul tema Durello che piace agli opinionisti di settore, giornalisti specializzati, appassionati o semplici estimatori di un buon calice di bollicine che ha poco da invidiare ad altre più blasonate bollicine presenti sul mercato. Soprattutto per quanto riguarda le produzioni dei molti vignaioli di questa Doc che orientano la loro produzione verso verso il Metodo Classico che esige una permanenza sui lieviti minima ma che in questa terra non è raro che vada ben oltre i 36 mesi. E anche quando le bollicine maturano fino a raggiungere i 100 mesi dalle bottiglie si sprigiona ancora un'impagabile freschezza e un'acidulità complessa che risveglia il palato, per metterlo subito al lavoro e fargli così sentire le calibrate aromaticità di frutta bianca o di sentori mandorlati di fiori di frutto precoci. Bollicine da tutto campo anche se pur da sole o da gustare insieme con gli amici in un momento di relax sono altrettanto piacevoli. E non a caso il Consorzio ha scelto il ritornello “ Durello&Friends”, proprio per sottolineare questa spiccata versatilità di queste bollicine verso i grandi momenti convivialità.

Premi, menzioni e medaglia d'oro per i vini rossi dei Colli Euganei

Premi, menzioni e medaglia d'oro per i vini rossi dei Colli Euganei

Degustazione fatta rigorosamente alla cieca e poi penna alla mano il giudizio

Super vini Euganei al Pedrocchi di Padova

Super vini Euganei al Pedrocchi di Padova

Una giornata intera di degustazioni

Vino e cibo

Merano Wine Festival 2017 al via

Merano Wine Festival 2017 al via

con molte novità

Cifre illustrate dal patron Helmuth Köcher che ha presentato il programma della kermesse enogastronomica più attesa dell’anno. Molte le novità. La prima è che l’edizione 2017 durerà un giorno in più: l’evento è di cinque giornate, ma già il 9 come giornata prologo a Giardini di Castel Trauttmansdorff si terrà un convegno “Naturae&Purae” che annuncerà le nuove tendenze del vino. Esperti e interpreti del mondo del vino si confronteranno sui temi della sostenibilità, della naturalezza e della purezza, cercando di rispondere al quesito: “Quo Vadis? Food& Wine, the future is natural?”. Al convegno curato e ideato da Helmuth Köcher e Angelo Carrillo interverranno: Attilio Scienza (Cisgenetica), Luca D’Attoma (vini bio e biodinamici), Franz Josef Loacker (vini biodinamici), Werner Morandell (Piwi), Angiolino Maule (vini naturali). Sul tema delle fermentazioni alimentari interverrà l’esperto Carlo Nesler. Presente al convegno anche Giorgio Grai, un’altra figura di prestigio del mondo vino, esperto di viticoltura ed enologia, oltre che collaboratore di importanti riviste enogastronomiche. Tra gli eventi più attesi di venerdì 10 novembre c’è Architecture&Wine, alle ore 19, in piazza della Rena, una conferenza sull’Architettura sostenibile con la ditta Progress di Bressanone, in collaborazione con Fondazione Architettura Alto Adige e dove saranno presenti circa 150 architetti altoatesini, ma anche svizzeri, austriaci, tedeschi. Saranno premiate tre cantine che hanno fatto della sostenibilità le loro fondamenta. Cooking Farm sarà il fulcro della Chef Arena: dal 10 al 14 novembre importanti chef di livello internazionale si confronteranno con le contadine altoatesine, depositarie della cultura culinaria locale. Immancabili le Masterclasses, degustazioni guidate di eccellenze enologiche nazionali e internazionali all’Hotel Terme Merano, il cui ricavato andrà in beneficenza. Infine, il 14 novembre, Catwalk Champagne, una “sfilata” nella Kursaal Merano di alcune fra le migliori Maisons de Champagne. Dall’11 al 13 novembre al Kurhaus si tiene Wine Italia con oltre 800 vini italiani protagonisti, un percorso fra le varie aree ed i differenti territori vinicoli da nord a sud. La sala Czerny (nome dell’architetto che progettò Kurhaus, nel 1874), ospiterà Wine International con oltre 250 vini dalla Spagna all’Argentina, dal Libano al Sud Africa, dall’Austria alla Crimea. In contemporanea, dal 10 al 14 novembre, lungo la “Passer Promenade”, la famosa passeggiata a fianco del fiume Passirio e amata dalla principessa Sissi, avrà luogo GourmetArena con l’accurata selezione di prodotti tipici nazionali ed internazionali.  Ci sarà poi “Istria” focus con degustazione di vini e prodotti tipici di 30 aziende di questo territorio. In programma anche il concorso emergenti di sala: in venti terranno un esame teorico venerdì 10 novembre all’Hotel Terme Merano, un esame pratico durante la cena di gala della manifestazione e sabato pomeriggio al Teatro Puccini l’esame teorico con giuria apposita. Sabato 11 novembre, alle ore 20, al cinema Ariston di Merano sarà proiettato un documentario dedicato al Noma, il ristorante di Copenhagen nominato per quattro anni il migliore del mondo, il precursore del “vino naturale” e dei cibi fermentati. Il primo che già nel 2010 li presentava sulla carta dei vini e nel menu. Assieme ad Andrea Abolis (presidente del Film Festival Bolzano) sarà presentato il miglior vino del Merano WineFestival. Il migliore tra i migliori dei 25 premiati Paltinum selezionati dal “cacciatore dei vini” Helmuth Köcher, The Wine Hunter. Infine, sempre sanato 11, alle 17, all’Hotel Merano, Domenica Gullì, Soprintendenza Beni Culturali Agrigento, racconterà  dei reperti trovati a Sciacca (Agrigento) che dimostrerebbero che il la storia del vino in Italia risalirebbe già a 6.000 anni fa.

Gli chef stellati di Enoteca Pinchiorri Lux Lucis e L'Imbuto DAL 5 AL 6 NOVEMBRE 2017, FIRENZE STAZIONE LEOPOLDA

Gli chef stellati di Enoteca Pinchiorri Lux Lucis e L'Imbuto DAL 5 AL 6 NOVEMBRE 2017, FIRENZE STAZIONE LEOPOLDA

Gli chef stellati di Enoteca Pinchiorri, Lux Lucis e L'Imbuto ospiti della kermesse enogastronomica ideata da FISAR DAL 5 AL 6 NOVEMBRE 2017, FIRENZE STAZIONE LEOPOLDA

Vino ( polenta ) e baccalà

Vino ( polenta ) e baccalà

Terza edizione per Bacco&Baccalà

Legislazione del vino

EXPO FOOD AND WINE IV EDIZIONE

EXPO FOOD AND WINE IV EDIZIONE

La IV edizione di Expo Food and Wine, ambasciatore delle eccellenze, è ricca di grandi novità. EFW continua nel suo progetto di supporto per l'internazionalizzazione delle pmi siciliane, questo è l'obiettivo principe che si pone la patron Alessandra Ambra.

A dar prova ulteriormente che la kermesse non è finalizzata a se stessa, ma uno strumento al servizio sia  delle imprese  che dei consumatori. I numeri delle passate edizioni parlano chiaro. L'evento è cresciuto in termini di visibilità, contatti e investimenti che hanno portato, nel corso delle attività e progetti fuori salone, le aziende che hanno aderito al network oltre i confini regionali e nazionali facendoli entrare in contatto con buyer esteri e ampliare le proprie opportunità di business, infatti, nelle scorse edizioni, le aziende partecipanti hanno chiuso 18 contratti con buyers provenienti da tutto il mondo. Una nota cantina siciliana ha venduto solo nell'ultimo ordine  ben 12.000 bottiglie di vino rosè. La più importante vetrina dell'enogastronomia si svolgerà nella splendida cornice Radicepure, a Giarre, dal 17 al 19 novembre, totalmente rinnovata, saranno tre giorni all'insegna di incontri B2B con buyer provenienti da Malta, Inghilterra, Russia, Ucraina, Argentina e Brasile. Lo slogan che animerà la manifestazione è 'Tra bere e mangiare c'è di mezzo la nostra terra' perché in questi tre giorni chef e sommelier accompagneranno i visitatori in un viaggio sensoriale del gusto con l'esaltazione dei sapori della nostra Terra. Questo fine settimana novembrino sarà animato da convegni, eventi, cooking-show, degustazioni, presentazioni di libri e ricettari. Una squadra formata da: Peppe Agliano, Anna Martano, direttore artistico di EFW, Luca Giannone, Maurizio Urso, Lillo Freni, Pino Maggiore, Gaetano e Vincenzo Quattropani, Tommaso Cannata, gli chef dell'associazione Ristoworld Italy. Si esibiranno con preparazioni culinarie sul palco di Radicepura, soddisfacendo qualsiasi tipo di palato, anche attraverso la realizzazione di piatti semplici, facili da preparare, anche a casa. Una delle chicche di quest'anno sono gli Eventi Off: che si svolgeranno fuori il salone di Expo Food and Wine. Sono due serate dedicate rispettivamente al gluten free, vegan e bio per la cena del 17 novembre e un'altra dedicata al Marsala e a tutti i suoi possibili abbinamenti, sarà una continuazione di ciò che accade in fiera, una vetrina in più per gli espositori e un'opportunità per chi vuole vivere una 'Food experience' suggestiva. Un programma ricco che si apre venerdì 17 novembre  con  un concorso dicato ai Professionisti della Pizzeria 'La pizza mediterranea' a cura dell'associazione Ristoworld Italy e poi, ancora cooking educational, corsi, un occhio attento ai prodotti gluten free, made in Sicily, i dolci, fiore all'occhiello della cucina siciliana, una carrellata che si conclude domenica 19 con la premiazione del contest lanciato sui social 'Posta la ricetta'. Infatti, appassionati, gourmet, cuochi dal  14 ottobre sino al 31 ottobre hanno la possibilità  di inviare alla segreteria organizzativa di Expo Food and wine le loro ricette con annessa foto dei piatti realizzati. Il contest organizzato da EFW e Accademia Italiana di Gastronomia Storica sceglierà il piatto in base a like ricevuti nella pagina fb e il vincitore si esibirà in un cooking-show  domenica 19 novembre. Sabato 18 novembre si svolgerà il Festival del giornalismo Alimentare di Torino in tour in cui ci sarà  un corso di formazione dedicato ai giornalisti, con crediti formativi,  avente il tema:  "Il tuo territorio è il tuo business, il tuo territorio è la tua tavola: Comunicare l'eccellenza". Vi aspettiamo numerosi! Ufficio stampa Expo Food and Wine AGofficePR Antonella Guglielmino 3925873557 - antonellavirginiaguglielmino@gmail.com Giuliana Avila Di Stefano 3475408010 -  g.aviladistefano@gmail.com

ETICHETTATURA DEL VINO LA COMMISSIONE EUROPEA DISPOSTA AL DIALOGO

ETICHETTATURA DEL VINO LA COMMISSIONE EUROPEA DISPOSTA AL DIALOGO

La Commissione Europea si mostra flessibile a valutare eventuali difficoltà nell'applicare la nuova normativa. Per CEVI il rischio è la standardizzazione del prodotto.

NASCE IL CODICE CITRA WINE TEAM COORDINATO  DA RICCARDO COTARELLA

NASCE IL CODICE CITRA WINE TEAM COORDINATO DA RICCARDO COTARELLA

La più grande comunità di vignaioli abruzzesi, presieduta da Valentino Di Campli, ha presentato oggi il nuovo team con a capo il noto enologo Riccardo Cotarella per la valorizzazione dell'identità vitivinicola regionale.

Vino al Femminile

DONNE DEL VINO È GUALTIERO MARCHESI IL PERSONAGGIO DELL'ANNO

DONNE DEL VINO È GUALTIERO MARCHESI IL PERSONAGGIO DELL'ANNO

IL MAESTRO SARÀ PREMIATO GIOVEDÌ 16 NOVEMBRE A OZZANO DELL'EMILIA (BOLOGNA) FOCUS E DIFFUSIONE DEL SUO PROGETTO SULLE PRATICHE ANTI SOFFOCAMENTO A TAVOLA

Il cuoco italiano più famoso nel mondo, è stato scelto anche per aver promosso un progetto importante: per primo, nel 2015, ha diffuso la formazione degli addetti alla ristorazione sulle pratiche anti soffocamento che consentono di salvare, soprattutto i bambini, durante i pasti, mediante una corretta preparazione degli alimenti e la tempestiva attuazione della disostruzione. Le Donne del vino hanno scelto di seguire il suo esempio e raccogliere il testimone. Lo premieranno giovedì 16 novembre, nella dimora settecentesca Palazzona di Maggio a Ozzano dell'Emilia (Bologna), ospiti della socia Antonella Perdisa. Dalle 15, cerimonia di premiazione e dimostrazione delle pratiche di anti-soffocamento che verranno poi diffuse nel resto d'Italia dalle Delegazioni regionali delle Donne del vino. Il 27% delle morti infantili per cause accidentali dipendono dall'ostruzione da cibo delle vie respiratori, nel 78% dei casi avviene a tavola e, ogni anno, in Italia, uccide 50 bambini. Le manovre di disostruzione e rianimazione cardio polmonare devono essere tempestive e quindi è particolarmente importante che vengano apprese dalle mamme e dal personale addetto alla somministrazione.  «La formazione di chi lavora nei ristoranti – dice Donatella Cinelli Colombini, presidente delle Donne del Vino - è di particolare importanza ma è ancora in fase iniziale in Italia dove mancano le lezioni su questo tema sia nelle scuole alberghiere che nei corsi per i futuri genitori, circostanza, quest'ultima, che vede molto avanti la gran parte degli altri Paesi Europei». Nella ristorazione il primo corso con Gualtiero Marchesi, fra gli allievi, a dare il buon esempio, è avvenuto il 18 marzo 2015 e ha riguardato i responsabili di 9 ristoranti. Chef e gastronomo geniale e innovatore, Gualtiero Marchesi è il cuoco italiano più famoso nel mondo. Ha dato un contributo fondamentale alla rinascita e al successo internazionale della cucina italiana. Ha fondato ALMA Scuola Internazionale di Cucina Italiana (Colorno, Parma), L'Italian Culinary Academy a New York, la Fondazione Gualtiero Marchesi per coniugare la cucina con l'arte e, più recentemente, la Casa di Riposo per cuochi. Il progetto sul pasto sicuro portato avanti dalle Donne del vino, sulla scia dell'esempio di Gualtiero Marchesi, parte da quello "SicurezzAtavola" creato da Maria Chiara Zucchi capo redattrice della rivista "La Madia Travelfood" che unisce le esperienze di "Salvamento Academy" nella formazione medica con le tecniche di corretta preparazione del cibo dello chef Dario Picchiotti dell'Antica Trattoria Sacerno. Il progetto "SicurezzAtavola" è stato presentato nel giugno 2015 a Expo insieme al Ministero della Salute, insieme al lancio dei primi video tutorial al mondo sul taglio degli alimenti per bambini. Qui le foto di Gualtiero Marchesi in alta risoluzione  GIOVEDÌ 16 NOVEMBRE - TENUTA PALAZZONA DI MAGGIO – OZZANO DELL'EMILIA PROGRAMMA : Ore 15 Benvenuto agli ospiti e saluto della Presidente Donatella Cinelli Colombini Sensibilizzazione sui casi di soffocamento da ingestione di cibo o piccoli oggetti che sono fra le principali cause di morte dei bambini sotto i tre anni (50 decessi all'anno).  Presentazione delle tecniche corrette di preparazione degli alimenti e degli interventi immediati di disostruzione immediata delle vie respiratorie che evitano la morte e le lesioni. Presentazione Progetto "SicurezzAtavola". Dimostrazione di intervento di salvataggio Ore 16 Premiazione del Maestro Gualtiero Marchesi Ringraziamenti a Maria Chiara Zucchi, ideatrice del Progetto SicurezzAtavola nella ristorazione e a Gino Fabbri, pasticcere campione del mondo. Ringraziamenti alla Delegata Antonietta Mazzeo e alle Donne del Vino dell'Emilia Romagna. Consegna della documentazione alle delegazioni delle Donne del vino che diffonderanno il progetto nelle altre regioni italiane Ore 16,30 Aperitivo con i vini delle Donne del Vino dell'Emilia Romagna Fiammetta Mussio Cell: +39 339 7552481

DONNE DEL VINO I VITIGNI AUTOCTONI RARI SONO UN'OPPORTUNITÀ DI BUSINESS

DONNE DEL VINO I VITIGNI AUTOCTONI RARI SONO UN'OPPORTUNITÀ DI BUSINESS

LO DICONO LE PRODUTTRICI DAL FESTIVAL COLLISIONI DI BAROLO DOVE SONO IMPEGNATE NELLE DEGUSTAZIONI INTERNAZIONALI CURATE DAL GIORNALISTA IAN D'AGATA

La Vite è Donna IL SOMMELIER DEL FUTURO È DONNA SORPRENDE CON ABBINAMENTI VINO-CIBO E PARLA AL CUORE

La Vite è Donna IL SOMMELIER DEL FUTURO È DONNA SORPRENDE CON ABBINAMENTI VINO-CIBO E PARLA AL CUORE

TEMA EMERSO A "LA VITE È DONNA" EVENTO DELLE DONNE DEL VINO A PORTOPICCOLO (TRIESTE). NUMEROSI APPASSIONATI E TURISTI STRANIERI ALLA DEGUSTAZIONE

Innovazioni tecnologiche

CON IL DIGITALE L'AGRICOLTURA GUARDA AL FUTURO

CON IL DIGITALE L'AGRICOLTURA GUARDA AL FUTURO

Lunedì 23 ottobre (ore 10,00), c/o l'azienda pilota dimostrativa "ValleVecchia" di Veneto Agricoltura a Caorle-VE, riflettori puntati sulle innovazioni digitali in campo agricolo. L'iniziativa rientra nel programma di eventi del "DIGITALmeet 2017", il più importante festival italiano sulla digitalizzazione. Il punto con l'Università di Padova, Coldiretti Veneto e l'Informatore Agrario. E' prevista anche la diretta sul profilo Facebook di Veneto Agricoltura.

Non poteva che essere, dunque, l’azienda pilota dimostrativa “ValleVecchia” di Veneto Agricoltura, con sede a Caorle-VE, ad ospitare lunedì 23 ottobre (ore 10,00) la giornata sulle innovazioni digitali in campo agricolo, inserita nel programma del “DIGITALmeet 2017”, il più importante festival italiano dedicato alla digitalizzazione in corso di svolgimento in questi giorni. A ValleVecchia, azienda pilota dove le sperimentazioni digitali sono di casa, sarà fatto il punto sulle innovazioni già a disposizione degli agricoltori e sugli interessanti scenari che si prospettano a breve per l’intero comparto, vista la costante evoluzione che il mondo del digitale sta vivendo. Il DIGITALmeet agricolo, promosso da Veneto Agricoltura con il contributo di Crédit Agricole FriulAdria, intende dunque dimostrare, assieme all’Università di Padova, Coldiretti Veneto e il settimane di settore L’Informatore Agrario, quali e quanti risultati siano già stati raggiunti grazie al digitale “agricolo” ma soprattutto quali obiettivi siano nel mirino. Nel corso del talk-show, in programma nella mattinata, Maurizio Borin, dell’Università di Padova, parlerà di agricoltura che cambia, di nuove tecnologie e digitalizzazione, mentre Antonio Boschetti, Direttore de L’Informatore Agrario, spiegherà il ruolo della comunicazione per l'agricoltura digitale; Ugo Mattia, di Coldiretti, illustrerà invece gli obiettivi derivanti dalla collaborazione in atto tra l’Organizzazione agricola e Google nella visione di una nuova agricoltura. Infine, Lorenzo Furlan, di Veneto Agricoltura, illustrerà le diverse applicazioni digitali adottate a ValleVecchia, che al termine dei lavori potranno essere toccate con mano grazie alla visita guidata. Ai lavori interverranno, inoltre, rappresentanti delle Istituzioni e del digitale: Alberto Negro, Direttore di Veneto Agricoltura; Gianni Potti, founder di DIGITALmeet; Martino Cerantola, Presidente di Coldiretti Veneto. E’ prevista la diretta sul profilo Facebook di Veneto Agricoltura. Il C. Ufficio Stampa                                                                                                                                                                               Mimmo Vita     

L'uva Piedirosso matura nel gres e vince tre bicchieri del Gambero

L'uva Piedirosso matura nel gres e vince tre bicchieri del Gambero

I Conteitori Calyver per il Sannio Sant'Agata dei Goti Piedirosso Artus 2015 di Mustilli

FIRMATO ACCORDO TRIENNALE TRA ISTITUTO ITALIANO DI TECNOLOGIA  E SEEDS AND CHIPS THE GLOBAL FOOD INNOVATION SUMMIT

FIRMATO ACCORDO TRIENNALE TRA ISTITUTO ITALIANO DI TECNOLOGIA E SEEDS AND CHIPS THE GLOBAL FOOD INNOVATION SUMMIT

L'Italia della food innovation fa sistema per essere più competitiva L'IIT sarà Advisor scientifico di Seeds&Chips fino al 2020

Sostenibilità ambientale

216 MILA MQ DI VIGNETI IN CONCORSO PER LA VIGNA ECCELLENTE

216 MILA MQ DI VIGNETI IN CONCORSO PER LA VIGNA ECCELLENTE

Cosa accade quando invece di concentrarsi sul lavoro di cantina si osserva quanto avviene tra i filari nel corso di tutta la coltivazione di un vigneto? Si scopre un mondo fatto di fatica e di passione, di confronto quotidiano con la natura e di esperienza maturata anno dopo anno, vendemmia dopo vendemmia. Un mondo che merita di essere raccontato e premiato.

Un'idea del Comune di Isera - Città del Vino della destra Adige della Vallagarina, in provincia di Trento - nata nel 2001 per riconoscere l'importante ruolo del viticoltore nella difesa, tutela e valorizzazione non solo della risorsa viticola ma anche del territorio, dove la vigna è allo stesso tempo scenario e risorsa, e nella convinzione che il buon vino si faccia innanzitutto in campagna. Protagonista non poteva che essere il Marzemino, vitigno a bacca nera che in Vallagarina - e in particolare nella zona di Isera e dei Ziresi - ha trovato l'habitat ideale per dare vita ad un grande vino, annoverato tra le eccellenze enologiche trentine. Motivo per cui l'iniziativa ha potuto contare sul supporto della Strada del Vino e dei Sapori del Trentino, nell'ambito del coordinamento delle manifestazioni enologiche provinciali orientato, appunto, alla promozione del mondo vitivinicolo trentino (#trentinowinefest). Numerosi gli agricoltori in lizza, per un totale di oltre 216mila metri quadrati di vigneti, giudicati sotto il profilo agronomico, sanitario ed estetico/qualitativo da una giuria di qualità, presieduta dal Professor Attilio Scienza, Docente di Viticoltura alla Facoltà di Agraria dell'Università di Milano, e composta dal giornalista Nereo Pederzolli, da Francesco Ribolli, Duilio Porro e Marco Stefanini della Fondazione Edmund Mach – Istituto Agrario di San Michele all’Adige, dal Gran Maestro della Confraternita della Vite e del Vino di Trento Enzo Merz, da Carlo Rossi - che, nel 2001, ha tenuto a battesimo il concorso in qualità di Sindaco di Isera - , da Franco Nicolodi e Paolo Benvenuti, rispettivamente coordinatore regionale e direttore dell'Associazione Italiana Città del Vino. I tecnici della Fondazione Mach hanno analizzato i vigneti da primavera a fine agosto, prendendo in considerazione l'andamento della vegetazione, la sanità fitopatologica del vigneto, la maturazione e l'equilibrio vegeto-produttivo delle viti. Dalle considerazioni emerse, è stato definito il gruppo dei dieci finalisti all'interno della quale la giuria decreterà i primi tre classificati. Il primo riceverà un assegno da 1.500 euro, il secondo da 1.000 euro e il terzo da 500 euro. "Lo stato di sanità delle uve era buono anche se quest'anno, viste le particolari condizioni climatiche, il Marzemino ha anticipato la maturazione - ha commentato Attilio Scienza - .  Un'annata segnata prima da freddo e grandine e poi da siccità che non ha reso facile presentare un vigneto in ordine e in cui, più che in altre occasioni, sono state fondamentali la mano e l'esperienza del viticoltore". La premiazione, in programma alle ore 16.00 presso la Sala della Cooperazione di Isera, sarà inoltre occasione per presentare "La Vigna Antica", libro a metà strada tra saggio e romanzo, scritto da Leonardo Franchini e Attilio Scienza, con un intero capitolo dedicato al Marzemino e che offrirà interessanti spunti per discutere di sostenibilità, ricerca genetica e prospettive per il futuro di questo vitigno. A supporto dell'evento, nel corso dell'intero weekend, il Comune di Isera sarà cornice di "La Vigna Eccellente. Ed è subito Isera", una serie di iniziative dedicate a winelovers e appassionati: wine tasting, enotour in vigneto, eventi in cantina, menù a tema e spettacoli itineranti ispirati alla storia del vino principe della Vallagarina. La manifestazione avrà luogo grazie al supporto di numerosi partner istituzionali e privati: APT Rovereto e Vallagarina, Montura, Cassa Rurale Vallagarina, Slow Food Vallagarina Alto Garda e operatori di Isera, tra cui Cantina d'Isera, Azienda Agricola Conti Bossi Fedrigotti, Azienda Agricola de Tarczal, Spagnolli Vini, Casa del Vino della Vallagarina, Locanda delle Tre Chiavi, Panificio Moderno e fa parte della rassegna “DiVin Ottobre – L’autunno colora la Strada del Vino e dei Sapori del Trentino”, kermesse di iniziative enogastronomiche che avranno luogo durante tutti i weekend di ottobre. Marzemino Il vitigno Marzemino rappresenta una delle varietà più interessanti della vitivinicoltura trentina. Giunto in queste terre quando Venezia dominava i commerci in tutto l'Adriatico, è proprio in Vallagarina che, grazie ad un ambiente ideale e ad un clima subcontinentale, è cresciuto fino a diventare il grande vino di oggi. In particolare è nella zona di Isera e dei Ziresi che riesce ad esprimersi al meglio: è proprio qui che nasce infatti il Trentino D.O.C. Superiore Marzemino, un vino che risponde a standard qualitativi ancora superiori rispetto a quelli del Trentino D.O.C. Assunto ad autoctono della terra trentina, è la terza varietà a bacca nera più prodotta sul territorio provinciale, con 30mila quintali annui (dati vendemmia 2016-Consorzio Vini del Trentino). Di colore rosso rubino, scuro con tonalità violacee, presenta aromi e fragranze di frutti di bosco con sfumature floreali di viola mammola, frammisti a note leggermente speziate e vagamente balsamiche. Ufficio stampa Strada del Vino e dei Sapori del Trentino Stefania Casagranda press@stradavinotrentino.com | 393 9994515

Il leggero calo quantitativo non influisce sulla vendemmia San Gaime

Il leggero calo quantitativo non influisce sulla vendemmia San Gaime

In una Sicilia avvolta da un clima estivo caldo e siccitoso

LA ROVESCIATA QUANDO IL VINO È COME UNO STRAORDINARIO GESTO ATLETICO

LA ROVESCIATA QUANDO IL VINO È COME UNO STRAORDINARIO GESTO ATLETICO

Domenica 24 settembre Corte De Pieri presenta a Lonigo (Vicenza) il suo primo vino, il Prosecco sui lieviti "La Rovesciata", un progetto vitienologico che vuole evidenziare l'unicità e la riconoscibilità di un vino fuori dagli schemi classici, come possono essere alcuni gesti atletici straordinari e difficilmente ripetibili